Seguici e condividi:

Eroica Fenice

dimenticato dal sole

Racconti eroici: Dimenticato dal sole

L’estate risucchiava le persone dalla città lasciandola quasi deserta. Ogni strada, svolta o angolo, trasudavano di una soffocante malinconia.
L’attendevo come un sogno d’amore. Mi sedevo all’ombra del portico e la osservavo correre al bar di fronte tra un’ordinazione e l’altra. Non c’era sole più luminoso del suo sorriso.
Non potevo rivolgerle la parola né stringerla a me.
In un giorno afoso la vidi abbracciarsi con un altro uomo, felice. Capii che mia madre mi aveva dimenticato.

Luca Zibra

Dimenticato dal sole, il racconto di Luca Zibra