Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Le tre città : Luoghi ancestrali senza tempo


La città di pietra
si presentava insormontabile e priva di ogni passaggio per accedere ad essa, era una delle tre città, le altre due erano distanti circa 30 giorni di cammino a piedi (per l’impraticabilità dei luoghi) l’una dall’altra, fino a formare un triangolo equilatero, dove al centro di questo era stato collocato in tempi molto remoti, da una civiltà sconosciuta, un alto monolite che molto probabilmente serviva ad indicare la direzione e il trascorrere del tempo. La città di pietra si ergeva al di sopra di vallate e burroni che fungevano a protezione di essa, le pareti erano blocchi unici, levigati e verticali, sormontati in modo da formare più piramidi a gradoni fino ad innalzarsi in altissimi monoliti cuspidati. I blocchi squadrati di pietra granitica a tratti sembrano consumati e segnati dal vento, ma soprattutto dai millenni.

La città di metallo era in altrettanto modo inaccessibile, e con eguali caratteristiche strutturali (di tipo piramidale) ma, a differenza della città di pietra, presentava un accesso buio, non si potrà mai sapere dove conducesse perché irraggiungibile in quanto protetto da un burrone artificioso. Le lisce pareti realizzate con una lega di metallo sconosciuta (forse il mitico oricalco), che alla luce si presentava luminoso (qualcosa di simile al rame). Negli angoli si evidenziavano enormi viti bullonate, tutto intorno brillava di metallo luccicante, e le cuspidi si presentavano terminanti in sfere.

La città di ghiaccio era molto simile per fattezze alla città di pietra, svettante verso l’alto con torri monolitiche cuspidate a formare una elle sul suolo. L’enorme città presentava una struttura difensiva, interamente circondata da un burrone ghiacciato, dietro si ergeva un’enorme montagna di ghiaccio, questa città a differenza delle altre sembrava interminabile per la sua ampiezza in profondità, era fredda ed ermetica senza vie d’accesso, in alto osservando il cielo plumbeo una strano sole poco nitido splendeva.

In che tempo furono erette queste straordinarie città dall’ubicazione segreta?…Perché, qual’era la loro funzione?… Chi le abitava? Domande inutili nell’osservare queste meraviglie dell’architettura realizzate in ghiaccio, metallo e pietra, strutture impenetrabili e alimentate da continue uscite di vapori sotterranei provenienti da bocche di origine vulcanica!

Le tre città da sempre nascondono segreti imperscrutabili!

– Le tre città –

<h2>Le tre città: luoghi ancestrali senza tempo</h2>