Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Natale

Il vero senso del Natale

I Romani erano persone particolari; avevano un modo di vivere che abbiamo perso. 

Percepivano il Senso.

Diamo sempre per scontato che stanotte ci addormenteremo, e domani, svegliandoci, il Sole sorgerà ancora, e poi ancora, e ancora…

come diamo per scontato che oggi avremo una persona ad aspettarci, ad amarci, e poi ci sarà anche domani, e poi tra un mese, e sempre…

I Romani non davano per scontato niente

E quando si appressava il Solstizio, il 21, la Notte diventava sempre più incombente, soffocava. Il Buio, sempre più presente, faceva paura. 

Temevano che il Sole non sarebbe più tornato.

E se il Sole non tornava non sarebbe tornata la Luce, le gemme sugli alberi, la Vita. 

Erano sagaci i Romani, tenaci, dei veri guerrieri. Non si arrendevano mai e se occorreva, potevano sfidare pure il Sole. Se il Sole mancava ne accendevano tanti piccoli altri, tante piccole fiammelle, piccoli fuochi ovunque per guardarsi lo stesso, per parlarsi, per Vivere. E se gli alberi tendevano solo rami spogli, li ricoprivano: frutta, cibo. 

Non perdevano mai la speranza i Romani

E se il buio era fitto, attendevano con più forza il Sole.

E se la Natura riservava solo sferzate e desolazione

si fingevano la Vita 

e la Bellezza.

Se avevano freddo si abbracciavano.

Il nostro Tempo è viziato

è arrogante

ha dimenticato cosa significa lottare

ha dimenticato che nessuno può vivere su questa Terra da solo

e che l’unica cosa che ci fa vivere è il concetto di Amore Assoluto.

Per questo il Natale è la festa di chi si ama. Natale significa: “Se hai paura, ci sarò io ad abbracciarti

se avrai freddo ti coprirò le spalle

se ti sentirai solo, guardami, mi troverai

se la Vita ti ha martoriato, ti ha ferito, ti ha tolto tutto e ti ha lasciato prostrato, senza speranza

non ti arrendere,

io ci sono

E poi il Sole torna.”

Il vero senso del Natale

Print Friendly, PDF & Email