Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Containment, quando un virus mortale cambia la vita

Containment, quando un virus mortale cambia la vita

Containment è una serie tv approdata sugli schermi statunitensi lo aprile scorso ed è basata su Cordon, serie belga creata dallo sceneggiatore cinematografico Carl Joos.

Julie Plec, (conosciuta per aver prodotto, insieme a Kevin Williamson, The Vampire Diaries e The Originals), rifacendosi all’originale, ha realizzato il remake americano, diffuso in Italia dal 15 settembre al 20 ottobre sul canale a pagamento Premium Action. Nonostante gli ascolti dei primi quattro episodi trasmessi in America, si è deciso di cancellare Containment e considerarla conclusa con un’unica stagione di 13 episodi.

Containment: la trama

In Georgia scoppia improvvisamente un’epidemia mortale e, per limitarne la propagazione, il Governo decide di chiudere l’ospedale dove si è manifestato il virus insieme alla zona circostante, nel raggio di dieci chilometri. Si assiste a due storie, quella delle persone che si trovano dentro il cordone e quella al di fuori, legate da un unico filo conduttore: la voglia di sconfiggere il virus e la paura di ammalarsi. Fuori dal cordone i tre protagonisti principali sono Lex Carnahan (David Gyasi, apparso in ruoli minori in altre serie tv, quali Walking The Dead o Doctor Who), un ufficiale di polizia a cui viene assegnato il compito di mantenere la tranquillità fuori e dentro al cordone, Sabine Lommers (Claudia Black, candidata come migliore attrice per i Saturn Award per il film Scarpace), dottoressa che lavora per il Governo di Atlanta, e il giornalista Leo Green (Trevor St. John). Dentro al cordone ci sono all’incirca 4000 persone ma i personaggi rilevanti sono la dolce Katie (Kristen Gutoskie), maestra elementare che resta intrappolata nell’ospedale insieme al figlio e ad altri allievi, Jake (Chris Wood, apparso anche nella sesta stagione di The Vampire Diaries e in The Carrie Daries), collega e amico di Lex, il dottore Victor Cannerts (Jeorje Young), Jana (Christina Marie Moses) fidanzata di Lex, e Teresa (Hanna Mangan Lawrence).

Containment: dal contagio ai personaggi

Containment si apre con la diffusione di un contagio mortale ma lo spettatore finisce per dimenticare l’epidemia e gli intrighi politici per soffermarsi sui personaggi, sul loro modo di reagire di fronte ad una tragedia apocalittica e sui cambiamenti comportamentali che ne derivano. Quello che sembrava inizialmente essere il fulcro della serie passa in secondo piano per lasciare spazio alle storie di amicizia, di amore, ai rapporti tra madre e figlio. 

Containment si lascia seguire perché, anche se probabilmente lo scopo iniziale della Plec era un altro, i personaggi e le storie funzionano bene al punto da dirottare il pubblico lontano dal contagio e immergerlo nelle vite private dei personaggi e, soltanto alla fine, ci si ricorda del virus e ci si rende conto di quanto sia sottile il confine tra la vita e la morte.

Print Friendly, PDF & Email