Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Comunicati stampa

“1948. Gli italiani nell’anno della svolta” è il miglior saggio del 2018

Il Fiuggi Storia 2018 Al campano Mario Avagliano e a Marco Palmieri per il miglior libro di saggistica dell’anno: “1948. Gli italiani nell’anno della svolta” (Il Mulino) Consegnati martedì 4 dicembre 2018, in una cerimonia presso la Biblioteca Militare Centrale dello Stato Maggiore dell’Esercito di Via XX Settembre a Roma, i riconoscimenti della nona edizione del Premio FiuggiStoria. Il Premio è promosso dalla Fondazione “Giuseppe Levi-Pelloni” in collaborazione con il Comune di Fiuggi e con i patrocini del Senato della Repubblica, Camera dei Deputati e Presidenza della Regione Lazio. Questa edizione del Premio è stata dedicata allo storico Giuseppe Galasso, ricordato da Alfredo Arpaia, presidente della Lega Italiana dei Diritti dell’Uomo. Mario Avagliano, giornalista e storico, originario di Cava de’ Tirreni, collaboratore del Mattino e del Messaggero, direttore responsabile di Cavanotizie, e Marco Palmieri con il libro “1948. Gli italiani nell’anno della svolta” (Il Mulino) sono i vincitori della nona edizione del Premio FiuggiStoria per la saggistica. Il libro è stato selezionato dalla giuria tra una cinquina di finalisti in cui c’erano anche Luciano Canfora, Paolo Mieli, Guido Melis, Vittorio Robbiati Bendaud e Claudio Vercelli. “1948. Gli italiani nell’anno della svolta” – Gli italiani nell’anno della svolta è un viaggio nel cuore di un anno decisivo della storia italiana, per capire gli stati d’animo alla vigilia delle elezioni più significative della vita del Paese, la difficile transizione dal fascismo alla democrazia, le strategie dei partiti, il valore dei leader quali lo statista Alcide De Gasperi, padre costituente, fautore del piano Marshall  e precursore della nascita del centrismo con la clamorosa affermazione della Democrazia Cristiana, gli aiuti americani e l’ingresso dell’Italia nella Nato, gli effetti della guerra fredda, il ruolo della Chiesa nella propaganda elettorale e nella mobilitazione delle coscienze, i riflessi sovietici e l’attentato a Togliatti, i fermenti e le ribellioni, esaminati attraverso lettere e diari privati, rapporti delle autorità di pubblica sicurezza, la stampa e i cinegiornali dell’epoca. L’Italia di De Gasperi, Bartali, Togliatti, Nenni, Pio XII, Aldo Moro, e l’Italia dei giovani di allora, tra cui un inedito Silvio Berlusconi e un imprevisto Umberto Eco, è ricostruita attraverso la briosa rivisitazione di Avagliano e Palmieri per offrire occasioni di riflessione ed intessere un sottilissimo filo con la postmodernità. Molti anche gli episodi e i personaggi relativi a Napoli e alla Campania.

... continua la lettura
Comunicati stampa

Più libri più liberi 2018, a Roma la fiera nazionale della piccola e media editoria

