Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Meeting del Mare

L’“ORIGINE”: Meeting del Mare a Marina di Camerota

Dal 30 Maggio al 1 Giugno 2014 si è svolta la diciottesima edizione del “Meeting del mare” nella cornice di Marina di Camerota. Il festival nacque per la prima volta su iniziativa di Don Giovanni Citro, parroco di Camerota, nel 1997 e ha da allora ospitato artisti di grande successo quali Caparezza, Morgan, Elio e le Storie Tese, i Subsonica. Quest’anno il festival raggiunge la maggiore età e si regala artisti dal calibro internazionale quali “Le Luci della Centrale Elettrica”, ovvero il progetto di Vasco Brondi che fa del Meeting unica tappa del suo tour.

Il 1 Giugno si fa invece spazio alla band gypsy punk dei Gogol Bordello, fondata da Eugene Hutz a New York nel 1999, dopo aver lasciato l’Ucraina di Chernobyl. Per realizzare la sua vision di un groove internazionale ha trovato musicisti di tutte le età, culture e parti del mondo: il bassista etiope Thomas Gobena, il violinista russo Sergey Ryabtsev, il percussionista Pedro Erazo-Segovia dall’Ecuador e in seguito Elizabeth Chi-Wei Sun, scozzese di origini cinesi.

Opening act di lusso con i Foja, in tour con il nuovo lavoro “Dimane torna o sole”, arricchito di sonorità internazionali, nuovi pezzi come la canzone presentata in occasione del festival e scritta in collaborazione con l’artista Alessandro Siani, il tutto accompagnato, nei videoclip proiettati sul maxischermo presente sul palco, dagli splendi disegni di Alessandro Rak, padre di “L’arte della felicità”. Durante questa prima giornata sono intervenuti sul palco i rappresentati del gruppo ”Alma Llanera”, con il patrocinio dell’Ambasciata del Consolato della Repubblica Bolivariana del Venezuela in Italia, per ricordare il clima di rivoluzione oggi presente in Venezuela che porta alla morte di tantissimi studenti come noi che hanno deciso di scendere in piazza per rivendicare i propri diritti, per ricordarci del dilagare della criminalità nel loro paese. Oggi il popolo venezuelano non sopporta più la retorica di regime, l’occupazione dello Stato e la gestione senza trasparenza alcuna dei fondi pubblici. Eppure tutto tace, nessuno parla di quanto realmente stia accadendo lì. Il governo ha oscurato tutti i siti d’informazione, per tentare di soffocare e arginare le proteste. Così Il Meeting di Camerota, che ospita moltissimi venezuelani,è diventato una finestra sul mondo intero affinché tutti conoscano la verità.

Meeting del Mare, tra emergenti e grandi nomi

La festa del 2 Giugno viene invece festeggiata con diverse band emergenti per concludersi con il concerto di Franco Battiato che si è dimostrato un vero e proprio fiume in piena con le sue considerazioni precedenti lo spettacolo: “Credo nella reincarnazione – ha esordito il cantautore – non credo nel big bang”. Il cantante elogia Renzi, critica Papa Bergoglio e non risparmia rimproveri alle nuove leve della musica leggera. “Un individuo se non fa un ricerca personale non può mai raggiungere Dio” dice Battiato rivolgendosi a don Gianni Citro.“Mi dispiace per Bergoglio, che è molto simpatico, ma lui non ha neanche idea di che cosa è Dio. “Tu mi stai massacrando – ha risposto di rimando don Citro – fresco fresco te ne sei venuto dal Tibet. Eh ma guarda che anche qua ci sono tante persone di santa vita e che hanno una bella ricerca interiore”. Battiato, sollecitato dai giornalisti ha anche elogiato il presidente del consiglio Matteo Renzi e ha duramente criticato l’evoluzione della musica leggera cambiata in male negli ultimi dieci anni.

Il Titolo della manifestazione di quest’anno prende il significativo nome di “ORIGINE”. Il 30 maggio il Meeting del Mare compie 18 anni e quando si compie la maggiore età ogni essere umano riavvolge il nastro della vita e va alla ricerca dell’origine, per capire, approfondire, fare il punto. L’origine è un’ombra che non ti abbandonerà mai, un cassetto di ricordi, di sensazioni. Rintracciare l’origine,  imparare ad amarla; l’origine di noi, di questo mondo, di questa vita per capire da dove siamo partiti. La nostra origine, ovunque essa sia, ci accompagnerà per sempre. L’obiettivo che il Meeting ha più a cuore è diventare un evento multiculturale, esperienza delle diverse culture sociali ed etico-religiose; di promozione umana e di lettura di grandi problematiche sociali,economiche e culturali del pianeta attraverso il clima di festa creato tramite le manifestazioni d’arte, di cinema, musica, fotografica e letteratura che accompagnano il festival.  

Appuntamento all’anno prossimo!

-L'”ORIGINE”,Marina di Camerota-Eroica Fenice