Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Quattro Rose e un Tulipano

Il 17 e il 18 maggio, al teatro Metropolitan di S. Anastasia, è andata in scena la commedia brillante in due atti Quattro Rose e un Tulipano.
A darci il benvenuto sulla scena è una coppia consolidata della comicità: marito e moglie.
Adolfo e Susanna passano il loro tempo a rimbeccarsi sui difetti e le debolezze dell’altro, se non fosse che, a farli discutere, non sono soltanto le classiche scaramucce domestiche, ma un modo completamente opposto di rapportarsi ai tempi moderni.
Lui, baluardo di una mentalità retrograda e di tutto ciò che considera “normale”, non nasconde la sua avversione verso il tema dell’omosessualitàLei, imprenditrice e donna in carriera in equilibrio perfetto tra la lavoratrice e la padrona di casa,  sembra soffrire di un’ostilità analoga per la religione.
Susanna, per premiare i suoi due migliori dipendenti, li invita nella villa di famiglia insieme ai rispettivi compagni, consapevole delle loro tendenze omosessuali. La convivenza col marito-conservatore verrà subito messa a dura prova e la situazione si complica quando giunge la notizia che per cena si unirà a loro un pio monsignore, amico di quest’ultimo.

Lo spettatore segue il processo di maturazione dei due coniugi che, attraverso il ragionamento, li condurrà a sradicare ogni pregiudizio, nell’uno e nell’altro senso, fino ad arrivare al consueto lieto fine.
Una commedia dal taglio realistico in cui il monsignore, figura centrale che porterà allo scioglimento della trama, rispecchia l’orientamento più recente dell’attuale pontefice: non sembra approvare la possibilità di un riconoscimento formale per le coppie omosessuali, tuttavia esorta al dialogo, lanciando un messaggio di apertura da parte del mondo ecclesiastico.

Massimo e Domenico Canzano hanno debuttato con il loro nuovo spettacolo proprio in occasione della Giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia, dando il loro contributo artistico ad una data che al giorno d’oggi assume un significato crescente e si carica di obiettivi importanti per il futuro. Lungi dall’entrare nel merito di accesi dibattiti sociali, la cui sede è in ben altri teatri, la Compagnia Teatrale Megadera si propone di regalare al pubblico un paio d’ore di spassosa comicità unite ad uno spunto riflessivo.

Quattro Rose e un Tulipano

Print Friendly, PDF & Email