Oggi a Roma il via a Più libri più liberi 2018: 545 espositori, 650 appuntamenti per la nuova edizione della Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria, che avrà di nuovo sede alla Nuvola dell’Eur fino al 9 dicembre. Abraham Yehoshua, Andrea Camilleri, Gianrico Carofiglio, Zerocalcare, Joe R. Lansdale, Patrice Nganang, Pinar Selek, Michael Dobbs, Paolo Giordano, Philippe Forest, Michela Murgia, Fabio Stassi, Luciano Canfora, Giorgio Agamben: ecco alcuni tra gli oltre 1200 autori che si confronteranno sul tema dell’anno, Per un nuovo umanesimo. E ancora attualità e politica con i direttori dei maggiori giornali italiani: Mario Calabresi, Virman Cusenza,  Marco Damilano, Giovanni De Mauro, Luciano Fontana e Marco Travaglio. Primo appuntamento a inaugurare la Fiera sarà la diretta RAI con lo speciale di Quante storie condotta da Corrado Augias. Tanto spazio alla letteratura per ragazzi, e un grande regalo per loro: il “Buono Libro” da 10 euro da spendere in fiera. Torna la grande fotografia legata al mondo della letteratura nell’Arena Photo/Book Cloud. Un ricco programma di appuntamenti per gli addetti ai lavori provenienti dall’Italia e, sempre di più, dall’estero. Più libri più liberi ritorna nella Nuvola dell’Eur. Dopo lo straordinario successo dell’edizione dello scorso anno – che ha registrato un record di oltre 100 mila presenze e il tutto esaurito nella maggior parte degli incontri – dal 5 al 9 dicembre si svolgerà a Roma la diciassettesima edizione della Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria, promossa e organizzata dall’Associazione Italiana Editori(AIE). La Fiera sarà inaugurata il 5 dicembre alle ore 10.30 al Caffè letterario Rai, alla presenza del sottosegretario Vito Crimi: Più libri più liberi è l’evento culturale più importante della Capitale con protagonisti, esclusivi, gli editori indipendenti italiani. La manifestazione è sostenuta dal Centro per il libro e la lettura, del Ministero dei beni e delle attività culturali dalla Regione Lazio, da Roma Capitale, dalla Camera di Commercio di Roma e da ICE-Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, con il contributo di SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori e di BNL Gruppo BNP Paribas. È realizzata in collaborazione con Istituzione Biblioteche di Roma, ATAC Azienda per i trasporti capitolina, EUR spa, Roma Convention Group e si avvale della Main Media Partnership di RAI.  Più libri più liberi partecipa ad ALDUS, la rete europea delle fiere del libro cofinanziata dall’Unione Europea nell’ambito del programma Europa Creativa. Con il sostegno di Ambasciata di Francia, IILAIstituto Italo-Latino Americano e Poliziamoderna.  

... continua la lettura
Comunicati stampa

DEGUSTI’ fa tappa da “Itticheria” a Pozzuoli

DEGUSTI’ il tour degustativo enogastronomico per eccellenza, promosso dalla Luigi Castaldi Group S.r.l., terrà la seconda tappa il 13 dicembre ore 20.30 presso “Itticheria” a Pozzuoli. Una location originale, un «fish point» tra osteria di mare e crudo bar, fast food marinaro e boutique del pesce, cucineria tradizionale e degustazioni a miglio zero perché in tavola viene servito solo il pescato che arriva direttamente dai pescatori, dalle loro barche, dai loro pescherecci. Continua il viaggio di Degustì, dedicato agli amanti del buon cibo e dei prodotti di qualità, da scoprire, assaporare, promuovere e valorizzare. Degustì dà agli ospiti la possibilità di votare con un “like“ il prodotto proposto dalla Luigi Castaldi Group durante la serata, in quanto il  locale fornirà ai partecipanti un cavalierino da tavolo dotato di codice QR con rimando diretto alla pagina su cui votare. In questa tappa la Luigi Castaldi Group abbinerà alle portate realizzate dallo chef Domenico Tromiro di Itticheria, tre vini, della cantina “Colli della Murgia”. Azienda vitivinicola che sorgere in un territorio dalle caratteristiche uniche, all’interno di una sorta di riserva naturale, il Bosco Difesa Grande, nel territorio di Gravina in Puglia.  Inoltre il terreno calcareo e le importanti escursioni termiche caratterizzano in maniera determinante i vini “Colli della Murgia”. Le tre etichette in degustazione saranno raccontate dal produttore stesso, nelle loro peculiarità: Erbaceo Bianco Igp Puglia vino biologico certificato da blend di uve Fiano Minutolo e Greco annata 2017. Tufjano Bianco Igp Puglia vino biologico certificato da uve Fiano Minutolo annata 2017 Sellaia Rosato Igp Puglia vino biologico certificato da uve Primitivo annata 2017 La cena inizierà con il Cocktail “Itticheria”  ideato e realizzato per l’occasione dal bartender Ciko Migliaro Brand Ambassador Gin Puerto de Indias, servito in abbinamento a: -Ostriche con spuma al Gin A seguire: -Carpaccio di Baccalà In abbinamento:Erbaceo-Colli della Murgia. -Mafalde, cicerchie e vongole In abbinamento:Tufjano-Colli della Murgia. -Turbante spigola in salsa di Gin In abbinamento:Sellaia-Colli della Murgia -Dolce Baccalò In abbinamento:Limoncello d’Amalfi Distilleria Russo Costo della cena: Euro 35 (Vini Inclusi)   INFO E PRENOTAZIONI: Itticheria Corso della Repubblica 61 Pozzuoli NA Tel.081 876 4966 www.itticheria.it Luigi Castaldi Group S.r.l. da oltre 40 anni nella distribuzione Food&Beverage: 1970 Apre al  Centro Storico di Napoli 1990 Crescita del portafoglio clienti con nuova sede a Casoria 1998 Si amplia con deposito di 40.000 mq 2002 Sede di Pontecagnano specializzandosi in birra alla spina 2013 Sede di Tramonti per la Costiera Amalfitana Dal 2013 Inizia il Business nel ramo spirits, vini, spumanti ed alimentari In corso Prossima apertura a Cava De’ Tirreni come distributore presso i pdv e Cash&Carry specializzato Ho.Re.Ca   Luigi Castaldi Group S.r.l. Via Michelangelo, 10 Casoria NA Telefono: 081 758 8830

