Seguici e condividi:

Eroica Fenice

spot cono sammontana

Spot del cono Sammontana 2017: una analisi Filologica del testo

Buonasera

la vostra Redattrice preferita vi dà il bentornato al tradizionale articolo estivo per la stagione 2017! Come ben sapete, affezionati Lettori, d’Estate sono tormentata dai tormentoni, ma sono anche Filologo e Critico Letterario per formazione e dunque la mia Natura mi chiama alla comprensione profonda del Testo, tanto più quando esso appare oscuro e di difficile interpretazione…

Ebbene sto parlando del tradizionale spot del cono Sammontana, assurto al rango di nuovo tormentone, che da ben 3 edizioni ormai (e dico 3!) fa da sfondo alla nostra “Estate Italiana” di quando guardiamo Beautiful Il Segreto (quando siamo giustamente a mare con le gambe in ammollo non lo sentiamo). Con l’analisi che mi accingo umilmente a fare ho la nobile intenzione di servire la Scienza e quanti come me quando passa questo spot vorrebbero lanciare il televisore dalla finestra.

Mi accingo umilmente a cominciare l’analisi dello spot Sammontana:

“Cara mia estate, gambe da rasare,     – *
Io quattro esami, gli altri i selfie al mare.
Assaggio tutto: il morbido, 
il cremoso, pure la parmigiana…     – NOTA 1
… sarà il nervoso?
Voglio un’anatra vegana.     – NOTA 2
Quattro di notte, è arrivato l’arrotino.    – NOTA 3
Ti piacciono i coni? 
Cinque stelle al croccantino.

Vado in bici come Don Taddeo  – NOTA 4
in pattino col pareo.
Partiamo, non partiamo,
se mi fai una ricarica prenotiamo.
Tienimi stretta estate, 
tienimi fra i fagiani.  – NOTA 5
Cinque stelle al croccantino…
… tre amiche, i sette nani.  – NOTA 6
Cinque Stelle Sammontana,
grazie a tutti per la vostra estate italiana.”

*Innanzi tutto una premessa: ricordate il testo precedente? Diceva “Estate è DOVE accadono le cose” a tal proposito ho controllato al catasto delle città d’Italia e non c’è nessun comune, in nessuna provincia di nessuna regione, di nome “Estate”… spiacente di deludervi: non so dove possiate andare per far accadere queste… “cose”.

NOTA 1: si potrebbe obiettare che tale dicitura su cose “morbide” e “cremose” senza specificare quali esse siano potrebbe dare adito a fraintendimenti… ma mi limiterò a dare consigli salutari per la vostra digestione: cari Lettori, meglio evitare di mescolare cose “morbide” e “cremose” di incerta natura con la parmigiana, già pesante di per sé; meglio assaggiare la parmigiana (ché ne vale sempre la pena!) e armarsi di bicarbonato.

NOTA 2: “Anatra Vegana”: questa specie è di incerta definizione. Per documentarmi ho spulciato i cataloghi zoologici scientifici della biblioteca, ma, haime, nulla ho cavato fuori. Così ho ipotizzato 3 possibili soluzioni: tale specie è molto rara e in via di estinzione tale specie vive solo a Estate, questo luogo nebuloso e favoleggiante che non c’è sulle carte, ma alla seconda stella a destra e poi dritto fino al mattino te lo trovi di fronte tutte le anatre sono vegane, dato che non s’è mai vista un’anitra nutrirsi di hamburger, hot dog e lombo di manzo arrostito.

NOTA 3: l’arrotino non passa alle 4:00 di notte… se lo facesse credo che come minimo la brava gente che a quell’ora dorme gli rovescerebbe in testa l’intero secchio dell’organico o conserverebbe apposta qualche pannolino ammuffito di figli e nipoti…!

NOTA 4: Don Taddeo è il fratello dritto di Don Babbeo: dopo le anticipazioni dello spot in arrivo per questo inverno la nuova fiction italiana “Don Taddeo e i suoi fratelli: 3 fratelli, 3 frati”.

NOTA 5: la NOTA 5 si richiama strettamente alla NOTA 2: il testo è un continuo richiamare fagiani, anatre e uccelli di varia natura… una coincidenza? Io non credo…

NOTA 6: …. cara Voce Narrante, mi rivolgo a te: mi spieghi con le tue 3 amiche cosa c’entrano i 7 nani…? Avrei capito se avessi detto “la mia amica che non si abbronza pur stando 10 ore al sole e i 7 nani”, ma così proprio no… Anche se tra i fagiani, l’anatra vegana e i nani… beh…. tutti i gusti sono gusti…!

Ultimo consiglio: le gambe non le rasate col rasoio, se non volete ritrovarvi la spazzola per pulire le scarpe sui polpacci! Se, come la voce narrante, siete maschietti, magari potete anche astenervi dalla tortura di una ceretta e basta…

e non mordete fondoschiena di sconosciute…

Buona Estate Italiana a tutti!