Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Napoli Pizza Village: pizzerie sotto le stelle

Dire “pizza” è dire “Napoli”. Anche quest’anno il lungomare partenopeo si trasforma in un’immensa pizzeria a cielo aperto per la quarta edizione di Napoli Pizza Village, in programma dal 2 al 7 settembre 2014. Il Napoli Pizza Village è diventato una manifestazione di interesse internazionale tanto da essersi trasformata in un vera e propria attrazione turistica, e quest’anno si svolge sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana. L’Associazione Pizzaiuoli Napoletani ha stimato una partecipazione di mezzo milione di persone di cui 120mila dall’Italia e 4.500 dall’estero. Per gli spostamenti sono stati realizzati accordi con tour operator e con i maggiori vettori italiani, come Trenitalia. La pizzeria all’aperto più grande del mondo misura oltre 30mila mq di allestimento, con ben 4.700 posti a sedere complessivi (per 4/5 turni giornalieri). Già pronti a riscaldarsi i 50 forni (l’anno scorso erano 45) in rappresentanza delle pizzerie più famose di Napoli e provincia, con uno squadrone di oltre 170 pizzaiuoli e 480 collaboratori per preparare e servire oltre 100mila pizze. Una delle pizzerie sfornerà esclusivamente prodotti gluten free per i celiaci. L’accesso al villaggio è dalle 18.00 alle 24.00, completamente gratuito. Cuore della manifestazione sono chiaramente le degustazioni. Un ticket, al costo di 10 euro, acquistabile nelle 24 casse del villaggio, consentirà di poter degustare: una pizza, una bibita, un dolce o un gelato, un caffè.

Ma chi ha voglia di mettere le mani in pasta potrà dedicarsi anche ai corsi gratuiti per imparare a realizzare da sé margherite, capricciose e marinare. Una nuova area, Family Village, dedicata a grandi e piccini, è stata allestita dal lato Piazza della Repubblica. I bimbi saranno intrattenuti da giochi, percorsi didattici e lezioni di pizza, e gli adulti potranno imparare a fare la vera pizza napoletana, ma cotta nel forno di casa, grazie alla maestria di 12 pizzaiuoli di fama internazionale, che in 90 minuti sveleranno i trucchi per preparare la regina della gastronomia napoletana. La lezione comincia alle 19 e si ripete alle 21: prenotatevi sul sito www.lezionidipizza.com. Rossopomodoro, che collabora alla realizzazione dei corsi, fornirà a ogni partecipante un kit per realizzare a casa quattro pizze margherita. Per partecipare è richiesta un’offerta di 10 euro che andrà in beneficenza all’associazione Un cuore per amico Onlus. All’edizione 2014 di Napoli Pizza Village contribuiscono, e saranno presenti con i propri stand, anche Telethon, Arcobaleno della vita onlus e Save the children.

A completare la settimana all’insegna della pizza partenopea il Campionato Mondiale del Pizzaiolo, giunto alla 13esima edizione: 500 i concorrenti da ogni parte del pianeta che, oltre a contendersi il titolo ambito, regaleranno agli spettatori momenti di intrattenimento con le esibizioni di “pizza acrobatica”. Il Campionato si svolgerà, dal 2 al 3 settembre, alla Rotonda Diaz, in un vero e proprio “stadio della pizza”, e si articolerà in diverse sezioni: pizza classica, pizza in teglia, pizza al metro/pala, pizza di stagione, pizza senza glutine, pizza juniores e gare acrobatiche.

Non solo pizza, ma anche animazioni, concerti e show sul palco calcato ogni giorno dai conduttori di Radio Kiss Kiss Network che coinvolgeranno il pubblico e presenteranno gli spettacoli e i dj set. Giochi di luce, con laser e fasci luminosi, esalteranno il lungomare e proietteranno nel cielo notturno i “bagliori” della manifestazione.

Spazio anche alla cultura con il convegno inaugurale dal titolo “L’arte della pizza, patrimonio Unesco”, un’occasione unica in vista dell’Expo 2015 di Milano per un confronto di tutti i protagonisti del settore.

Un evento splendido, in cui regna uno dei motivi d’orgoglio dell’Italia e di Napoli: d’altronde, chi può dir di no alla Pizza?

Nunzia Serino

Print Friendly, PDF & Email