Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Tutti lo conoscevano ma nessuno lo ricordava

Tutte le mattine puntualmente usciva dal portone del suo palazzo con la sua 24 ore alla 9.00 in punto, un auto lo attendeva dinanzi al palazzo, ed impiegava esattamente 10 minuti per raggiungere il palazzo del Ministero delle Finanze di Roma, sembrava indossare sempre lo stesso abito grigio scuro. Nel quartiere dove abitava tutti lo conoscevano di vista, dal barista all’edicolante, ma passava inosservato perché aveva un aspetto anonimo e un carattere taciturno, della sua vita privata non si conosceva alcun dettaglio, fece l’identico percorso tutte le mattine per 34 anni, 11 mesi e 3 settimane, probabilmente mancava solo una settimana alla pensione.

Ma una mattina come tante altre, accadde qualcosa di insolito, tra tutti coloro che lo osservavano passare, nessuno poteva immaginare che quell’uomo di cui nessuno conosceva il nome, e neanche le mansioni che ricoprisse all’interno del ministero, fosse stato l’ultimo suo appuntamento. Dopo aver percorso in auto il tratto di strada che conduceva al palazzo ministeriale, scese come sempre dall’auto con la sua 24 ore, varcata la soglia dell’ingresso principale, ne uscì alle ore 17.00, ad attenderlo fuori dal palazzo con un auto, il suo autista puntuale (anche di lui non se ne sapeva molto)…e da quel giorno non si è saputo più nulla di lui, sparito, liquefatto. Il giorno dopo la sua presunta sparizione mai denunciata da nessuno, di lui non se ne aveva quasi più memoria, i giornali non ne parlavano (ritenendolo irrilevante), il portiere del presunto palazzo dove abitava durante un indagine affermava di non conoscerlo perché non risultava residente.  

Dopo pochi giorni dalla sua scomparsa, una serie di controlli ebbero luogo da parte della guardia di finanza all’interno del palazzo ministeriale, e furono scoperti per l’occasione enormi ammanchi nelle casse, falsi in bilancio e fondi nascosti per lo più all’estero utilizzati in nero per acquisti di appartamenti ai politici, un vero terremoto finanziario che coinvolse anche bancari, manager aziendali e finanzieri, ma di lui nessuno ne parlava, quasi come se non fosse mai esistito. Solo un uomo circa un anno dopo in un bar giurava di averlo visto alle Maldive, al largo della costa da una piccola imbarcazione, ricchissimo e notevolmente ringiovanito, circondato da belle e giovani donne, ed in compagnia del suo autista divertirsi smoderatamente su una nave privata. Ma l’uomo non fu troppo considerato, perché aveva bevuto notevolmente e forse non era mai stato alle Maldive…..anche se giurava di averlo fatto.

“La base di tutti gli scandali è un assoluta immorale certezza” (Oscar Wilde)

Print Friendly, PDF & Email