Seguici e condividi:

Eroica Fenice

unbound

Unbound: la mini serie ispirata a “Blackstar” di David Bowie

Unbound: senza legami. Questo, il titolo della mini serie ispirata all’ultimo album di David Bowie “Blackstar” in uscita oggi, 25 Febbraio.

Le creatrici, Nikki Borge e Carolynn Cecilia, hanno ricevuto in anteprima dal cantante recentemente scomparso le sette tracce che compongono l’album e, attraverso il profilo Instagram fondato da Nikki Borge “Instaminiseries”, verranno pubblicati 16 episodi, liberamente ispirati alle canzoni della venticinquesima e ultima fatica del Duca Bianco.

Unbound, una miniserie di 16 episodi, dal Lunedì al Giovedì

Instagram è ormai una piattaforma social al pari di Facebook. Chi non ha IG?

Attraverso il nostro profilo, possiamo pubblicare foto, modificarle proprio come veri fotografi e creare mini video, dei promo o attimi della nostra giornata in una manciata di secondi. Oggi, c’è chi attraverso il proprio profilo pubblicizza ciò che vende, chi ne crea un vero e proprio book fotografico. Poi ci sono i personaggi famosi che ci mostrano la loro vita privata, rendendo inutile ormai il lavoro del paparazzo e infine ci sono queste mini puntate che raccontano storie su “Instaminiseries”. Tutto ancora più veloce, ancora più alla portata di tutti e innovativo.

Chi non ha visto in “Blackstar” e  “Lazarus”, primi e unici video tratti dall’album, significati nascosti?

David Bowie era tornato sulle scene musicali con questo nuovo lavoro, diverso da tutti gli altri, innovativo e provocatorio, come tutta la sua esistenza. La sua figura si è rinnovata negli anni, la sua musica specchio della sua anima, e “Blackstar” ci era sembrato troppo cupo e troppo apocalittico; qualcosa nell’aria c’era. In molti l’hanno capito e io mi inserisco tra loro.

Nel video di “Blackstar”  l’artista impugna un libro con una stella nera: un marchio, il suo. Si fa profeta di nuove verità, dettate dall’adorazione di un teschio incastonato di diamanti, una nuova venerazione, una nuova religione ma, in realtà, lui stava profetizzando altro: la sua morte. David Bowie, prima Duca bianco, poi stella nera e, come tutte le stelle, si spegne lasciando una memoria di sé e di ciò che è stato. Con quest’album, chiude il cerchio nato con “Space Oddity”; un viaggio nello spazio, trionfo dell’umanità nell’immensità cosmica e collassa elegantemente poi come una stella ardente, nera, lasciando dietro di sé, per tutti noi, una grossa eredità, una scia di anni meravigliosi, quelli della musica di David Bowie.

Profilo Instagram “Instaminiseries”: https://www.instagram.com/instaminiseries/

“Blackstar” su Spotify : https://open.spotify.com/album/2w1YJXWMIco6EBf0CovvVN

Profilo Instagram Nikki Borges: https://www.instagram.com/nikkiborges/

Profilo Instagram Carolynn Cecilia: https://www.instagram.com/carolynncecilia/

Trailer “Unbound” la serie: https://www.instagram.com/p/BCFfiJUlXn-/?taken-by=instaminiseries

Naomi Mangiapia

 

Print Friendly, PDF & Email