Seguici e condividi:

Eroica Fenice

In Belgio a caccia di libri come di Pokémon

In Belgio a caccia di libri come di Pokémon

Aveline Gregoire, una preside belga, già insegnante di una scuola primaria, si è ispirata al recente successo dell’app per smartphone Pokémon Go per sviluppare un gioco online il cui obiettivo è catturare non Pokémon, ma libri, per incoraggiare e diffondere la lettura attraverso l’utilizzo dei social. Il gioco sta avendo un tale successo che potrebbe forse tramutarsi perfino in un’app.
Come nel caso del celebre gioco Pokémon Go, diventato famosissimo grazie al web, anche questa particolarissima versione belga del gioco deve la sua popolarità alla rete, e in particolar modo a Facebook, dove conta oltre 40.000 adesioni.
Scopriamo insieme come andare a caccia di libri come di Pokémon.

A caccia di libri come di Pokémon: gotta read them all

L’idea alla base del gioco online nasce da un problema abbastanza comune tra i lettori, ovvero la perenne mancanza di spazio disponibile ove riporre i nostri libri. Aveline Gregoire stava infatti riordinando la sua biblioteca personale quando si è resa conto di non aver spazio a sufficienza e, avendo giocato più volte a Pokèmon Go con i suoi figli, ha avuto un’illuminazione.

Pokémon Go sfrutta la recente tecnologia della realtà aumentata, attraverso il GPS e la fotocamera di uno smartphone, per individuare e catturare mostriciattoli virtuali tra le strade delle nostre città. Il gioco belga nasce invece dal gruppo Facebook “Chasseurs de livres“, cacciatori di libri, i cui membri si scambiano indizi e informazioni circa i luoghi dove hanno nascosto un libro nella città di Bruxelles o nei dintorni, scatenando una vera e propria caccia di libri come di Pokémon. Chi trova un libro, può leggerlo e rimetterlo in circolazione una volta terminato, o scegliere di nasconderne un altro a piacere o finanche più d’uno.
Si tratta  dunque di una sorta di book-sharing interattivo, che inserisce i partecipanti in una rete virtuale, e che si sta diffondendo anche in altri paesi.
Il gioco belga appare divertente come una caccia al tesoro e permette ai suoi membri di scambiarsi libri in modo gratuito e di commentare con gli altri membri del gruppo i tesori scovati tra le strade della città, accuratamente avvolti in pellicole di plastica o conservati in contenitori, per proteggerli dalla pioggia e dall’inquinamento, libri il cui genere può spaziare dalla favola per bambini al thriller. Ce n’è davvero per tutti i gusti.
Gotta read them all.