Seguici e condividi:

Eroica Fenice

BandaBaleno: un grido di aiuto

BandaBaleno: un grido di aiuto per le periferie

Ci sono situazioni in cui anche chi ama scrivere ed esprimere i propri pensieri preferisce che siano i fatti a parlare da sé. Nel caso di specie, ho deciso di lasciar viaggiare le parole degli altri attraverso la mia scrittura che diviene, questa volta, solo un veicolo. Niente è più incisivo della voce dei protagonisti e per questo scelgo di chiudermi in un silenzio quasi religioso affinché voi tutti possiate toccare con mano la realtà, senza intermediari.
Ciò che leggerete qui di seguito è il comunicato stampa della BandaBaleno.

Dopo cinque anni di attività a Scampia e tra le strade di Napoli, BandaBaleno si ferma per mancanza di sede e di fondi utili a condurre i laboratori di Murga nel quartiere della Periferia Nord di Napoli.

Diventata un punto di riferimento per i ragazzi che ne fanno parte, BandaBaleno non può più contare soltanto sulle forze delle guide educative ed artistiche che, nonostante le difficoltà dovute all’assenza di uno spazio per i laboratori, e di finanziamenti, da anni portano avanti questo ambizioso percorso.

BandaBaleno nasce come progetto pedagogico a Scampia, quartiere di Napoli, per favorire l’aggregazione e stimolare la creatività attraverso un percorso sperimentale di crescita legato alla Murga (un’arte di strada a 360 gradi fatta di percussioni, danza e teatro), all’animazione degli spazi pubblici, al viaggio e alla scoperta.

Dal nucleo fondatore di Scampia formato principalmente da preadolescenti ed adolescenti, la BandaBaleno è riuscita ad accogliere giovani adulti, universitari, lavoratori e non, di ogni parte di Napoli. Mentre il gruppo degli adulti proseguirà autonomamente il suo percorso artistico, quello dei più piccoli di Scampia deve necessariamente fermarsi in quanto la mancanza di fondi e di una sede costituiscono un ostacolo attualmente difficile da superare.

All’inizio della sua storia, i laboratori avevano luogo nell‘Auditorium di Scampia, dove per i piccoli artisti di strada vi era anche una stanzetta dove riporre gli strumenti e i vari materiali per i laboratori. Dopo i lavori nella struttura ed il cambiamento dell’amministrazione comunale, avere un piccolo spazio all’interno dell’Auditorium è diventato molto difficile, per cui i laboratori si sono tenuti tra il Centro Territoriale Mammut e la Villa Comunale di Scampia, dove non vi è stata la possibilità di avere uno spazio in cui riporre i materiali fondamentali per le attività. Per cui le  giovani guide, devono ogni volta caricare strumenti e materiali per le attività, dalla propria abitazione alla sede disponibile per quel giorno.

Inoltre BandaBaleno, attraverso il suo percorso educativo sperimentale, da sempre promuove la scoperta della città e di nuovi luoghi, essendo l‘arte di strada itinerante, ma date le condizioni attuali risulta difficile consentire al gruppo dei piccoli artisti di strada della periferia Nord di uscire dai confini del proprio quartiere e della propria città. Molte infatti sono le esperienze che gli adolescenti hanno fatto con BandaBaleno in giro per la città e per l’Italia. Scrive infatti Gianni (14 anni) in uno dei diari di bordo della Banda: “Queste poche parole le voglio scrivere su questo piccolo diario baleno:  BandaBaleno mi da tutto ciò che desidero, cioè amici, musica e divertimento e per questo per me è importante! Mi piace viaggiare con BandaBaleno. Spero che tutto questo non finisca mai perché sappiate che io ci sono e ci sarò sempre nella Banda. Vi voglio bene” e ancora  in merito alla situazione di crisi: “Dimmi tu come facciamo a stare senza BandaBaleno?! Troviamo un modo tutti insieme perché non voglio assolutamente che la banda si debba fermare per questa sciocca situazione!

Marzia  invece, una giovane mamma del quartiere, amareggiata, in una lettera a BandaBaleno scrive: “Vivo da sempre a Scampia. Dove oggi ci sono murales coloratissimi, prima c’ erano solo mura grige…un grigiore che non esprimeva un briciolo di speranza. Nel corso degli anni invece le cose sono cambiate e questo è stato possibile soltanto grazie alla volontà di cittadini che hanno dato vita con le proprie forze ad iniziative ed attività bellissime, e alle associazioni, come BandaBaleno, che ora purtroppo vede vacillare le speranze dei ragazzi che ne fanno parte a causa di istituzioni che mirano a rivalutare sempre di più Mergellina dimenticandosi della periferia e dell’importante risorsa che sono esperienze come BandaBaleno in contesti simili”.

A questo punto ritorna a parlare per qualche istante la blogger, ma solo per invitarvi a riflettere sulle testimonianze e sulle esperienze che BandaBaleno ha scelto di condividere con noi. La situazione non riguarda soltanto un quartiere ben definito di Napoli bensì  la voglia di ripartire e di cambiare che dovrebbe germogliare in tutti gli italiani. Scampia è l’esempio, troppo spesso strumentalizzato, di una società che si è perduta  ma che tocca tutti, in maniera consapevole e inconsapevole.
Vi lascio con la possibilità di essere parte della ricostruzione del nostro oggi e della speranza del domani:

Devolvi il 5 x 1000 alla BandaBaleno.

Firmare per il 5 per mille alla BandaBaleno non ti costa nulla perché non è una tassa in più ma una quota di imposte cui lo Stato rinuncia per destinarla alle organizzazioni no-profit per sostenere le loro attività.

Le scelte della destinazione dell’8 e del 5 per mille dell’Irpef non sono in alcun modo alternative tra loro e possono, pertanto, essere espresse entrambe.

Attraverso questa scelta potrai contribuire alla continuazione e allo sviluppo di questo progetto pedagogico che vede coinvolti alcuni ragazzi del quartiere Scampia di Napoli in un’esperienza di crescita attraverso l’arte di strada.
Con il tuo sostegno miglioreremo i nostri laboratori, compreremo nuovi strumenti musicali e materiali didattici per estendere questa esperienza ad altri ragazzi del quartiere, inoltre vorremmo attivare dei corsi di artigianato.

Per poterlo fare occorre inserire il codice 95158090639 nel primo riquadro della tabella “SCELTA PER LA DESTINAZIONE DEL CINQUE PER MILLE DELL’IRPEF”

Grazie di cuore!

BandaBaleno

Print Friendly, PDF & Email