Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Billy Lynn – un giorno da eroe di Ang Lee

Billy Lynn è una feroce e coraggiosa critica alla società americana contemporanea.

L’imprevedibile regista Ang Lee, dopo aver diretto opere cinematografiche diverse nei generi e di elevato spessore tematico come: I segreti di Brokeback Mountain, La tigre e il dragone e Vita di Pi (con cui ha trionfato agli Academy Awards nel 2013 per la Miglior regia) è di ritorno per il grande cinema dopo qualche anno d’attese, con un nuovo film coraggioso nel contenuto e spettacolare nelle tecniche di ripresa e di montaggio, affrontando questa volta il genere drammatico / bellico.

Billy Lynn – Un giorno da eroe, ispirato al best seller di Ben Fountain Billy Lynn’s Long Halftime Walk, per una trasposizione firmata da Jean Cristophe Castelli e successivamente edito in Italia da Minimum Fax con il titolo È il tuo giorno, Billy Lynn, narra di un gesto eroico di un giovane militare statunitense durante la Guerra in Iraq. Il film non ha ottenuto alcuna nomination per la notte degli Oscar e freddezza da parte della critica anche se di grande interesse per la contrastante alternanza tra scene di guerra e momenti di grandi festeggiamenti commemorativi, con l’apporto rivoluzionario di tecniche innovative in fase realizzativa, ad ogni modo sta ottenendo consensi positivi dal pubblico raccontando la guerra vista dagli occhi di un ragazzo al fronte.

Il gesto che hai compiuto non appartiene più a te, ora è storia americana” – cit. dal film.

La trama: Il racconto è incentrato sull’azione eroica di un giovane militare e dei suoi compagni del Reparto Bravo durante una missione di guerra in Iraq, narrando di come un soldato semplice, senza alcuna ambizione e con poca motivazione verso il servizio svolto nel paese ostile, possa in breve tempo trasformarsi in un eroe nazionale. Billy Lynn (Joe Alwyn al suo primo film) in seguito ad un’azione militare eccezionale viene richiamato in patria negli USA per essere osannato da eroe, in occasione dei festeggiamenti culminanti nel Giorno del Ringraziamento. Durante l’intervallo della tradizionale partita di football, i giovani eroi vengono premiati con una festa ed uno spettacolo pirotecnico; intanto Billy Lynn viaggia con la mente su un doppio binario diviso tra i ricordi frammentari di scontri a fuoco (rivelati attraverso una serie di flashback) e il suo rientro trionfale in patria, senza che nessuno consideri il trauma vissuto per la perdita di un compagno di battaglione.

La realtà di Lynn in parte artefatta e contrastante con ciò che è realmente accaduto, assume contorni e significati diversi, soprattutto se celebrata in modo glorioso durante un evento commemorativo.

Dietro il set: Ang Lee sovverte nella sostanza il genere war movie rivoluzionando le tecniche di ripresa sui set e girando l’intero film con una risoluzione ultra HD girata in 120 fotogrammi al secondo, battendo un precedente e ambizioso traguardo tagliato solo ne Lo Hobbit realizzato in 48fps.

L’innovativo Maestro del cinema contemporaneo del resto è noto nel voler sperimentare l’alta tecnologia del 3D nei suoi film, anche se tali scelte comportano un margine di rischio elevato negli effetti visivi, nitidi in modo sorprendente a tal punto da risultare estranianti allo spettatore per la realtà visiva rappresentata in oggetto. Da sempre il pubblico tradizionale è abituato a guardare i film girati in 24 fotogrammi al secondo e tali effetti rivoluzionari possono anche essere percepiti come espediente per attirare l’attenzione su un prodotto trattante un genere bellico già enucleato da numerosi registi di fama mondiale come Ridley Scott, Stanley Kubrick e Oliver Stone – per citarne alcuni – anche se con un punto di vista totalmente diverso dai numerosi film di guerra ad oggi prodotti.

Ciò in cui si pecca è la narrazione, ambientata in un solo giorno, a tratti piatta e priva di calore umano nei personaggi, probabilmente una scelta voluta dal regista per estraniare i protagonisti da una verità scomoda, mettendo in rilievo la rigidità militare.

Tra gli altri attori che prendono parte in Billy Lynn – un giorno da eroe diretto da A. Lee vanno menzionati: Garrett Hedlund, Kristen Stewart, Vin Diesel, Steve Martin e Chris Tucker.

Un gesto eroico può cambiare la vita”, buona visione a tutti.

<h2>Billy Lynn – un giorno da eroe di Ang Lee </h2>

Print Friendly, PDF & Email