Seguici e condividi:

Eroica Fenice

legge

Dieci consigli di legge per le vacanze di fine anno

Alla vigilia di Natale del 2014 sul tavolo del consiglio dei ministri fece la sua apparizione la nuova grande innovazione del governo Renzi: la proposta di legge di fine anno. Allora, essendo uno strumento adottato in via sperimentale, la proposta si limitò a essere sbilanciata a favore dei grandi ladri ed evasori fiscali, escludendo dal novero degli impuniti la mafia, i corrotti, gli assassini. La proposta prevedeva infatti l’esclusione della punibilità della frode fiscale (non evasione: proprio frode) se la cifra oggetto di occultamento fosse stata inferiore al 3% dell’imponibile dichiarato. A seguito delle polemiche suscitate dai pochi che non stavano già addentando un panettone, la proposta fu ritirata alla chetichella.

Eroica Fenice sposa in pieno il progetto, e propone al Ministero per la Legiferazione Fellona:

Dieci consigli di legge che potrebbero passare sotto silenzio da qui alla befana

  1. Amnistia per i piromani che hanno bruciato una porzione inferiore al 33% dell’oggetto della piromania.
  2. Impunibilità per il datore di lavoro che molesta una sua dipendente se la dipendente oggetto di molestia supera la terza misura di reggiseno.
  3. Istituzione di un premio in denaro per i gioiellieri che dichiarano al fisco un reddito inferiore di un terzo al reddito medio degli ortofrutticoli italiani.
  4. Soglia di non imputabilità per l’omicidio della suocera. Se la signora al momento dell’uccisione aveva raggiunto i 63 anni di età, l’omicidio dovrebbe essere ignorato dall’ordinamento giuridico. Possibilità di estensione della legge ai cognati.
  5. Non punibilità per i corrotti che accettano mazzette al di sotto del 3% del reddito di Flavio Briatore, calcolato sul reddito dichiarato nel 2014.
  6. Non punibilità per i corruttori che offrono mazzette superiori al 3% del reddito di Flavio Briatore, calcolato sul reddito dichiarato nel 2014.
  7. Scudo legale per chi reinveste in titoli di stato risparmi frutto di corruttela, traffico di armi, farmaci illegali e droga.
  8. Sgravi fiscali per le joint venture tra imprese legali e finanziatori mafiosi, purché l’unione sia certificata dal ministero per le attività produttive e le rispettive aziende contraenti siano in regola con il fisco al momento della stipula.
  9. Diritto di prelazione per le logge massoniche più pervasive (da individuare con apposito studio di settore) in caso di vendita del patrimonio immobiliare dello Stato.
  10. Esenzione dal pagamento delle spese postali o finanziamento con la formula “a fondo perduto” per coloro che intendono inviare nelle feste natalizie lettere di licenziamento ai propri dipendenti. Questa proposta dovrebbe essere rivolta solo agli imprenditori che hanno un numero di dipendenti assunti con il jobs act che superi il 3%.

Buon 2016 a tutti, e un ringraziamento speciale alla loggia Magna magnae per i suggerimenti indispensabili nella stesura di quest’articolo. L’autore inoltre si unisce personalmente al cordoglio della nazione per la scomparsa (prematura) di Licio Gelli, che tanto ancora avrebbe potuto dare alla causa del Ministero per la Legiferazione Fellona.

Doveva pur venire una parola siffatta.

 

Print Friendly, PDF & Email