Seguici e condividi:

Eroica Fenice

napoli teatro evi

Napoli Teatro Festival Italia 2015

Amate bazzicare la Napoli del centro storico, fatta di antiche mura patrimonio dell’umanità, o, semplicemente amate bazzicare?
Bene, se così fosse, potreste esservi imbattuti in un curioso pulmino posto vicino all’obelisco di Piazza del Gesù Nuovo qualche tempo fa.
Non è fatto di certo per percorrere lunghi tratti, ad occhio e croce, e mostra, appoggiate su una finestrella del van, diverse brochure dalla copertina colorata.
Intorno ad esso, circolano varie persone intente a spiegare le varie attività e possibilità offerto da un evento che coinvolgerà buona parte della Napoli artistica da qui a qualche giorno.
Non so se quel piccolo mezzo dall’aspetto stravagante è ancora lì, ma vale sicuramente la pena fare quattro passi per andare a controllare e nel caso ci sia, di fermarvi a parlare con gli addetti ai lavori.
Poiché, nonostante la posizione toponomastica, non sono lì per parlarvi di qualcosa di religioso, ma del prossimo Napoli Teatro Festival.
Nel caso non doveste riuscire a passare in tempo di lì o non aveste la possibilità, sarò lieto di darvi una piccola introduzione.
Si avvicina il consueto evento annuale del Napoli Teatro Festival Italia 2015 giunto all’ottava edizione, che avrà luogo a Napoli tra il 3 e il 28 Giugno. La location principale, dove si svolgeranno il maggior numero di spettacoli, è il Castel Sant’Elmo. L’evento del Festival sarà presentato nel corso di questa stagione in otto teatri della città partenopea e presso la Mostra d’Oltremare per un totale di 60 spettacoli in programma (tra cui ben 30 prime assolute nazionali), sei dedicati alla danza, 10 agli artisti stranieri e 30 alle nuove compagnie indipendenti ed autoprodotte facenti parte della sezione biennale “Fringe”.

Napoli è un teatro a cielo aperto dove tra antico e moderno gli artisti ritrovano da sempre una fonte di ispirazione inesauribile, e lo spettatore diviene un visitatore di passaggio rapito da ciò che gli accade intorno, un’idea vincente per il Napoli Teatro Festival Italia che trova tra le mura del Castel Sant’Elmo un valido motivo per accostare al teatro amanti dello spettacolo, cultori di opere vecchie e nuove e curiosi d’ogni età. In occasione dell’evento saranno disponibili alcuni esperti per visite guidate all’interno del castello, inoltre ci saranno biglietti scontati per gli studenti universitari al prezzo speciale di appena 10 euro, validi per tutti gli spettacoli in corso. Inoltre ci saranno collegamenti non stop da piazza Vanvitelli e viceversa con servizio navette. 

Tra gli altri spettacoli in programma: Extremalism di E. Greco; Il corpo in rivolta coproduzione di ICKamsterdam con il Ballet National de Marseille; La Furadels Baus con Afrodita y el Judicio de Paris; di Pera Tantinà; l’adattamento di Euridice e Orfeo sceneggiato da Perrella e diretto da D. Iodice; Malacqua di N.e A. Pugliese; Diario di se di B. Garofalo tratto dagli scritti di A. Nidove; Dinamo – regia di C. Tolcachir; Virgilio brucia – Compagnia Anagor; Butterfly Suite – performance di C. Donadio e L. Esposito; Crave di S. Kane – regia di P. Sepe; Russia – regia e coreografia di M. Morau; Bianco su bianco – regia di F. Pasca; La bottega del caffè di Goldoni – regia di M. Scaparro; Il bugiardo – regia di A. Arias; Ballet Black – The second coming coreografia di M. Bruce – A dream within a midsummer night’s dream – coreografie di A. Pita; P.I.A. (Principio di Indeterminazione di un’Anima) – Compagnia Anagor; Hallo di M. Zimmermann; Rituccia di F. Calvino, Cassandra – festa di nozze di L. Angiulli; Millesimi di M. M. De Notaris; Villa Rhabani di T. Wilder; Miss Julia di L. Montanini; Pre Amleto di M. Santerasmo – regia di V. Cruciani; Radioscopie di M. Noiret; Chiudi gli occhi di P. Zappa Mulas – regia di G. Marini; Lingua Imperi di C. Tolcachir e La riunificazione delle due Coree di A. Postiglione.

Il Napoli Teatro Festival è la possibilità di dimostrare la falsità di una scarsa attività artistica sul territorio, inteso come paese e città. Questo Festival è una vera e propria sfida tra l’accettare la cultura come argomento di nicchia o fondamentale arteria del quotidiano del popolo.
E se tutto ciò non vi bastasse, gli universitari avranno un prezzo ridotto sui biglietti ritirando il codice promo al botteghino del Teatro Mercadante, dal 24 maggio al 4 giugno.

 

 

-Apre il napoli teatro festival (2015) – dal 3 al 28 Giugno-

[custom_author=Diego]

Print Friendly, PDF & Email