Seguici e condividi:

Eroica Fenice

La Marotta&Cafiero sale un altro gradino: la libreria di Scampia

A Scampia apre una libreria” è una notizia che difficilmente non avrebbe fatto scalpore, e il merito non è certamente del buon progetto, quanto piuttosto dello strambo binomio Scampia-libreria.
Quando si pensa a questo quartiere situato nel nord di Napoli, dopotutto, tutto ciò che la mente riesce ad associarvi è violenza, criminalità, ignoranza. Nessun colore pastello per dipingere la periferia considerata più infetta, ma solo nero ovunque: nelle case, per le strade, persino sui volti delle persone.
Nessuno che si fermi a riflettere, anche per un istante solo, che una libreria non nasce dall’oggi al domani, che un progetto non è frutto del caso, né tantomeno di un ristretto gruppo di persone che l’hanno voluto ad ogni costo. Un progetto come l’apertura di una libreria è complesso, è radicato nel tempo, è voluto da molti.

La Casa Editrice indipendente Marotta&Cafiero ha dato a Scampia la possibilità di esprimersi, di mostrare al mondo intero, e alla Napoli più superficiale, che una consistente fetta della popolazione del quartiere è identica a ogni altro agglomerato di persone. Lo stereotipo dell’abitante di Scampia che non legge e non scrive perché non sa farlo, che frequenta la scuola solo perché vi è obbligato è stato messo a dura prova dalla Marotta&Cafiero, che da anni è impegnata sul territorio, impegnata a creare, certo, ma soprattutto a dare spazio a tutti coloro che ambiscono a levarsi di dosso l’orrendo marchio che i media e l’ignoranza vera hanno imposto con forza sul quartiere in questione.

La libreria aperta a Scampia non ha sede in un centro commerciale o in una stradina caratteristica, bensì all’interno dell’Istituto Alberghiero Vittorio Veneto, a riprova del fatto che l’iniziativa è stata voluta soprattutto dai giovani, dai residenti, da coloro che sposano legalità e istruzione ogni giorno. Le scuole superiori sul territorio non mancano, né sono assenti adolescenti e neoadulti con la voglia di attivarsi perché Scampia venga vista così com’è realmente: un quartiere di Napoli, uno dei tanti.

Con piccoli e ragionati passi si può arrivare ovunque, anche a sradicare i pregiudizi, e questo attraverso le parole e la forza volitiva dei tanti che dimostrano con idee e gesti che Scampia non è tutta nera.
La libreria è un’importante tappa di un progetto più ampio, che viene portato avanti da anni e che non accenna a volersi fermare; i cambiamenti, si sa, una volta messi in atto non possono essere più fermati.

 

-La Marotta&Cafiero apre una libreria a Scampia-

Print Friendly, PDF & Email