Seguici e condividi:

Eroica Fenice

cosa vedere a Dublino

Piccola guida su cosa vedere a Dublino: molto più di una semplice città

Piccola guida su cosa vedere a Dublino.

Una settimana a Dublino. Una settimana a Dublino col sole. Neanche nei miei sogni “più perfetti” avrei potuto vivere una cosa del genere: partire con gli amici, scoprire una cultura diversa, vivere, anche se per (troppo!) poco tempo,  appieno una città, in tutte le sue sfumature. E Dublino di sfumature ne ha tante, tantissime.

Piccola guida su cosa vedere a Dublino

C’è la Dublino storica: le chiese, tra cui spicca la Christ Cathedral Church, svariati  monumenti e il castello. Un’ intera giornata per visitarli tutti, perdere tempo a “fare amicizia” con le armature dei cavalieri medioevali esposte, mentre, insieme ad altre centinaia di turisti di tutto il mondo, ti meravigli per il castello: “Oh, però, sembrava più grande in foto!”.

Una Dublino diversa è quella “verde”, dei parchi, magnifici, come Phoenix Park, “il parco dei daini”. Daini, non ne abbiamo incontrati, anche se vedere uno scoitattolo così da vicino non capita tutti i giorni. Fare un picnic in compagnia di una scolersca irlandese, tuffarsi nel prato a prendere il sole ed essere felici come bambini. Camminare per Dublino, vedere tutti i magnifici ponti sul fiume Liffey, rimanere a bocca aperta dinanzi all’ O’ Connell Bridge, un intero ponte a forma di arpa, uno dei simboli della capitale irlandese. Passeggiare sulle vie dello shopping, come O’ Connell street e voler acquistare di tutto, per poi fermarsi a pensare: “E questo in valigia come ce lo faccio entrare?” e limitarsi a comprare i pensierini, tutti con un trifoglio o una pinta di Guinness stampati sopra, ovviamente.

Prendere un treno e catapultarsi, in poco più di mezz’ora, in una Dublino ancora diversa ancora più suggestiva: Howth. All’estremità della città, questo quartiere si affaccia sul mare e lo fa con delle scogliere belle come poche, messe lì, a strapiombo sull’acqua, dove ti sembra di cadere ad ogni passo. Fermarsi in un tipico ristorante, assaggiare il salmone e il granchio e ancora sazi e sfiniti riprendere il treno verso casa.

E ancora la Dublino notturna, il caratteristico quartiere di Temple Bar, con i suoi pub super affollati e rumorosi, i cantanti di strada che intonano gli U2, accompagnati da una folla non troppo capace (e neanche troppo lucida, in verità!), ma non per questo meno bella da guardare. Una birretta in un pub un po’ più defilato,  in compagnia di alcuni ragazzi irlandesi e come sottofondo musica irlandese live e poi tutti a casa, pronti per scoprire ancora altri aspetti della città. Visitare le varie sezioni National Museum of Ireland (rigorosamente gratis!) e conoscere un po’ più di storia e di arte di questo fantastico paese che spesso viene “oscurato” dalla più conosciuta Inghilterra.

Una vacanza che consiglierei a tutti: conoscere un paese, così lontano dal tuo per tradizioni e cultura eppure dove ti  senti subito a casa spendendo davvero poco, è sempre un’esperienza straordinaria. Un’esperienza il cui nome è Irlanda. Ora che sai cosa vedere a Dublino, non ti resta che andarci!