Seguici e condividi:

Eroica Fenice

buona giornata

Buona giornata amore mio

É l’alba. Il momento della giornata che preferisco. Tutto tace, posso ascoltare i miei pensieri e il brusio del caffè che comincia ad uscire dal camino della moka. La tazza con il latte l’ho già preparata a capotavola, un cornetto integrale in un piattino alla sua destra. Macchio quel latte così bianco con quel caffè così nero. Due colori così decisi, si stemperano caldi l’uno nell’altro, creando sfumature e vortici. Zucchero. Cucchiaino. Giro.
Mentre giro la casa si sveglia. Mio marito arriva in cucina già pronto per uscire. Vestito blu, cravatta rossa. Occhi verdi, così verdi da perderci la testa. Ricordo quando li vidi per la prima volta quegli occhi. Pioveva. Ero al bar. Ero seduta al tavolino con delle amiche quando mi arrivò un caffè ed un bigliettino: “Ti scriverei buona giornata amore mio, se questa fosse una buona giornata, se tu fossi il mio amore. Vieni a pranzo con me, potrebbe uscire una bella giornata, potrebbe nascere un amore“. Sorrisi e pensai che quella situazione fosse alquanto bizzarra. Mi divertiva. Il cameriere mi indicò l’autore di quel gesto audace e presuntuoso, che le mie amiche trovarono estremamente romantico. Andai a pranzo con quegli occhi verdi, uscì il sole, ci innamorammo. E quegli occhi, oggi, 18 anni dopo sono belli come allora. Beve quel che resta del caffè versandolo nella sua tazzina bianca dai decori neri. Prende le chiavi di casa, apre la porta. Faccio in tempo a dirgli “Buona giornata amore mio!“. Non ricevo risposta.
Il latte si è riscaldato, il caffè raffreddato. Faccio il primo sorso e mio figlio assonnato, con lo zaino sulle spalle si prepara due fette biscottate con la nutella. Gli occhi sono piccoli piccoli a causa del sonno, così socchiusi che nemmeno mi vede. Si decide ad uscire. Buona giornata amore mio. Ancora una volta, nessuna risposta.
Di corsa, invece, entra in cucina la principessa di casa. Vanitosa con le sue ore davanti allo specchio. Ha preso da me. Vorrei che facesse una colazione sostanziosa. Macchè. Le calorie, mamma, sai quante calorie ha quel cornetto anche se integrale. Riesce sempre a farmi sentire in colpa. Questo succedeva ieri però, oggi è troppo in ritardo per pensare a me e ai miei chili di troppo. Beve un bicchiere d’acqua tiepida con il limone. Prende lo yogurt dal frigo e lo infila in borsa. Lo mangerà a metà mattinata.

Buona giornata amore mio, buona giornata

Che ve lo dico a fare, non risponde. Sono qui, qui sono restata, ma non ci sono. Quell’uomo che tanto diceva di amarmi mi ha uccisa senza amore alcuno. E lui vive la vita che mi ha tolto, ed è genitore di quei figli a cui ha tolto la madre.
A questa Italia che toglie giustizia a se stessa, a questa Italia sotto la pioggia, auguro che spunti il sole.
Allora Buona giornata, Italia mia. Buona giornata. E che lo sia per il mondo intero.

Roberta Magliocca

Print Friendly, PDF & Email