Seguici e condividi:

Eroica Fenice

BROS AND BUN apre a San Giorgio a Cremano

BROS AND BUN

Un nuovo habitat per carnivori gourmand, un nuovo indirizzo per mordere panini golosi tra luci soffuse e design ricercato: apre a San Giorgio a Cremano BROS AND BUN.

Un progetto audace che nasce dal sogno comune di due giovani fratelli, Annalisa e Gennaro Alfiero, di portare in Italia un’idea di hamburgheria propria delle grandi metropoli europee. Un luogo che fa dell’architettura, del design e della qualità dei piatti gli strumenti per rompere gli schemi e portare l’esperienza del bun a un livello superiore.

La proposta di valore scelta da BROS AND BUN è offrire sensazioni di gusto inedite, raffinate ma al contempo semplici, senza troppi orpelli e senza la rigidità tipica di alcuni ambienti di fine dining.

Addentare un panino diventa un’esperienza di piacere da vivere nell’eleganza di un luogo di grande impatto sensoriale e con un servizio attento e curato.
Ad ispirare i due fratelli sono stati i viaggi e la passione per la carne e il buon cibo: “Dietro ogni scelta, ogni dettaglio, ci sono le nostre esperienze all’estero, soprattutto quelle maturate a New York, Londra e Parigi, poi la nostra passione per la ristorazione di qualità e la curiosità per tutto ciò che è bello”, afferma Annalisa Alfiero, 27 anni. È lei l’anima del luogo, lei l’artefice delle scelte di arredo, decor e mise en place. “Con Bros And Bun vogliamo offrire un’esperienza gastronomica tra lusso e semplicità, con una pro-posta di burger, appetizer, salse e tagli di carne di alta qualità serviti in un ambiente curato in ogni dettaglio”, aggiunge Gennaro Alfiero, 34 anni, selezionatore delle materie prime.

LO CHEF E LA CUCINA

Giuseppe Gaudiano, napoletano, classe 1987, numerose esperienze in Italia e in Europa, è lo
chef di Bros And Bun. Taste hunter e appassionato di carne, Giuseppe propone un menù moderno, cosmopolita ma dalla verve partenopea.
Punto focale è il bun, il panino tondo, realizzato
da Cesto Bakery di Torre del Greco: una ricetta esclusiva che dona la giusta consistenza, morbidezza ed equilibrio a uno degli elementi distintivi che fa di un panino un grande panino. Le carni per l’hamburger sono frutto di una attenta selezione, la Selezione Bros, che privilegia razze e filiere certificate.
I piatti rivelano suggestioni e incursioni di altre culture e paesi, in primis la Francia, per la quale Gaudiano nutre una passione particolare che si rivela nelle sue salse: il paté di tartufo nero, la maionese alla barbabietola e la senape al miele.
Gli appetizer dalla tartare di manzo alle pommes soufflé alla Nerano sono un preludio ai signature buns e alla proposta di carni al piatto. Altrettanto curata è l’offerta di patate, contorni e dolci rigorosamente fatti dallo chef.
La carta del beverage dà spazio alle birre artigianali tra cui due ricette esclusive di Lager e Red strong ale con etichetta Bros And Bun ai vini italiani e alle bollicine d’Oltralpe, con una selezione finale di liquori e distillati.

ARCHITETTURA E DESIGN

Il progetto architettonico del locale è stato affidato a Costa Group, leader internazionale nella progettazione e arredamento nel settore ristorazione, che ha ben saputo cogliere le idee dei committenti e il concept aziendale. L’ispirazione viene da ambienti Art Déco, linee morbide e materiali di pregio connotano gli spazi: legno di mogano, piani materici

che rimandano al marmo calacatta oro, ampi divani in velluto capitonnè, carta da parato dal disegno rétro e una particolare attenzione al lightdesign. La cucina è a vista sulla sala

e dotata delle più aggiornate tecnologie e dotazioni come il forno a carbone Josper: uno strumento innovativo che unisce la tradizionale cottura sulla griglia con carbone da legna con
il design e la praticità di un forno. Un lungo bancone con sgabelli alti fa da trait d’union tra l’ambiente di lavoro e la sala: qui i burger lovers si godono il piatto e la vista della brigata di cucina all’opera.

IL LOGO

Un fenicottero stilizzato, dal profilo oro su campo blu notte, è il logo e l’icona del locale. La scelta, apparentemente unusual, nasce da una precisa volontà di differenziarsi dall’appiattimento diffu-so dello stile dei marchi legati al mondo della ristorazione, molto spesso banalmente ispirati al prodotto proposto o a tratti grafici privi di un’anima pubblicitaria.

Il Fenicottero è un animale regale, che vive in gruppo, considerato sacro nell’antichità, “uccello dei quattro elementi” (aria, acqua, fuoco, terra), secondo la mitologia classica. Da sempre è simbolo di positività, fascino, eleganza e sincerità, valori alla base del progetto imprenditoriale dei fratelli Gennaro e Annalisa Alfiero.

Il progetto creativo – firmato dall’agenzia Wstaff ha recuperato i valori intrinseci del fenicottero, spogliandolo tuttavia dei colori modaioli e più scontati. Il risultato è un’icona stilizzata dal profilo oro su un campo blu notte, una scelta cromatica che va nella direzione della preziosità e dell’eleganza, elementi cardini di questa nuova avventura imprenditoriale.

page6image5764928 page6image5762224

page6image11537216

SAN GIORGIO A CREMANO

Alle falde del Vesuvio, il comune è ormai parte integrante dell’agglomerato urbano della città di Napoli. Celebre per aver dato i natali a Massimo Troisi, San Giorgio a Cremano è rinomata per le Ville e i giardini di delizie costruite al tempo dei Borbone, tra il Sette e Ottocento, dall’aristocrazia partenopea lungo la strada del cosiddetto Miglio d’oro.

La Reggia di Portici voluta da Carlo I di Borbone
– oggi sede della facoltà di agraria dell’Università Federico II di Napoli e Orto botanico; il Museo ferroviario di Pietrarsa che racconta la prima ferrovia di Italia (Napoli-Portici); la monumentale Villa Vannucchi ed ancora Villa Bruno sono solo alcuni dei luoghi di interesse storico artistico che il territorio offre.

CONTATTI

58 coperti Sempre aperto e solo di sera con i seguenti orari: lunedì > giovedì: 19.30 -00.00 venerdì e sabato: 19.30 – 00.30 domenica: 19.30 – 00.00 Indirizzo: via Galante, 55/63 Tel. 081 18810158 www.brosandbun.it

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply