Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Shitz, pane, amore e… salame al teatro Elicantropo

Shitz pane, amore e… salame è di scena al teatro Elicantropo. Un’opera liberamente tratta da Hanock Levin, prodotta da Ludwig/Idiot Savant e diretta da Filippo Renda.

Uno spettacolo sui generis, ironico, eccentrico,cinico e drammatico, che trasmette i colori più bui dell’animo umano, ponendo un forte accento su cupidigia e avarizia. Protagonisti della scena gli Shitz, una famiglia ebrea costituita da Spratzi, una ragazza brutta e già invecchiata dentro e fuori, che nessuno vuole sposare, e dai suoi genitori Shitz e Setcha che non desiderano altro che trovare un marito per la loro figlia. Alla famiglia si aggiunge anche il fidanzato,poi sposo, della ragazza, il quale non fa altro che spillare soldi al ricco Shitz. Durante la storia si evidenzia un mercanteggiare continuo, sete di soldi, di potere, di affermazione del prorpio io a discapito di tutto il resto, tanto che Spratzi  tenta di uccidere con suo marito il proprio padre, solo per poter accumulare più denaro grazie all’eredità.

La compagnia è composta da Giuseppe Barbaro, Mauro Lamantia, Matthieu Pastore, Beppe Salmetti e Laura Serena, un piccolo gruppo dalle indiscusse capacità attorali, con una forte presenza scenica e una grande espressività; una recitazione quasi fumettistica che riesce a dare vita a scene surreali e drammatiche con leggerezza. Il testo è interroto di tanto in tanto da musiche originali composte da Filippo Renda e Simone Tangolo, attraverso le quali i protagonisti si raccontano. La scenografia è quasi inesistente, un tavolo con tre sedie intorno, che simboleggia la “fame” incessante dei personaggi.

Uno spettacolo in giro per l’Italia già da qualche tempo, che ha vinto due premi di una certa rilevanza – al Festival Scintille di Asti, con il premio speciale della giuria critica, e al Festival Spoletopen per il miglior spettacolo di prosa.

Un gran bello spettacolo, che con toni scherzosi, sfruttando il luogo comune degli Ebrei su come accumulano beni, ci fa riflettere su quanto sia superficiale il genere umano.

-Shitz pane, amore e… salame al teatro elicantropo-Eroica Fenice-

Print Friendly, PDF & Email