Seguici e condividi:

Eroica Fenice

La casa di Massimo Troisi apre a San Giorgio a Cremano.

Venti anni fa moriva, a soli 41 anni, il grande attore e regista Massimo Troisi, capace di saldare tradizione e avanguardia per realizzare capolavori come “Non ci resta che piangere”, ”Ricomincio da tre” e “Il postino”. L’artista napoletano ha sempre sottolineato, in ogni singola intervista rilasciata, l’importanza, determinante per la sua formazione, della città natale San Giorgio a Cremano a soli 5 chilometri da Napoli: “Io devo tutto a quel mondo, al mio paese, San Giorgio a Cremano. Laggiù ho imparato cos’era la disoccupazione, ma anche a non rassegnarmi. Ho imparato a parlare, a fare “‘o teatro” e non mi pare di essere cambiato molto da allora, anche se ora vivo a Roma”.

In questo stesso paesino nasce oggi la Casa di Massimo Troisi. La giunta comunale guidata da Mimmo Giordano ha approvato una delibera con la quale è stato concesso uno spazio, nelle storiche stanze di uno dei palazzi più belli del Miglio d’Oro, Villa Bruno, dove sorgerà “la casa” dedicata a Troisi, gestita dall’associazione culturale guidata dal fratello Luigi, che si occuperà anche della formazione di giovani leve, per portare a frutto i talenti artistici, grazie alla presenza di un laboratorio teatrale stabile.

Come sottolineato dal sindaco, Troisi è un patrimonio per la città di San Giorgio che è sempre stata legata a un filo diretto con l’attore ed è giusto ricordarlo nel migliore dei modi: ”abbiamo deciso di sostenere il progetto del fratello di Massimo, che siamo certi saprà trasmettere al meglio i valori di cui il nostro amato artista si faceva portatore“, ha concluso il Sindaco.

 La casa di Massimo Troisi nasce per tenere concretamente e attivamente viva la sua immagine nei cuori della cittadinanza e di chi vuol conoscere più da vicino i luoghi che accompagnarono l’infanzia e la crescita dell’attore da un punto di vista professionale e non solo.

-La casa di Massimo Troisi-

 

 

Print Friendly, PDF & Email