Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Come ti vedi tra dieci anni?

Come ti vedi tra dieci anni?” è il titolo del primo video pubblicato sulla nostra web TV, Eroica TV.

Questa domanda, posta allo stesso modo a più intervistati, ha fatto venir fuori tutti i sogni, i desideri, le speranze e soprattutto le paure, pensando ad un “domani” che non si prospetta come uno dei più rosei. Alcuni non sono riusciti a pensare subito al loro futuro, quasi spaventati dal cammino che ancora dovranno percorrere per raggiungere gli obiettivi preposti. Qualcuno più ottimista esorta gli altri a migliorarsi e a migliorare insieme, dicendo: “Studia, impegnati e tutto ti verrà ripagato!”. Altri, più scettici non credono in un cambiamento e ritengono di aver sprecato la cosa più preziosa: il tempo.

Ciò che preoccupa di più è la disoccupazione. Ogni ragazzo vorrebbe avere la soddisfazione di poter svolgere un lavoro, per il quale si è impegnato con anni di studio. La situazione odierna influenza molto i giovani anche nella scelta delle facoltà universitarie. Pensando, infatti, che un determinato percorso di studi dia maggiori opportunità di lavoro, si indirizzano verso questo, tralasciando spesso le loro vere ambizioni. Sono molti i ragazzi che non riescono proprio ad immaginare un futuro in Italia e che si vedono proiettati all’estero. Forse questo potrebbe essere un fattore positivo nel tentativo di ampliare i propri orizzonti, ma davvero rimanere nel proprio Paese è diventata un’utopia? Certo è che, se tutti resteranno fermi ad aspettare che sarà il tempo ad aggiustare le cose, non si risolverà nulla. Non dovremmo scoraggiarci, né lasciarci scoraggiare, perché i nostri sogni, per quanti ostacoli possano avere, restano pur sempre la nostra meta.

Intanto, si continua a parlare di una vera e propria “fuga di cervelli”, alla quale si dovrebbe porre rimedio, incoraggiando i giovani a restare, ma, per ora, molti si trovano davanti ad un bivio: rimanere e sfidare la precarietà o partire sperando in carriere migliori all’estero? Qualche intervistato ha detto:“Cerca di cambiare la situazione!”, ed è proprio questo che ognuno, seppure a modo suo, deve fare.

Gandhi un giorno disse: « Sono le azioni che contano. I nostri pensieri, per quanto buoni possano essere, sono perle false fintanto che non vengono trasformati in azioni. Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo ».

“Come ti vedi tra dieci anni?”

Print Friendly, PDF & Email