Seguici e condividi:

Eroica Fenice

love

I still love you e il fenomeno young adult

Cristina Chiperi, sedici anni, in un noioso pomeriggio estivo ha infilato alle orecchie le cuffiette del suo iPod e, ascoltando una canzone di Selena Gomez intitolata “My dilemma is”, ha iniziato a scrivere come nota del suo cellulare il suo primo libro My dilemma is you che poi ha pubblicato a puntate sulla piattaforma Wattpad. I lettori sono stati migliaia, una versione cartacea è stata stampata nel 2013 ma i fan hanno richiesto a gran voce il sequel della storia, che è arrivato quest’anno con I still love you.

La trama dei due libri della Chiperi è tipicamente young adult: in “My dilemma is you” un’adolescente semi perfetta vive una vita tranquilla fin quando è costretta a trasferirsi con la sua famiglia in un’altra città. Ecco allora il suo percorso di inserimento nel nuovo gruppo, le sue amicizie, le rivalità con la miss della scuola e il bulletto della classe con l’immancabile triangolo amoroso tra il migliore amico e il ragazzo bello e tenebroso.
Nel sequel la protagonista si innamora del suo migliore amico.
Nel mezzo, ancora le amicizie, le confidenze, gli amori, i segreti e tutte le caratteristiche proprie di quel favoloso e complicato periodo che è l’adolescenza, mentre si dispensano messaggi positivi come “credete nei vostri sogni” e “non arrendetevi mai”.
Tra l’altro, l’autrice è italiana ma i nomi sono tutti stranieri e l’ambientazione è tipicamente americana. Siamo, infatti, in una cittadina degli Stati Uniti, di quelle che si vedono nei telefilm: si parla di high schools, di college, di ragazze che pranzano a scuola con i cupcakes. E anche questi piccoli dettagli stuzzicano il giovane pubblico. Tutto in questo libro è pensato per attirare le nuove generazioni.

I still love you e il fenomeno  young adult, un successo in ascesa

Siamo davanti a un mix di espedienti narrativi che fanno gola al giovanissimo pubblico: l’amore in primo piano, le amicizie, la scuola, le confidenze, i problemi dell’adolescenza, tutti trattati in maniera veloce, quasi a volersi adeguare ai giovani che non gradiscono eccessiva introspezione psicologica.
I ragazzi leggono libri come I still love you, li amano, ne portano una copia nella borsa. E se vi state chiedendo quale sia il motivo di tale successo, è presto detto: questi libri riflettono la realtà dei ragazzi di oggi, riflettono l’adolescenza. Cristina Chiperi è un’adolescente e scrive di ciò che conosce, descrive i suoi coetanei, lo fa con pennellature rapidissime, senza soffermarsi troppo sull’interno, ma più sul contorno: tutto è farcito da una semplicità estrema di sentimenti.

I ragazzi di oggi si rifugiano in ciò che conoscono, si radunano in piccoli gruppi fidati, stanno con i loro simili, si circondano di cose che amano. Nutrono verso il nuovo una paura irrazionale. Cercano invece leggerezza, istinto, sensazioni immediate.
In questo libro troviamo un modello di adolescenza presentato come dominante dai mass media, tra cui l’editoria stessa.

I still love you é un libro letto da tante adolescenti che si avvicinano alla lettura. Ognuno di noi ha avuto alcuni libri che hanno caratterizzato la propria adolescenza: non erano necessariamente complessi, ma riflettevano il nostro stato d’animo in quel complicato arco generazionale.
I libri young adult, di ieri e di oggi, hanno infine un fattore comune, che si ritrova ampiamente anche nei testi della Chiperi: l’amore.
I ragazzi di oggi, come quelli di ieri, cercano l’amore, meraviglioso sentimento universale.
I ragazzi di oggi, come quelli di ieri, cercano di essere capiti.
Amore e comprensione che spesso trovano in una lettura: come quella rappresentata da I still love you.

Print Friendly, PDF & Email