Seguici e condividi:

Eroica Fenice

kino napoli

Kino Napoli 2015 apre le porte a tutti i film-makers d’Europa

Kino Napoli 2015 ha rappresentato una grande occasione per il capoluogo partenopeo, che quest’anno ha visto nel mese di Giugno le sue strade affollate da numerosi film-maker, spinti dall’amore e dall’entusiasmo per il cinema, un vero motore propulsivo per realizzare bene e in modo professionale delle produzioni a costo zero.

Napoli, dall’11 al 18 Giugno, ha ospitato la sua prima edizione dell’ “International Kino Kabaret”. Un evento cinematografico che quest’anno ha trovato alloggio nell’ex asilo Filangieri, sede scelta per l’allestimento del laboratorio a numero chiuso per 70 partecipanti (film-maker, attori, sceneggiatori , direttori della fotografia, tecnici e molte altre competenze) richiesti per la realizzazione di un cortometraggio (film o documentario) in tempi brevi dopo aver scelto e selezionato alcune location sul territorio cittadino. Kino Kabaret è un evento annuale ben conosciuto in tutt’Europa, che quest’anno ha rappresentato una grande opportunità e visibilità per tutti i partenopei amanti del cinema che hanno potuto partecipare in modo attivo o godere di un evento unico e a costo zero per la realizzazione di un lavoro ultimato.

Kino Kabaret nasce a Montreal nel 1999, per la volontà di una quindicina di film-makers stanchi di attendere insperati finanziamenti per la produzione di film, e con la ferma volontà di generare un movimento cinematografico indipendente lontano dalle logiche di mercato. Nel giro di pochi anni, il movimento comincia a crescere rapidamente divenendo globale e creando più di 70 cellule attive in tutto il pianeta, attraverso una rete ben gestita e in crescita esponenziale, per un totale di 80 film-makers accolti in grandi sale di proiezioni in tutto il mondo, con una rete alternativa che va ad occuparsi in particolar modo della cultura cinematografica locale, valorizzandone il territorio.

Kino Napoli: cortometraggi dall’11 al 18 giugno

Kino Napoli 2015 comprende una serie di cortometraggi realizzati a Napoli, in un arco di tempo che va dall’11 al 18 Giugno e proiettati in tre luoghi diversi della città. L’evento è stato suddiviso in quattro sessioni tutte differenti per la durata e argomento trattato. Nella prima sessione “The ice breaker” (della durata di 24 h) tenutasi l’11, i partecipanti hanno avuto modo di conoscersi e confrontarsi per costituire insieme ed in modo spontaneo delle vere e proprie mini troupe cinematografiche, costituite da registi, sceneggiatori, direttori di fotografia, tecnici, attori ed altri ruoli fondamentali, in grado di realizzare un lavoro cinematografico tratto da un soggetto condivisibile; la seconda sessione “Classic session” (della durata di 48 h tra il 12 e il 13 Giugno) ha riguardato una serie di riunioni di lavoro e di confronto per le produzioni e le successive proiezioni, presso l’ex OPG, dei cortometraggi realizzati; la terza sessione “The long one” (della durata di circa 72 h. tra il 14 e il 16 Giugno) ha riguardato una serie di tavole rotonde e gruppi di studio per le produzioni film-making e le successive proiezioni presso il multicinema “Modernissimo” in location scelte nel territorio cittadino; per concludere la quarta sessione, “Silent session” (della durata di circa 48 h. tra il 17 e il 18 del mese), ha riguardato le proiezioni di alcuni film muti e sonorizzati dal vivo, presso l’asilo Filangieri e ha raccolto le conclusioni. Tutte le proiezioni comprese nelle quattro sessioni, sono state aperte ad un pubblico non pagante.

Kino Napoli 2015 è stato organizzato con un budget bassissimo contando su una quota minima giornaliera di € 8 a partecipante, e usufruendo dell’asilo Filangieri per il Kinolab, struttura storica nel centro antico di Napoli già conosciuta per una serie di iniziative legate alla valorizzazione dell’arte, della cultura, dello spettacolo e della cinematografia. I partecipanti provenienti da altri paesi hanno alloggiato presso colleghi e amici presenti nel capoluogo campano, trovando il modo di assaporare nelle pause pranzo le specialità gastronomiche partenopee. Non si è trattato di una gara ma di un’opportunità unica per mettersi alla prova e misurare con gli altri le capacità personali, condividendo, oltre all’attrezzatura, idee e progetti artistici per poter organizzare, produrre e realizzare in tempi rapidissimi un film. Tutti coloro che hanno colto l’occasione per coniugare l’amore per il cinema nascente e le bellezze del capoluogo campano, hanno trovato creatività, collaborazione e nuovi stimoli per le strade e i vicoli di una città suggestiva e popolare come Napoli, dove l’interesse, la curiosità e la partecipazione dei cittadini è stata altrettanto entusiasmante per questo mese di Giugno. 

Non a caso il motto del primo Kino Kabaret a Napoli è: “Fai bene con niente, fai meglio con poco, fallo!”

Print Friendly, PDF & Email