Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Stagione 2016-17 al Teatro Bellini di Napoli

Stagione 2016-17 al Teatro Bellini di Napoli

Teatro Bellini. Il 26 maggio è stata presentata al Teatro Bellini di Napoli la stagione 2016-17. La presentazione non ha avuto i caratteri della classica conferenza stampa. Si è trattato, infatti, di un evento aperto a tutti organizzato in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti.

Si prospetta una gran stagione. Si presentano con grandi numeri: 43 spettacoli (19 al Bellini, 24 al Piccolo Bellini), 10 Lezioni di Storia, 8 appuntamenti di musica classica (di domenica mattina) e 7 di contemporanea.
La stagione 2016-17 del Bellini verrà aperta il 26 ottobre da un degno esponente del teatro partenopeo, Bordello di mare con città di Enzo Moscato (con la regia di Carlo Cerciello), poi continuerà con Odissea A/R di Emma Dante (dall’8 novembre). Si continuerà con Souper di Molnar adattato da Fausto Paravidino (dal 22 novembre) e con Anelante di Flavia Mastrella e Antonio Rezza (dal 29 novembre). L’anno sarà chiuso da Lacci di Starnone per la regia di Armando Pugliese (dal 6 dicembre), Ivanov di Checov a cura di Filippo Dini (dal 13 dicembre) e Slava’s Snowshow messo in scena da Slava (dal 28 dicembre).  A gennaio ci saranno i Carmina Burana con lo Spellbound Contemporary Ballett (dal 10 gennaio) ed Elvira di Brigitte Jacques diretto da Toni Servillo (dal 24 gennaio).
La stagione andrà avanti con Frankenstein ‘o mostro di Sara Sole Nortabarolo (dal 17 febbraio), Casa di Bambola di Ibsen adattato da Andrèe Ruth Shammah e Giocando con Orlando a cura di Marco Baliani (dal 28 febbraio). Gli ultimi saranno Il Giocatore di Dostoevskij adattato da Vitaliano Trevisan per la regia di Gabriele Russo (dal 14 marzo), Wonderland di Daniele Ciprì (dal 28 marzo) e Dipartita finale di Franco Branciaroli (dal 4 aprile).
Tra gli spettacoli fiori abbonamento Slurp di e con Marco Travaglio per la regia di Valerio Binasco (dal 18 novembre), Il giro del mondo in 80 minuti per trascorrere il giorno di Natale e Santo Stefano con l’orchestra di Piazza Vittorio, Giovanni Block -che ha chiuso l’evento del 26 maggio- in concerto (dal 19 gennaio) e A hunger artist-Un digiunatore di Franz Kafka con la regia di Eimuntas Nekrosius (dal 19 aprile).

Presentazione interattiva della Stagione 2016-17 

La presentazione del cartellone si è svolta in modo originale ed interattivo. Ad ogni spettacolo corrispondevano dei dipinti che hanno ‘arredato’ il teatro, allestito come un open space in cui il pubblico si è trovato ad essere parte integrante della messa in scena. La serata è andata avanti dalle 20.30 con lo spettacolo -gratuito ed aperto a tutti- Voci nel deserto,  tra musica dal vivo, balli, brani recitati da Shakespeare a Corazzini da Giorgio Gaber a Carmelo Bene, passando per Kierkegaard, Ennio Flaiano e molti altri. Sul palco, in  platea e nei palchi si sono susseguiti uno dietro l’altro una serie di micro spettacoli accompagnati da un dj set, che poi è andato avanti. Il tema portante delle esibizioni, accompagnate da immagini di teatri in rovina, è stato quello della crisi del teatro, crisi che si può arginare proprio cominciando a proporre una valida stagione teatrale e soprattutto facendo riflettere il proprio pubblico grazie e molti e interessanti stimoli. Un’originale incursione, insomma, nel cuore del teatro per lo ama e lo sostiene.

Foto Luigi Maffettone

Teatro Bellini