Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Cantastorie al Teatro Cilea: Lino Volpe

Un vero e proprio amore per la musica e l’interesse di mantener immortale la memoria della canzone napoletana, quello che spinge Lino Volpe, artista napoletano, a diventare un “Cantastorie di altri tempi”.
“Spassatiempo” è il titolo dello spettacolo in cui l’artista si esibirà in un’unica data il 17 maggio alle ore 19:00 al Teatro Cilea di Napoli. Si tratta di un percorso che vede protagonisti i testi che hanno reso Napoli e la canzone napoletana nota nel mondo.
Da Raffaele Viviani con “O’guappo nammurato” a E.A.Mario con “Canzone appassiunata”, da Libero Bovio a Salvatore di Giacomo, senza tralasciare particolari brani della cultura pugliese, siciliana o calabrese.

La fusione dei brani della tradizione meridionale italiana e i racconti ironici con una morale nascosta, accompagneranno l’artista attraverso il suo viaggio nell’universo dello “Spassatiempo”.

Da dove nasce la sua passione per la musica?

Da sempre direi, poi è diventata studio, e nel corso della mia vita si è trasformata in un vero e proprio lavoro. In famiglia mi hanno sicuramente influenzato mio nonno, un batterista cantante nato alla fine dell’800 e mio padre, che è stato un grande appassionato di canzoni napoletane.

Cosa significa essere un “cantastorie di altri tempi?”

La definizione è di Gianni Occhiello, uno scrittore e giornalista, che qualche anno fa, commentò così un mio spettacolo. È una definizione che amo molto e che racconta bene quello che faccio sul palco. Il filo conduttore delle mie esibizioni, alterna musica e parole intrecciandole in un’unica trama narrativa. Il centro del mio interesse è la memoria, raccontata attraverso commedie nelle quali rivisito le trasformazioni che il tempo inevitabilmente apporta ad ogni cosa.

Ci può dare un assaggio del suo “Spassatiempo”? 

Spassatiempo è un recital, che affonda la sua struttura nel Teatro/Canzone, quindi in scena alternerò monologhi, spero divertenti, a canzoni tratte dell’ enorme catino della canzone classica napoletana, durante lo spettacolo eseguirò brani di E.A. Mario, Libero Bovio, Salvatore Di Giacomo e Raffaele VivianiSul palco mi accompagnerà una formazione di 4 elementi, Spassatiempo è anche un cd che ho registrato quest’inverno e che presenterò in anteprima al Teatro Cilea di Napoli. 

Quali sono i suoi progetti per il futuro?

Per il futuro? Molte cose bollono in pentola, il progetto che mi sta prendendo di più riguarda la scrittura della colonna sonora, di un progetto teatrale, al quale sto lavorando insieme a Franco Ponzo. È uno spettacolo che vedrà ancora uno volta Napoli al centro della mia attenzione, è un lavoro al quale tengo molto, e che spero vedrà la luce quanto prima.


-Cantastorie al Teatro Cilea: Lino Volpe-

Print Friendly, PDF & Email