Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Tiramisù light

Tiramisù light: dolcezza e leggerezza

Tiramisù light? Bontà senza troppe rinunce 

 

Il tiramisù è un dolce diffuso in tutta Italia, ma le cui origini sono contese tra Veneto, Friuli Venezia Giulia, Piemonte e altre regioni.

Varie sono le ipotesi sulla nascita del tiramisù: alcuni credono che sia stato preparato, per la prima volta, a  Siena in occasione della visita del granduca Cosimo III de’ Medici e denominato, per questo motivo, “zuppa del duca“.
Un’altra leggenda vuole che sia stato creato da un pasticciere di Torino per Camillo Benso, conte di Cavour, al fine di sostenerlo nella sua impresa di unificare l’Italia.
Ancora un tale, trasferitosi in America, di nome Carminantonio si vanta, in un articolo del Washington Post del 2007, di aver inventato il tiramisù intorno agli anni ’70, quando si trovava a Treviso; notizia, però, smentita qualche tempo dopo dalla rivista “Il Gastronauta“.
Una fonte più recente, risalente al 2010, sostiene invece che l’invenzione risalga a Norma Pielli e Beppino del Fabbro, gestori di un albergo a Tolmezzo, dal 1947 al 1969.

Qualsiasi sia la sua origine è indubbiamente uno dei dolci più diffusi della nostra penisola.
A tutti è nota la ricetta classica e tradizionale. Per questo ne propongo la versione light, più leggera ma sempre gustosa.

Tiramisù Light, ingredienti

8 pacchi di pavesini

2 vasetti di yogurt vaniglia Valsoia

2 vasetti di crema di cacao magro

12 tazzine di caffè non zuccherato

cacao amaro in polvere

gocce di cioccolato extra fondente (facoltativo)

Preparazione:

Mescolare in un contenitore i due vasetti di yogurt Valsoia e i due di crema di cacao, facendo in modo che i due gusti si mischino fino a diventare un unico composto. Preparare una pirofila rettangolare e inzuppare i pavesini nel caffè disponendoli l’uno accanto all’altro, poi stendere un primo strato della crema omogenea creata precedentemente.
Creare un altro strato di pavesini, disponendoli questa volta, in senso contrario al precedente strato e stendere nuovamente la crema. 
Ripetere l’operazione più volte, a seconda del proprio gusto personale. É consigliabile, comunque, non superare i quattro strati di pavesini.
Dopo aver disposto gli ultimi pavesini, stendere un altro strato di crema e, infine, spolverare con il cacao amaro.
Se si desidera si possono aggiungere delle gocce di cioccolato extra fondente all’interno della crema.
Mettere in frigo e lasciare raffreddare per qualche oretta prima di servire.

La ricetta per preparare questo tiramisù è semplice e veloce da eseguire, dal sapore fresco e delicato.

Un dolce ideale da gustare in un pomeriggio estivo caldo, ottimo per chi vuole concedersi un momento di dolcezza, senza troppi sensi di colpa per le calorie assunte.