Seguici e condividi:

Eroica Fenice

tempo

Tutto il tempo del mondo

Tutto il tempo del mondo

La vita fugge, et non s’arresta una hora
et la morte vien dietro a gran giornate
et le cose presenti et le passate
mi dànno guerra, et le future anchora.

(Francesco Petrarca)

Si parte sempre dall’idea di avere a disposizione tutto il tempo del mondo:
tutto il tempo del mondo per prendere una decisione, per cambiare lavoro o cercarne uno, per vedere posti nuovi, per assaggiare quel piatto prelibato decantato tanto da chi il palato ce l’ha fino
tutto il tempo del mondo per chiarire una situazione, per rompere un rapporto e ricucirne un altro, per mandare qualcuno a quel paese, per dire: Ti voglio bene.

Tutto il tempo del mondo per vivere, amare, ridere.

Eppure il tempo corre così velocemente e noi lo sappiamo anche! Non facciamo che dirlo, che leggerlo nella storia di quel libro appena terminato, ascoltarlo in tv, alla radio, per strada

… e ce ne lamentiamo, ce ne spaventiamo!

Ma ugualmente pensiamo di avere sempre tutto il tempo del mondo, anche quando vediamo che i giorni corrono, i mesi finiscono in un batter d’occhio e gli anni volano.
Il tempo fugge e lo capiamo guardando all’amica che aspetta un bambino, al padre che ha i capelli giorno dopo giorno sempre più grigi, alla sorella che si laurea, al nonno troppo vecchio

ma crediamo lo stesso di avere tutto il tempo del mondo.

Poi un giorno ci svegliamo e vogliamo tornare indietro.
Vogliamo tornare indietro per volare a Sidney e nuotare con i delfini, per dire quel Ti voglio bene dato troppo per scontato, per mandare finalmente quel qualcuno a quel paese, per fare quella telefonata e dire: Ciao, come va?, per fare il bis di quel piatto prelibato, per dire Addio a qualcuno e Ben ritrovato! a qualcun altro.

Vogliamo tornare indietro per vivere, amare, ridere perché non sempre lo abbiamo fatto

Un giorno ci guardiamo intorno e vogliamo fermare il tempo.
Vogliamo fermare il tempo e capire quando e perché i capelli di quel padre sono diventati tutti bianchi e le sue spalle un po’ più curve, quando quella sorella ha deciso di prendersi un’altra laurea e cambiare vita, quando il figlio di quell’amica ha imparato a scrivere in corsivo, come fare per riabbracciare anche solo per un minuto quel nonno che non c’è più

E in questi momenti ci rendiamo conto che è sempre troppo breve tutto il tempo del mondo.

Tutto il tempo del mondo