Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Napoli Cabaret Festival, “Si… pariando”

É stata un’apertura davvero spumeggiante quella del Napoli Cabaret Festival. Giovedì 17 luglio lo spettacolo Sì… pariando!” ha inaugurato la kermesse estiva dedicata alla comicità che quest’anno festeggia la sua quattordicesima edizione. Il Festival, che si articola in tre serate, vuole essere un momento di divertimento ma anche di ispirazione e confronto tra gli ospiti, nazionali ed internazionali, che intervengono per mettere al servizio del pubblico il loro umorismo le loro personali doti teatrali.

Grandi nomi, sì, ma soprattutto esordienti e giovani, perché il Napoli Cabaret Festival è anche un banco di prova e, con un po’ di fortuna, un trampolino di lancio per molti di loro. La stessa Maria Bolignano, giovedì in veste di presentatrice, ha dichiarato nel corso della serata di aver mosso i primi passi della sua carriera al Festival. Diciotto sono stati gli artisti provenienti dal laboratorio del Teatro Tam che si sono esibiti giovedì sera portando novità e tanta originalità. Alle nuove generazioni si sono alternate figure ormai consolidate della comicità campana: Gino Fastidio, con la sua chitarra “rosatronica” e tanta sana improvvisazione, e gli Arteteca, con la loro parodia di una coppia trash alle prese con la modernità. Ma il vero dulcis in fundo, è proprio il caso di dirlo, è stata l’esibizione del grande circense David Larible. È un onore poterlo vantare tra le eccellenze del nostro paese: lui, veronese di nascita, di internazionale ha la fama di una lunga e acclamata carriera. Clown, musicista, cantante, ha entusiasmato tutto il pubblico interagendo con esso fino a coinvolgere grandi e piccini portandoli sul palco e rendendoli parte integrante dello spettacolo.

Alle sue parole è stata affidata anche la chiusura della serata: dopo un omaggio affettuoso alla città di Napoli ha lanciato un appello sull’importanza di supportare le esibizioni dal vivo, capaci di creare un’atmosfera e una magia singolari, impossibili da ottenere con altri mezzi. “Un paese che non ha cultura non ha futuro”, con questa frase, che al giorno d’oggi diventa sempre meno scontata, David Larible ha salutato il pubblico. Il teatro, in ogni sua forma, è una parte fondamentale della nostra tradizione e della nostra storia, a noi il compito di sostenerlo e promuoverlo, anche attraverso rassegne come Napoli Cabaret Festival.

Napoli Cabaret Festival – PHOTOGALLERY

Print Friendly, PDF & Email