Seguici e condividi:

Eroica Fenice

La filosofia dei Peanuts, una lettura delle frasi di Charlie Brown, Lucy e Schroeder

La filosofia dei Peanuts, una lettura delle frasi di Charlie Brown, Lucy e Schroeder

La filosofia dei Peanuts, qualche esempio. “Mi tocca sempre mangiare da solo. Come mi piacerebbe far colazione con quella ragazzina coi capelli rossi. Chissà cosa succederebbe se andassi là e le chiedessi di far colazione con me; probabilmente mi riderebbe in faccia. É duro per una faccia sentirsi ridere addosso.” Se la ragazzina dai capelli rossi proprio non vi ha suggerito nulla, certo non sarete nuovi al nome di Charlie Brown. Queste parole sono le sue, il celebre personaggio dei Peanuts. Quella di Charlie Brown e dei suoi amici, è una vera e propria filosofia di vita. Se ognuno di noi, ogni mattina, aprisse uno dei tanti libri di fumetti dei Peanuts, non potrebbe non trovare una frase, un’espressione, anche solo un aneddoto che ci spieghi a pieno, che racconti la nostra giornata, che faccia emergere quella peculiarità del carattere che, a volte, proviamo a nascondere.
Dietro frasi apparentemente buttate lì a caso, falsamente credute per bambini, c’è un’acuta ricerca di riflessioni culturali. Osservando la realtà nella sua complessità, nelle sue mille sfaccettature, i Peanuts raccontano i paradossi della vita, le brutture e le meraviglie. Tutto questo attraverso un’ironia pungente ed intelligente, a volte irriverente.

La filosofia dei Peanuts, Lucy e Schroeder

Lucy: “Fuori piove. Mi piacciono i giorni di pioggia! Un giorno quando saremo sposati e sarà un giorno di pioggia, accenderò il fuoco nel camino e mentre tu ti eserciti al piano preparerò dei toast.”
Schroeder: “Impossibile!”
Lucy: ”Odio i giorni di pioggia!”

Il cinismo e la perseveranza di Lucy, l’impenetrabilità del pianista Schroeder, il loro amore che amore non è mai stato, ma che da sempre fa tenerezza. Ecco uno specchio di un amore non corrisposto ma che lancia un messaggio ben preciso: non arrendersi. La tenacia di Lucy è ammirabile e il suo carattere scontroso fa sorridere.

Peanuts: le loro frasi raccontano il mondo

Charlie Brown: “Penso che questa sia arte! Sì, preparare una bella cena per il tuo cane è una vera arte!”
Snoopy: “E a me piace essere un mecenate!”

Eccolo qui, un altro aspetto importantissimo dei Peanuts. Il rapporto tra i personaggi e il cane, Snoopy, che è non solo buffo ma anche simpaticamente goloso e generoso di coccole e saggezza. Esattamente come tutti i cani del mondo.

Frasi Snoopy

“Il dinosauro più grande che sia mai esistito fu il bronchiosauro. Si estinse presto… tossiva moltissimo!”

“Storia del Mondo. I vulcani eruttarono. Gli oceani ribollirono. L’universo era in tumulto. Poi venne il cane.”
“Ieri ero un cane. Oggi sono un cane. Domani probabilmente sarò un cane. Sigh! Ci sono poche speranze in un avanzamento.”

“Beh! meglio tardi che mai” disse lui. “No, tardi non è meglio; tardi è tardi”, disse lei.

Allora ecco cosa sono i Peanuts: occhi, colorati e divertenti, per vedere il mondo!

Roberta Magliocca