Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Nemico del popolo

Nemico del popolo – Ein volksfeind al NTFI2015

Nemico del popolo, anzi Ein Volksfeind secondo la dicitura originale, è uno dei pochi spettacoli internazionali del Napoli Teatro Festival 2015. Thomas Ostermeier è riuscito a mettere in scena il capolavoro di Henrik Ibsen senza tradirlo, ma riuscendo nel frattempo a renderlo straordinariamente attuale. 

La trama è la medesima dell’originale: il Nemico del popolo -che dà il titolo allo spettacolo- è Thomas Stockmann, un medico che scopre che alle terme dove lavora l’acqua è inquinata e causa molti problemi di salute a chi le frequenta. Dopo aver ricevuto risposta ai suoi dubbi grazie ad alcune analisi, decide immediatamente di informare chi di dovere credendo che le autorità troveranno un rimedio all’incresciosa situazione.

Ed è a questo punto che, quasi inconsapevolmente, Thomas (interpretato dal bravissimo Christoph Gawenda) diventa un Nemico del popolo. Suo malgrado scopre che le cose non andranno affatto come sperava. Incontra l’ostilità dell’intera cittadinanza, che non ha nessuna intenzione di rinunciare alla sua fonte principale di guadagno, ma soprattutto si scontra con il suo stesso fratello, che di quelle terme cura gli interessi. Ingo Hulsmann riesce perfettamente a rendersi antipatico al pubblico, mettendo in scena un perfetto ‘uomo politico’ che pensa a tutto fuorché agli interessi dei suoi concittadini.

Nemico del popolo: uno spettacolo attuale

Thomas Ostermaier, regista teatrale e direttore artistico della Schaubune di Berlino, si mette nuovamente alla prova con Ibsen e dimostrando che i quasi centocinquant’anni passati dalla scrittura del testo non lo rendono per questo meno efficace. Mai tema fu più attuale e vicino al pubblico contemporaneo, infatti, di quello della politica che si nasconde dietro la democrazia per giustificare il suo operato. 

E il pubblico è, fin dall’inizio solidale con il dott. Stockmann, anche quando David Ruland, che interpreta l’editore che dovrebbe pubblicare la storia delle terme, scende tra il pubblico a chiedere loro che idea si sono fatti sulla questione e perché parteggiano tutti per il Nemico del popolo. Grazie all’aiuto di un’interprete i presenti in sala riescono così a interagire con gli attori che, senza mai ‘uscire dal personaggio’ rispondono alle loro domande creando una discussione che parte dai temi dello spettacolo e arriva fino ai fatti dell’Ilva di Taranto. 

Finalmente Napoli -e soprattutto il suo pubblico- dimostra di poter apprezzare qualcosa di diverso dagli spettacoli che si vedono normalmente in giro. Nessuno dei presenti, infatti, si è fatto demoralizzare dalle quasi tre ore in tedesco (con sovratitoli ovviamente), mostrando che un teatro di qualità genera sempre reazioni positive, indipendentemente dalla lingua e dalla durata della messa in scena.

DATE 12 GIUGNO (ORE 21.00), 13 GIUGNO (ORE 20.00)
LUOGO TEATRO POLITEAMA
DURATA 2H 15MIN
LINGUA TEDESCO CON SOTTOTITOLI IN ITALIANO

Margherita De Blasi