Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Salotto Paolantoni

Salotto Paolantoni, tra arte figurativa e comicità

Dal 15 al 18 dicembre al Nuovo Teatro Sancarluccio è andato in scena lo spettacolo Salotto Paolantoni, scritto ed interpretato da Francesco Paolantoni.

Lo spettacolo Salotto Paolantoni

In Salotto Paolantoni, l’attore ha proposto riflessioni semiserie, accompagnate da siparietti comici, su vari argomenti che possono svolgersi proprio in un salotto tra amici, in un clima così di totale informalità: in chiave comica e leggera, sono stati affrontati, in questo senso, momenti di politica, sono state espresse parole sull’amore e sulla famiglia, e sul rapporto tra genitori e figli ed uomo e donna; sono stati presentati momenti di medicina, con alcune divagazioni spiritose su ghiandole ed ormoni; ed ancora sono state espresse parole sulla cucina, e riflessioni sull’arte e sulla cultura, vagando indistintamente da un argomento all’altro, e il tutto presentato sempre in uno stile improntato e rivolto alla comicità, alla amenità ed al buon umore.

Ed in Salotto Paolantoni, insieme ai personaggi ed alla comicità dell’attore, anche lo spettatore è stato similmente al centro dello spettacolo: in un contesto di intrattenimento “interattivo” Paolantoni ha invitato il pubblico al dialogo, ad interagire con il comico e con i personaggi mano a mano “portati” sul palco, costituendo momenti metateatrali, di spettacolo nello spettacolo.

Nella parte conclusiva dello spettacolo, inoltre, una serie di piccole sentenze gioviali, e talvolta sarcastiche, con battuta conclusiva a colpo di scena, hanno intrattenuto il pubblico con ulteriori momenti di comicità, che hanno ancora divertito un pubblico che è parso già parecchio divertito.

La scenografia dello spettacolo ha riproposto, seppure in maniera minimalista avvalendosi di due sole sedie di vimini ed un tavolino coordinato, l’ambiente accogliente di un luogo di ritrovo, in cui chiacchierare con tranquillità e dare il via ad una serata di amenità, risate e leggerezza.

Da specificare, inoltre, come lo spettacolo sia iniziato ancora prima dell’entrata in scena dell’attore: Paolantoni, infatti, ha intrattenuto ed accolto, in un certo senso proprio come fosse a casa sua, il pubblico già dall’entrata in teatro, soffermandosi per una stretta di mano, per un saluto e per una fotografia vicino ad alcuni suoi quadri. L’autore ha esposto infatti alcune sue creazioni con colori ed argilla nella sala d’entrata del teatro ed ha spiegato con cura le fasi compositive dei quadri in un clima di grande convivialità.

Una “visita” nel “salotto di casa” di Francesco Paolantoni, insomma, che ha inteso aprire metaforicamente aspetti della sua vita con le altrettanto metaforiche chiavi della comicità, dell’arte, e dell’allegria.

Print Friendly, PDF & Email