Seguici e condividi:

Eroica Fenice

I guardiani

Al Maschio Angioino I guardiani di De Giovanni

Fino a dove ti puoi spingere per custodire un segreto? E fino a dove, per svelarlo?

Sabato, 21 settembre, nella cornice atemporale e onirica del Maschio Angioino, è andato in scena lo spettacolo I Guardiani, inaugurando la rassegna ZùNapoli, organizzata e diretta da Inbilico Teatro & Film, con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli. Quattro giorni di teatro, musica, cinema e incontri al Maschio Angioino e al Chiostro di San Domenico Maggiore, nell’ambito di Estate a Napoli 2019.

Due suggestive location, quattro titoli e un unico filo conduttore: i mille volti della città di Napoli e le contraddizioni tutte che caratterizzano il capoluogo partenopeo.

I guardiani, nuova sfida di Maurizio De Giovanni

Nella pièce, tratta dall’omonima opera di Maurizio De Giovanni, quattro personaggi coinvolti in una catena di reati e strani eventi, sorprendendosi di far parte di un disegno che potrebbe coinvolgere l’intera umanità. 

Ci sono solo tre luoghi: il qui, il sotto e il sopra. Napoli non è una città come le altre. Napoli non è neppure una città sola, perché, sotto quella che conosciamo ne esiste una sotterranea, nascosta agli occhi del mondo, con il buio al posto della luce. Marco Di Giacomo l’aveva intuito, un tempo, quando era un brillante antropologo, e aveva un talento unico nell’individuare collegamenti invisibili tra le cose. Poi, qualcosa non ha funzionato, ad appena quarant’anni, non è altro che un professore universitario collerico e introverso, con un solo amico, il suo impacciato, ma utilissimo assistente Brazo Moscati. Insieme a Ingrid, una giornalista tedesca venuta in Italia per scrivere un pezzo sensazionalistico sui luoghi simbolo dell’esoterismo, e a sua nipote Lisi, ricercatrice anche più geniale dello zio ma con una preoccupante passione per le teorie complottiste, s’imbattono in qualcosa di terribile che emerge nell’oscurità delle gallerie napoletane: cadaveri, segnali strani che conducono ad un passato mai emerso. Una verità che, forse avevamo da sempre e non abbiamo mai voluto vedere.

Una avvincente vicenda i cui protagonisti si avventurano in un contesto più grande di loro, lottano contro l’intransigenza della gente e contro la cecità di chi li circonda. Complice nella riuscita la centralità di Napoli, città magica che già da sola sa creare atmosfere misteriose, abile a racchiudere il silenzio nei suoi meandri meno popolati.

I guardiani  

con Fulvio Sacco, Raffaele Parisi, Ramona Tripodi, Adriana D’Agostino Valeria Frallicciardi, Valentina Spagna

adattamento e regia Ramona Tripodi

In video e voce Maurizio de Giovanni, Raffaele Ausiello, Luciano Roffi, Letizia Vicidomini

musiche originali e sonorizzazione live Marco Messina

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply