Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Il Club delle Indecise

Il Club delle Indecise al Te.Co.

Il 27 e il 28 marzo 2015  la compagnia Te.Co. Teatro di Contrabbando (Via Diocleziano, 316) porta in scena lo spettacolo “Il Club delle Indecise”, scritto da Giovanni Meola, per la regia di Chiara Vitiello. Si tratta di un monologo ironico, interpretato dall’energica Francesca Romana Bergamo, che riflette sulla condizione psicologica delle donne annoiate, circondate di molti uomini per via della loro seducente bellezza che non sanno più scegliere quale sia l’uomo giusto. Quello dell’indecisione è certamente un tema insidioso nei rapporti amorosi e adulterini che può riguardare entrambe le parti delle relazioni in questione.

Il testo, l’interpretazione e la scena del Club delle indecise sono ambientati nella contemporaneità. Attraverso anche la scelta dei costumi, assai semplice ed efficace, si mette in evidenza che l’indecisione è frutto soprattutto di convenzioni, spregiudicati modi di pensare dell’essere umano che vive oggi in un tempo, assolutamente privo di valori sani che educhino ai veri sentimenti, in cui le donne facilmente diventano oggetto d’interesse in ragione dell’abito che portano. Magnifica, quindi, l’idea di mettere in scena un monologo, e non uno spettacolo a più voci, che consente di mettere il personaggio di fronte alla propria coscienza. Il “club” citato nel titolo è, infatti, una cerchia di teste tagliate (a dei manichini), le quali si mettono insieme capeggiate da Daniela (Francesca Romana Bergamo), presidentessa  confusa e insoddisfatta. Le teste mozzate, simbolo di una bellezza fuggita tanto dai corpi  quanto dalla possibilità di vivere e di cambiare, sono coinvolte in chiave incredibilmente ironica in un dialogo immaginario con la Bergamo per mettere in luce una realtà piuttosto amara che è quella di coloro che a furia di non scegliere mai alla fine scelgono sempre la cosa più nociva per se stessi.

Viene così portato in scena il dramma di colei (o colui) che crede che non sia possibile scegliere quale persona amare tra due ottimi pretendenti in ragione del fatto che siano essi entrambi ‘perfetti’. Ecco allora che Daniela è divisa tra possibilità di vivere la propria vita con Gianluca o con Davide, senza comprendere che il dramma è soprattutto racchiuso nella propria anima. Tutto inizia a soffrire con lei come se fosse governato da una terza mano. Ma alla fine che succederà al club di Daniela? Finale enigmatico e a sorpresa per un monologo dai lunghi echi.

Il Club delle Indecise