Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Van Gogh: un anniversario a tutto colore

«Più divento dissipato, malato, vaso rotto, più io divento artista, creatore…con quanta minor fatica si sarebbe potuto vivere la vita, invece di fare dell’arte» (da una lettera al fratello Theo, 29/07/1888).

In occasione del 125° anniversario dalla morte di Van Gogh, suicidatosi ad Auvers-sur-Oise il 29 luglio 1890 con un colpo di pistola, l’Olanda ha ideato un calendario fitto di eventi, iniziative, mostre che possano degnamente ricordare il noto pittore e che si inseriscano nel programma internazionale di celebrazioni.

Dal 25 settembre al 17 gennaio 2016 sarà possibile ammirare, al Van Gogh Museum di Amsterdam, la mostra «Munch- Van Gogh», organizzata in collaborazione con il Munch Museum di Oslo. Il museo olandese intitolato a Van Gogh è stato inaugurato a novembre 2014 e comprende una serie di documenti importanti che testimoniano l’attività dell’artista: in esso sono custoditi circa 205 dipinti e 500 disegni, oltre 850 lettere del pittore e sono stati istallati numerosi percorsi multimediali che aprono le porte della stanza di Van Gogh. Dai venerdì sera in cui il museo è aperto fino alle 22 per ospitare workshops, aperitivi (nel caffè Le Tamburin con piatti a partire da 12 euro), letture di poesie e musica live, alle iniziative per coinvolgere i bambini nella scoperta di “documenti” dell’artista da leggere e colorare con i genitori (Vincent’s Travelling Case), allo shop on line per permettere a tutti di avere un Van Gogh nel salotto di casa, fino alla app Touch Van Gogh che permette di vedere ogni minimo particolare di una tela del pittore (perfino lo scolorimento di un pigmento di pittura sulla tela).

Dalla città natale di Zundert nella regione Brabante, dove Van Gogh nacque il 30 marzo 1853 e dove sarà allestita una mostra fotografica nella ricostruzione museale Van Gogh Huis («Il mondo di Van Gogh», fino all’8 marzo 2015), parte un percorso ciclabile (inaugurato già il 12 novembre 2014 nei pressi di Eindhoven), illuminato da pietre colorate, ispirato a «Notte stellata» lungo circa 600 m, parte di una pista ciclabile di 335 km (Starry Night). Realizzato dal giovane artista Daan Roosegaarde, esso percorre i luoghi simbolo della vita di Van Gogh: procedendo verso Tilburg, il cui museo cittadino ospita la ricostruzione interattiva della sala del liceo reale dove Van Gogh prendeva lezioni di disegno, si giunge a ‘s Hertogenbosch, sede del Noordbrabants Museum, in cui è già stata aperta una mostra importante che tenta di conciliare l’attività dell’artista con l’arte moderna (terminerà il 26 aprile) intitolata «Design dalla terra dei mangiatori di patate. L’incontro con Van Gogh» nella quale sono esposti utensili e strumenti per lavorare la terra, quadri di David Hockney, pittore inglese moderno, stoffe di foulard femminili, che, secondo lo slogan della mostra, sono stati ispirati da Van Gogh (125 years of inspiration). A Etten- Leur, in cui aprì il suo primo studio artistico, una mostra nella chiesa del paese ospiterà alcuni suoi primissimi schizzi, mentre dal 26 maggio al 7 giugno l’evento «Van Gogh vive» animerà alcune vie del centro. Proseguendo per Neuenen, dove Van Gogh visse dal ’83 al ’85, si visita l’interattivo Vincentre, che ospita la ricostruzione dello studio del pittore e lo spettacolo The Vincent Affaire dal 1° aprile al 1° ottobre 2015 , fino alla canonica della chiesa di Breda con il suo piccolo studio.

Il Kröller-Müller Museum di Otterlo ospiterà dal 24 aprile al 27 settembre 2015 la mostra «Van Gogh & Co» in cui le 88 tele e 182 disegni del pittore vengono messe a confronto con le opere dei suoi contemporanei, tra cui Paul Cézanne e Claude Monet.

Ma le pennellate di colore, cariche e veloci dell’artista, l’amore del pittore per i giardini e l’importanza del mercato di fiori olandese sono evidenti nel ritratto floreale del parco di Keukenhof, realizzato con diversi tipi di tulipani. Il Gardenfestival di Appeltern, l’evento annuale di giardinaggio, inoltre, ha scelto dieci giardini ispirati a Van Gogh per una edizione intitolata «Un giardino per Van Gogh» (apertura: 16 maggio 2015).

L’agenda dei vangoghiani è già fitta di impegni…e voi avete già comprato il biglietto aereo?

Van Gogh: un anniversario a tutto colore