... continua la lettura
Comunicati stampa

NAPOLI FASHION KIDS, l’evento a Palazzo Caracciolo è stato un successo

L’evento lancio delle Texture Design di Viviana Falace a Palazzo Caracciolo con i grandi nomi della moda nazionale e internazionale: Alviero Martini, Epoque by Egon Von Frustenberg, Ernesto Esposito, Sovrano Tricot Palazzo Caracciolo, uno dei palazzi più belli e antichi di Napoli, è stato un palcoscenico straordinario per l’esordio delle creazioni Texture Design, risultato di un lungo e attento lavoro di ricerca e creatività fatto da Viviana  Falace, presidente dell’associazione ViGroup International Social Art Association e fondatrice di ViMagazine, un progetto editoriale studiato e diffuso sul social network Facebook, che ha poi trovato la sua duplicazione in ViMagazine Kids. Le Texture Design, declinate nei foulard in seta limited edition autografati dal testimonial del progetto Alviero Martini, nei divani di Epoque by Egon Von Frustenberg, nelle mantelle di Sovrano Tricot, e in cuscini dalle fantasie tribal, create con un studio cromatico, che ha reso i disegni una vera e propria opera d’arte, sono diventate protagoniste dell’evento Napoli Fashion Kids, accolto con entusiasmo dall’assessore Alessandra Clemente, che ha concesso il patrocinio dall’Assessorato ai Giovani, Politiche Giovanili, Creatività e Innovazione del Comune di Napoli. A Palazzo Caracciolo, Viviana Falace, che ha trovato un forte punto di riferimento in Ernesto Esposito, ha riprodotto un percorso che, mettendo insieme moda, design e arte, è iniziato con un welcome cocktail ed è proseguito nel Chiostro Settecentesco, dove in un’atmosfera quasi surreale, dai colori caldi e dai toni bassi, ogni dettaglio sembrava animarsi e vivere di vita propria. Dieci modelle, avvolte nei tessuti di seta delle Texture Design, due modelli con abiti curati nello stile da Tito Allegretto e realizzati dalla sartoria Iervolino e i sessanta bambini protagonisti del laboratorio di sperimentazione creativa Factory Design. A presentare l’evento, la blogger e designer di moda bambini  Simona Mazzei. Le musiche sono state affidate ad dj set di Giusvab, che ha chiuso la selezione con i Pink Floyd e la loro “Another Brick in the wall”, scelto da Viviiana Falace come inno di rottura dell’omologazione, messaggio di individualismo e libertà, invito a lasciare che i bambini creino, con fogli, matite e colori, e dedichino sempre meno tempo alla tecnologia. I divani di Epoque by Egon Von Frustenberg sono diventati protagonisti di un set fotografico, allestito con cura da Viviana, che, da sempre professionista della fotografia, ha firmato un vero e proprio spettacolo, con le modelle rese splendide statue che si sono animate, sfiorate dai tessuti delle Texture Design, al passaggio dei bambini. In questo quadro straordinario, è stato inserito anche un nuovo pezzo della Factory, dedicata, questa volta, alla fotografia, con i piccoli artisti del campo scuola di fotografia Kontrolab, curato da Roberta Basile e Carlo Hermann, che, macchine fotografiche alla mano, hanno immortalato i momenti della art performance. Gli ospiti di questa prima edizione di Napoli Fashion Kids hanno potuto ammirare anche un’anteprima di “Celeblueation”, mostra antologica di tessuti e bozzetti di Renato Balestra, che in primavera arriverà in città. A chiudere l’evento è stato Armando Scaturchio, che ha realizzato due grandi torte raffiguranti un divano e un set di valigie. La casa, simbolo di calore, accoglienza, gioia e amore; e il viaggio, simbolo di scoperta, stupore e benessere. Tra i partner di Napoli Fashion Kids a Palazzo Caracciolo ci sono […]

