Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Visita guidata “notturna” nel cuore di Napoli

Sabato 9 gennaio Aperti per voi Touring Club Napoli organizza il primo di una serie di incontri con visita guidata “notturna”, proponendo una scelta di luoghi suggestivi del centro di Napoli, da visitare in compagnia di qualificate guide turistiche come Francesco Grossi, Maria Chiara Durante e Monica Fiscale. La tappa iniziale è la Chiesa dei Santi Severino e Sossio, sita in via Bartolomeo Capasso, presso il decumano inferiore di Napoli. L’incontro è previsto davanti l’ingresso della chiesa monumentale intorno alle 17.45 e l’inizio della visita alle 18.00, mentre al termine sarà offerto un aperitivo.

Un accenno di storia del luogo di partenza della visita

Prima che l’attuale Chiesa dei Santi Severino e Sossio venisse costruita, nel IX secolo d.C. per ordine del vescovo e duca di Napoli Atanasio II fu eretto sulla collina di Pizzofalcone un monastero perché ospitasse una quindicina di religiosi e fosse dedicato al Santo Severino Abate Apostolo del Norico. Il secolo successivo, gli stessi monaci che avevano pregato e vissuto nel monastero, temendo le incursioni dei saraceni, furono costretti a spostarsi, portando con loro, con il beneplacito del vescovo Stefano III e del Duca Gregorio IV, le reliquie di San Severino. Queste furono trasferite nella piccola chiesa benedettina sita nel vicus Missi (ora vico San Severino), che sorge su un appezzamento di terra che la tradizione vuole sia appartenuto a S. Benedetto, donatogli dal console Anicio Equitio, padre di San Mauro. Poco dopo, gli stessi monaci, intenzionati ad abbellire la struttura e cercando materiale tra i ruderi del castello di Miseno, ritrovarono anche le reliquie di San Sossio, compagno di martirio di San Gennaro, protettore della città partenopea, e decisero di custodirle assieme a quelle dell’altro Santo. Da quel momento fu fondata la Chiesa dei Santi Severino e Sossio. Nel 1835 la stessa chiesa diventa l’Archivio di stato della città di Napoli.

Il raggiungimento del luogo d’incontro è previsto autonomamente e attraverso propri mezzi, mentre per la partecipazione è gradita la prenotazione presso il Club di Territorio alla mail napoli@volontaritouring.it. Il numero massimo di partecipanti è di 60, mentre la quota richiesta è di 10 euro. Ogni informazione aggiuntiva, così come le altre date già fissate nei mesi nuovamente di gennaio, poi febbraio, marzo e aprile, è disponibile sulla pagina Facebook dell’evento che consigliamo di seguire in caso di ulteriori novità.

Print Friendly, PDF & Email