Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Letti Sfatti

Letti Sfatti al Sancarluccio

L’Italia è una troia, perchè gli italiani vanno a puttane.”

In questo modo esordisce una famosa canzone provocatoriamente presentata come uno tra i brani più moderati dei Letti Sfatti, dal titolo “Troia” da Jennà Romano voce e chitarra del gruppo durante lo spettacolo musicale “Live in the kitchen” in scena fino al 12 aprile al Nuovo Teatro Sancarluccio di Napoli con la collaborazione straordinaria di Fausto Mesolella (chitarrista degli Avion Travel).

Un repertorio quello dei Letti Sfatti nato con l’idea di fondere canzoni, satira e poesia in una miscela che loro stessi amano definire “rock di provincia” , particolarmente profondo perchè affonda le sue radici in una cultura musicale molto vasta, visibile nelle molte straordinarie cover proposte durante l’esibizione, da “Stella di mare” di Lucio Dalla a “Tu no” e “Il vino” (tradotto “O’ vino”) di Pietro Ciampi, al quale hanno dedicato un intero album e un posto speciale nel loro repertorio.

“In the kitchen” -per chi non mastica particolarmente bene l’inglese significa “in cucina”- è una sezione ritmica creata con l’utilizzo di attrezzi da cucina (pentole in rame, pentoline in acciaio, pentole in alluminio, forchette, cucchiai di legno, griglie e quant’altro). Insomma, una vera e propria batteria… di pentole! Senza dubbio una batteria fuori dal comune quella di Mirko Del Gaudio che rende carica e familiare l’atmosfera in modo che canzoni, cantate e suonate sia con strumenti a corde che totalmente fantastici, costruiscono un ritmo del tutto nuovo e una melodia coinvolgente che con assoluta facilità passa dalla musica d’autore all’energia pura del rock.

Guest star della serata Fausto Mesolella, musicista-compositore nonché storico chitarrista degli Avion Travel, un vero fenomeno alla chitarra, il quale fonde le sue corde di nylon ai restanti materiali in metallo presenti in scena. Il puro suono sprigionato dalle sue note, prima impetuose e prorompenti poi al limite della dolcezza, poi ancora esplosive, capaci molto più delle parole di raccontare storie, ipnotizza lo spettatore, il quale inevitabilmente non può che rimanerne affascinato e coinvolto.

I Letti Sfatti e Mesolella, dunque, ripercorrono insieme comuni amori musicali ed intrecciano suggestioni e colori in uno spettacolo che parte dalla musica, viaggia nelle parole e sprofonda nel suono. 

-Letti Sfatti al Sancarluccio-