Seguici e condividi:

Eroica Fenice

“Le Sante” di Michele Pagano ad Officina Teatro

Ieri sera 27 Febbraio 2015 è andato in scena ad Officina Teatro di San Leucio – in provincia di Caserta -, “Le Sante” di Michele Pagano.

Scala B, 4° piano, terza porta. Quartiere Romero. Una telefonata inaspettata, un raduno improvviso. Un salone agghindato laddove i personaggi, di un folklore presepiale, si muovono incessantemente, intrappolati nella loro esistenza. Diciassette donne, diciassette storie, un unico obiettivo: vincere. Quiz televisivi, risolini, inciuci, parole crociate, pettegolezzi, parole misteriose, ingiurie, accuse, cinque numeri fortunati, frecciatine, un biglietto vincente, litigi. Speranze grandi quanto un bollino premio. Una lunga tragicomica attesa. Il tentativo di rubare quel pezzo di felicità. Suona il citofono. Un furgoncino blu. Forse il corriere.

Michele Pagano racconta storie di donne

Questo è quanto si legge sul sito di Officina Teatro. Ma “Le Sante” è questo e tanto altro. Le Sante sono, ad occhio e croce, poco più di una dozzina, donne, ognuna con la sua storia, ognuna con il suo destino, ognuna con la propria miseria a punti azzeccata a fatica alla propria vita, senza potersene liberare, nemmeno dopo un viaggio oltre oceano.

Ormai spettatrice abituale di un palcoscenico che sa di famiglia, ogni volta è come se fosse la prima. Ad ogni spettacolo mi sembra di essere preparata. E un po’ lo sono. La scena la conosco, scarna di arredamenti eccessivi e priva di orpelli. Ciò che riempie quel palco è la bravura di attori che alle spalle hanno anni di studio e la gavetta stampata in viso, è il silenzio di spettatori commossi e divertiti, è la cortesia di chi il teatro lo regge col cuore nonostante le difficoltà.
Ma c’è una cosa a cui non sono mai preparata: la magia che di volta in volta cambia, che ad ogni spettacolo ha un sapore nuovo; una commozione sempre nuova, un sorriso che non conoscevo. Una cosa è certa, l’empatia con gli attori è nell’aria, la condivisione degli spazi diviene anche condivisione di emozioni. Ecco perché Eroica Fenice sarà spettatrice di Officina Teatro fino a quando anche una sola piccola luce sarà accesa su quel palco.

Le Sante ospiteranno ancora gli spettatori ad Officina Teatro questa sera, 28 Febbraio, Domenica 1° Marzo e il fine settimana prossimo, dal 6 al 8 Marzo 2015.

Le Sante, ideazione e regia Michele Pagano, ha visto sfilare sulla scena, in un degrado esteriore specchio di un mondo interiore altrettanto logorato, Brillante Massaro, Patrizia Bertè, Stefana Remino, Simona Campanile, Anna Borghi, Simona Giuntini, Maria Teresa Buonpane, Maddalena Merola, Pina Farina, Ada Bobbio, Maria Macri, Pamela Petrone, Luisa Vigliotti, Peppe Zappia, Carmen Perrella, Lucia Tangredi.

Prenotate il vostro appuntamento con Le Sante. E siate pronti a ballare.

Roberta Magliocca

Print Friendly, PDF & Email