Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Gaza

Gaza, il libro dei disegni censurati

A Child’s View from Gaza è una mostra di disegni realizzati dai bambini della Striscia di Gaza organizzata tra il 2008 e il 2009 dalla Middle East Children’s Alliance (MECA). Le opere realizzate da chi ha, suo malgrado, vissuto e subito gli attacchi israeliani avrebbero dovuto comporre l’esposizione allestita ad Oakland, in California, presso il Museum Children’s Art (MOCHA)Nel settembre 2011 la programmazione della mostra viene però annullata all’ultimo minuto a causa delle pressioni di alcune lobby israeliane; in particolare della Jewish Foundation of East Bay, il cui direttivo ha censurato la mostra dichiarando che i disegni della stessa sono “opere graficamente violente“.

D’altronde è risaputo che la guerra è un gioco divertente e felice, sono i bambini che la interpretano male.

Secondo il rabbino Douglas Kahn, direttore della Jewish Community Relations Council, i disegni sarebbero “estremi per i bambini, nonché violenti e diffamatori nei confronti della nostra etnia e della religione ebraica“.

La MECA ha trovato, in meno di due settimane, una nuova sede per l’esposizione affermando che “come promesso, la Middle East Children’s Alliance (MECA) ha presentato A Child’s View From Gaza nella data stabilita, il 24 settembre 2011” onorando l’importanza di quei disegni che rappresentano non solo un documento fondamentale, ma soprattutto la terapia intrapresa dai bambini che hanno vissuto gli orrendi attacchi israeliani dell’inverno 2008-2009, colpevoli di aver ucciso approssimativamente 1.400 persone, tra cui centinaia di bambini. Durante l’evento, il direttore esecutivo della MECA, Barbara Lubin, annuncia che la mostra ha trovato una nuova sede proprio nei pressi del Museum Children’s Art, rifiutando la proposta del MOCHA che, tornando parzialmente sui propri passi, avrebbe sì voluto ospitare la mostra ma con la possibilità di “modificarla“. La stentorea risposta della MECA si fa sentire “Noi della MECA abbiamo preso l’impegno con i bambini di Gaza di esibire le loro esperienze e le loro opinioni e consideriamo ogni modifica della mostra una forma di censura.

E non solo.

Al di là di tutti i botta e risposta tra le parti, la MECA ha promosso nel 2011 un’altra iniziativa, raccogliendo tutti i disegni in un libro illustrato che può essere facilmente acquistato su internet. A Child’s View From Gaza: Palestinian Children’s Art and the Fight Against Censorship è una porta spalancata sulla guerra, ti ci butta dentro con forza e ti lascia lì, disperso e stordito dall’olezzo di morte e violenza che la minoranza disperde con menefreghismo sui più piccoli, su coloro che porteranno a vita quei segni che restano incisi nell’anima, destinati a sanguinare per sempre e a non rimarginarsi mai.

La distanza non giustifica, l’indifferenza aumenta la colpevolezza.

Gaza :  il libro dei disegni censurati

Print Friendly, PDF & Email