Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Un cappello pieno di ricordi, Niki e la sua bisnonna super!

Una ragazzina di dodici anni, il diario della sua bisnonna, una storia di famiglia tutta da scoprire: questi sono gli ingredienti di Un cappello pieno di ricordi, libro per ragazzi scritto da Isabella Vendrame.

Il Romanzo è narrato in prima persona da Nicoletta, detta Niki, la dodicenne protagonista della vicenda. Un giorno, grazie a una ricetta che la madre sta preparando, la ragazzina viene a conoscenza dell’esistenza di Lara, la sua bisnonna, che a quanto pare ha lasciato un’eredità molto particolare!

All’interno di un baule, infatti, tra centrini fatti a chiacchierino, un cappello elegante e sobrio e il libro di ricette della sua bisnonna, Niki trova anche un diario.

Si crea così, attraverso la narrazione del diario, un meccanismo di racconto nel racconto, e Niki si immerge totalmente nei ricordi di nonna Lara, che partono dall’infanzia e arrivano ai suoi ultimi anni, diradandosi sempre di più man mano che la vecchiaia si fa sentire.

Un cappello pieno di ricordi: un romanzo che ci porta nella vita di Lara, bisnonna di Niki, per scoprire la sua vita.

Sia leggendo la storia di Niki che quella della bisnonna Lara ci si aspetta perennemente un colpo di scena che però non arriva, un segreto svelato, qualcosa che giustifichi la scrittura di un romanzo. Questo qualcosa esiste – anche se non è espresso all’interno delle vicende narrate – ed è il fatto che Un cappello pieno di ricordi sia liberamente ispirato ai diari appartenuti alla nonna dell’Autrice, che ha così tentato di farla rivivere attraverso le parole.

In ogni caso il Romanzo è ben scritto – seppur con toni che si distaccano molto da quello che è il linguaggio dei dodicenni di oggi – e ha il merito di riuscire a condurre il Lettore a riflettere sull’importanza della Storia, sia personale che generale.

Più volte nel libro Niki afferma di sentirsi, grazie alla sua bisnonna, più saggia, di tentare di accogliere i suggerimenti che Lara lascia sparsi nel suo diario, pur non essendone totalmente capace. Per questo, il romanzo potrà sicuramente spingere i ragazzi che lo leggeranno a fare domande sulla propria famiglia, e scoprire magari che anche la loro bisnonna era davvero super!