Seguici e condividi:

Eroica Fenice

The Reunion di Odell: una scomoda verità

The Reunion di Odell: una scomoda verità

The Reunion diretto da Anna Odell è un film drammatico di forte denuncia contro il bullismo e le sue conseguenze. Per Odell nulla va rimosso nei ricordi tragici vissuti dalla protagonista, da lei stessa interpretata, bullizzata durante la formazione scolastica, e non può esistere alcuna forma di perdono sulle conseguenze psicologiche di un’esistenza tormentata e privata del minimo rispetto.

Sono i fantasmi del passato che ritornano inaspettati, pronti a colpire ancora, riproponendo situazioni analoghe. La giovane regista, ispirata da episodi autobiografici e vissuti in prima persona, mette in scena per il cinema un’opera di denuncia su scomode verità tenute nascoste ed interiorizzate, gesti e situazioni di sopraffazione, generati per annullare ed annichilire la persona considerata scomoda e fuori dal gruppo.

“Ogni giorno era una fatica per me, non do la colpa a nessuno, ma ciò nonostante vorrei dire ora ciò che non potevo dire allora”

Tutto ha inizio durante il corso di una riunione tra ex compagni di scuola: vent’anni sono trascorsi dalla fine degli studi e dal conseguimento del diploma, c’è gioia, cameratismo e goliardia nel ritrovarsi per trascorrere una serata nel ricordo dei tempi andati, ma un’inaspettata presenza, quella di Anna, giunta in ritardo all’insolita riunione, sconvolge e stravolge le intenzioni di tutti i partecipanti. La ragazza dopo un timido ingresso replica male alla frase introduttiva di un giovane compagno perché per Anna quell’incontro non ha le stesse motivazioni degli altri, a quel punto prende la parola lanciando accese accuse ai suoi ex compagni di classe, riguardanti presunte aggressioni fisiche, psicologiche e verbali avvenute durante le frequentazioni scolastiche.

Un periodo triste e doloroso ma ben conservato nei ricordi della ragazza che spesso veniva allontanata ed evitata da tutti. La verità spesso risulta scomoda anche a distanza di anni, generando ulteriori risentimenti tra i presenti in sala, mettendo in risalto la paura, il senso d’appartenenza, l’identità violata e la sopraffazione. Durante questa rimpatriata, Anna ancora una volta viene estromessa dal gruppo, allontanata in modo fisico, cacciata perché per una volta ancora risulta come una presenza scomoda. La festa prende tutt’altra piega e viene turbata da lontani ricordi che emergono dalle macerie come imponenti macigni pronti a colpire tutti i presenti, anche se Anna attraverso l’innesco di un suo meccanismo di autodifesa vuole solo essere ascoltata non biasimata, rivelando con coraggio a tutti il disagio che nutriva da anni, nel triste ricordo di fatti spiacevoli.

The Reunion, un film dalla forte ispirazione autobiografica

La regista Anna Odell, in veste anche di sceneggiatrice ed attrice nel ruolo di protagonista, racconta come si sia ispirata ad un episodio intercorso nella sua vita, riguardante un suo mancato invito ad una festa di ritrovo tra vecchi compagni di scuola. Questo episodio ha scatenato la sua curiosità sul perché dell’esclusione dai compagni con cui aveva trascorso nove anni insieme. L’esperienza personale della regista è servita come base di partenza per una ricerca, su cosa succede quando le vecchie gerarchie vengono messe in discussione! Che sarebbe successo se Anna avesse presenziato alla riunione anche in mancanza di un invito?

“The Reunion è un film coinvolgente e di natura concettuale”

Anna Odell, donna dalla ferrea personalità, si è formata presso una delle più prestigiose accademie d’arte svedese, successivamente si è messa in mostra per il pubblico dopo aver inscenato un suo mancato suicidio, la Odell solo dopo essere stata rinchiusa in un ospedale psichiatrico ebbe modo di rivelare il suo gesto di pura natura artistica. La sua opera cinematografica di forte denuncia rompe la cortina d’omertà sul silenzio generato dalle sopraffazioni. Una prova di grande coraggio e denuncia sulle numerose vittime del bullismo.

The Reunion (titolo originale “Atertraffen”) distribuito da “Tycoon Distribution è stato presentato nel 2013 alla “70° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, conseguendo il “Premio Fipresci” come “Miglior Film Orizzonti” e Settimana Internazionale della Critica, vincitore inoltre dell’ Oscar nazionale in Svezia come miglior film e sceneggiatura dell’anno. Inoltre per il cast figurano: Anders Berg e Sandra Andreis (entrambi hanno preso parte nella saga “Millennium”).

“The Reunion di Anna Odell è un film che lascerà di sicuro un segno”

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *