Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Maraviglioso Boccaccio – Decameron cinematografico dei fratelli Taviani

In una Firenze trecentesca dieci giovani per salvarsi dalla peste nera cercano l’unica strada che li conduce alla salvezza: l’immaginazione”.

È un ritorno molto atteso per il cinema italiano quello dei fratelli Paolo e Vittorio Taviani che con “Maraviglioso Boccaccio” raccontano, attraverso un adattamento cinematografico, il grande capolavoro letterario “Decameron”, visto da loro come una sfida tra la morte e l’amore, due forze contrapposte ma unite allo stesso tempo da un susseguirsi di eventi. Situazioni che sfociano in una serie di novelle raccontate da un gruppo di giovani in modo ironico e sagace ed estremamente moderno. “Passioni, sacrifici, tradimenti e vendette possono viaggiare sullo stesso binario ma trovando la salvezza dalla morte solo attraverso la forza dell’amore”.

Siamo nell’anno 1348, Firenze è ferita mortalmente dalla peste che dilaga in modo implacabile, e un gruppo di dieci persone (sette fanciulle e tre giovani), con nomi riecheggianti antiche etimologie greche, cercano la salvezza dal contagio trovando rifugio in un villa toscana immersa tra le solitarie campagne. Essi, trascorrendo il tempo giocando e cantando, decidono di raccontarsi, nell’arco di 14 giorni, le loro storie di fantasia letteraria, grottesche, tragiche, di un erotismo bucolico e argute nel contenuto, mettendo a nudo la vera natura umana senza false remore tra errori di gioventù e la voglia di ribellarsi agli schemi imposti da una società medioevale. Tutte storie con un unico denominatore “l’amore”, narrato attraverso mille sfumature diverse come un antidoto esorcizzante contro la morte.
I fratelli Paolo e Vittorio Taviani dopo aver vinto l’Orso d’oro al Festival di Berlino con “Cesare deve morire”, film premiato con ben 5 David di Donatello e un Nastro d’argento, realizzano un altro capolavoro “Maraviglioso Boccaccio”, curando oltre la regia anche la sceneggiatura seguendo un loro chiaro stile cinematografico, controverso per molti aspetti narrativi, provocatorio attraverso un confronto diretto verso la società moderna, ma ineguagliabile nel contenuto boccaccesco. Il film è valorizzato da un cast davvero strepitoso: Kim Rossi Stuart Riccardo Scamarcio, Kasia Smutniak, Jasmine Trinca, Vittoria Puccini, Michele Riondino, Carolina Crescentini, Flavio Parenti, Lello Arena, Paola Cortellesi e Josafat Vagni; un’ottima risposta del cinema italiano nel mondo per un’idea rimasta per lungo tempo chiusa in un cassetto. L’opera cinematografica, ben supportata in fase di riprese dalla “Film Commission” della Regione Toscana, è stata girata tra Firenze e l’antico centro medievale di Certaldo, luogo nativo di Boccaccio, per poi spostare le riprese negli interni del castello di Montalcino, presso il Castello di Spedaletto, a Torre Tarugi presso Pienza, negli interni di Palazzo Nobili-Tarugi e a Villa La Sfacciata tra le colline fiorentine, dove si rifugiano i dieci giovani raccontandosi diverse novelle, tra cui la donna sepolta viva, Catalina (interpretata da Vittoria Puccini), accusata dalla famiglia di non aver corrisposto il marito (Riccardo Scamarcio).

I fratelli Taviani, in un’intervista, hanno parlato del film: “Raccontiamo queste storie, ispirate al Decameron di Boccaccio perché accettiamo la sfida. Abbiamo detto: Grazie Boccaccio, arrivederci Boccaccio. Ora noi ce ne andiamo per la nostra strada a raccontare una nuova verità, quella di un film, il nostro. L’opera è sicuramente molto attinente al testo originale e rappresenta qualcosa di antico e di moderno in cui tutti i giovani possono riconoscersi; è molto diversa rispetto a quanto prodotto da Pier Paolo Pasolini con il suo “Il Decameron” (1971), provocatorio nello stile ed erotico nel genere con cui il regista ottenne l’Orso d’argento”n occasione del Festival del cinema di Berlino”.

Maraviglioso Boccaccio si pone tra i nuovi film italiani di grande interesse tra cui “Mia madre” di Nanni Moretti, “La giovinezza” di Paolo Sorrentino e “Il racconto dei racconti” di Matteo Garrone. Il film dei fratelli Taviani prodotto dalle “Stemal Entertainment”, “Cinemaundici” e “Barbara Films” con la collaborazione di “Rai Cinema”, sarà distribuito da “Teodora Film”, in tutte le sale e multisale italiane dal 26 Febbraio 2015. Attendiamo un soddisfacente risultato e un’ ottima risposta da parte del pubblico mondiale. Boccaccio ancora una volta torna attuale attraverso la grande cinematografia italiana”.

-Maraviglioso Boccaccio-