Seguici e condividi:

Eroica Fenice

amleto all'Interno 5

Disfacimento di Amleto all’Interno 5

Un altro Amleto? Chiunque penserebbe questo davanti alla possibilità di rivedere il dramma shakespeariano. Ma l’Amleto messo in scena all’Interno 5 non ha nulla di simile agli spettacoli già visti. Conoscendo il posto, si immaginava che sarebbe stata una rappresentazione molto interessante, ma non si aveva idea di quanto.

L’Amleto dell’Interno 5

La scena si presenta scarna, Amleto è già sul palco circondato da una serie di sedie pieghevoli bianche. Appena entrati in sala si nota la particolarità dell’allestimento: su ogni sedia è scritto il nome di uno dei personaggi del noto dramma shakespeariano. Le sedie sono ‘truccate’ come Amleto: bianche con una grossa scritta rossa, come il volto del protagonista, bianco con le labbra fortemente caricate di rosso. 

Sinisi -da solo sul palco- interpreta tutti i personaggi, ‘parla’ con le sedie e dà voce a tutti, sedendosi su ognuno di loro per interpretarlo. Amleto è solo: non ha con chi confrontarsi, non ha nessuno con cui condividere il suo dramma, non ha alcun aiuto per combattere i suoi demoni. Può solo accettare la sua solitudine e vivere da solo le sue contraddizioni: l’unica soluzione, quindi, è quella di interpretare tutte le parti e dare loro la consistenza necessaria al confronto di cui Amleto ha bisogno.

La scelta di ‘disfare’ Amleto con un esperimento del genere è resa fattibile dalla celebrità della storia che non rende necessaria una pedante spiegazione della trama; davanti alla storia -più che nota- del principe di Danimarca, l’attore può dare sfogo liberamente al suo desiderio di re-interpretare il dramma shakespeariano. 

L’interpretazione data dagli attori all’Interno 5 è davvero coinvolgente e lo spettatore arriva quasi al punto di dimenticare che in scena c’è un solo attore e non una compagnia intera. Il merito di tutto questo è certamente di Michele Sinisi che, con la collaborazione di Michele Santeramo, ha scritto e curato la regia, oltre ad offrire una prova attoriale di livello molto alto.