Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Wes Anderson

Improteatro Festival, L’inedito – Wes Anderson

Improteatro Festival, giunto alla terza edizione, mette in scena in occasione del secondo appuntamento L’inedito – Wes Anderson, il 27 giugno allo Slash. Lo spettacolo è stato ideato, o meglio improvvisato, dall’associazione nazionale italiana di improvvisazione teatrale Improteatro

L’inedito non è il vero titolo della vicenda rappresentata, anzi, è un inedito di nome e di fatto. Nel rispetto della filosofia del festival, non una stroria, né un copione né un titolo sono stati ideati: tutto ha preso forma davanti al pubblico, a partire dal titolo stesso, “Il bel carpentiere dei Johnson“. L’idea di fondo è proprio quella di presentare al pubblico l’immaginario nuovo film di Wes Anderson, eccentrico regista di Moonrise Kingdom, i Tenebaum e di Grand Budapest Hotel; le musiche, i personaggi e le vicende sono infatti costruite sulla falsariga dei film del regista texano. Il taglio cinematografico alla Anderson è frutto di uno studio sul regista che vede la collaborazione di Inbal Lori, artista di portata internazionale. Un inedito impossibile da replicare poiché fondato su un canovaccio che si basa su un repertorio comune a tutti gli attori, che si scambiano battute in perfetta sinergia, dando vita a situazioni irripetibili. Il pubblico vede per la primissima volta gli esordi di una storia che non annoia, ma che anzi riesce a sorprendere e ad intrattenere piacevolmente. La recitazione si distende in maniera del tutto spontanea e mai impacciata, in maniera tale da far dimenticare allo spettatore dell’assenza di una sceneggiatura.

Con una sequenza di scene che ricorda tanto il montaggio alla Anderson, dopo la creazione del titolo vengono presentate le coppie di personaggi: i signori Johnson (Giorgio Rosa e Maria Adele Attanasio), lui fedele marito alla perenne ricerca di un contatto fisico con sua moglie, donna frigida che confida le sue angosce solo alla domestica; il figlio dei Johnson (Eugenio Galli), giovane scout appassionato di bandiere e la loro figlia (Annalisa Arione), attenta osservatrice e disegnatrice compulsiva; la domestica pettegola Francisca (Lara Mottola) e la sua silenziosa aiutante. A Fulvio Maura è affidato il ruolo di voce narrante, che fornisce ai personaggi il filo conduttore della storia. Il movente di tutta la vicenda è un fascinoso carpentiere, interpretato dallo stesso Eugenio Galli, che irrompe nella routine quotidiana della famiglia Johnson, facendo breccia nei cuori delle donne di casa, e non solo nei loro cuori.

Improteatro festival prosegue con la sua particolare rassegna fino al 12 luglio, in luoghi altrettanto interessanti, come quello dello Slash. Il 28 giugno il terzo appuntamento vedrà la messa in scena di “Harold” alle stufe di Nerone, mentre in occasione del quarto appuntamento la compagnia CambiScena rappresenterà alla Sala Assoli “Director’s Cut“.

Wes Anderson

– L’inedito – Wes Anderson per Improteatro Festival 2015 –

Print Friendly, PDF & Email