... continua la lettura
Comunicati stampa

“#laSciantosa – La prima influencer”, Serena Autieri torna all’Augusteo

Al Teatro Augusteo, da venerdì 7 dicembre, Serena Autieri sarà in scena con lo spettacolo “#laSciantosa – La prima influencer”. Sulla scia del grande successo con cui è stata accolta da critica e pubblico nelle ultime stagioni teatrali, Serena Autieri debutta al Teatro Augusteo con “La Sciantosa”, in una nuova edizione, più che mai coinvolgente, un One Woman Show vulcanico e ogni sera diverso grazie alla partecipazione appassionata del pubblico. Serena Autieri apre le porte del Cafè Chantant regalando canzoni senza tempo, eseguite dal vivo dalla Serendipity Orchestra, diretta dal Maestro Enzo Campagnoli. Raccontando con sentimento e leggerezza la storia di Elvira Donnarumma, simbolo di talento ed emancipazione, Serena si destreggia tra aneddoti e provocazioni fino a contagiare il pubblico con l’intramontabile potere seduttivo della “mossa”. Serena scavalca la quarta parete e, cliccando metaforicamente sull’hashtag, ricrea il rapporto senza rete tipico del bar Tabarin, interagendo con il pubblico e rendendolo parte integrante dello show scritto da Vincenzo Incenzo e diretto dal Maestro Gino Landi. Serena Autieri è divenuta un’interprete di riferimento della musica napoletana e promotrice convinta della buona cultura partenopea. L’artista è trasversalmente nota al grande pubblico per la sua poliedricità, avendo interpretato ruoli in film e fiction di successo, presentato il Festival di Sanremo al fianco di Pippo Baudo e per essere stata scelta dalla Disney come la voce italiana della principessa Elsa di Frozen. Riguardo lo spettacolo, Serena Autieri ha dichiarato: “È sempre emozionante interpretare la Sciantosa, un personaggio a cui sono molto legata e che mi fa sentire connessa alle mie radici. In particolare, Elvira Donnarumma fu emblema di femminilità e di una sensualità sana che va valorizzata. La Sciantosa, nella sua accezione più positiva, è un modello di donna che ammiro e che reputo molto attuale per la sua capacità di influenzare mode e costumi. Questo ruolo mi ha dato la possibilità di mettermi in gioco e di crescere artisticamente. Oggi sono una sciantosa più consapevole, felice di godere dello spettacolo con il pubblico, che interagisce, balla, canta, nel clima autentico del Cafè Chantant”. Nel merito, anche il produttore Enrico Griselli ha dichiarato: “La sciantosa è uno spettacolo nato fortunato, fin dal debutto al Festival dei Due Mondi di Spoleto, grazie alla regia di Gino Landi, la sapienza scenica del premio Oscar Gianni Quaranta e la poesia del Maestro Vincenzo Incenzo. Lo spettacolo ha messo in luce il talento poliedrico di Serena, riscuotendo un enorme successo in tutta la penisola. Anni di tournée, da Bolzano a Palermo, da Udine a Sanremo, passando per Torino, non hanno accontentato la richiesta dei teatri e ci hanno indotto a produrre un’edizione nuova che simbolicamente debutterà nel tempio napoletano della commedia musicale, il Teatro Augusteo”. Prezzi Platea: euro 35,00 Galleria: euro 25,00 Biglietti disponibili presso il botteghino del Teatro Augusteo, le rivendite ufficiali e online seguendo questo link: https://shop.bigliettoveloce.it/index.php?r=frontend%2Fsite%2Fdettaglio&id=830 Orario degli spettacoli: venerdì 7 dicembre 2018 ore 21:00, sabato 8 dicembre ore 21:00, domenica 9 dicembre ore 18:00, giovedì 13 dicembre ore 21:00, venerdì 14 dicembre ore 21:00, sabato 15 […]

... continua la lettura
Comunicati stampa

“Benvenuto Gragnagno” alle Cantine Iovine

Grande fermento per il rosso intenso e spumoso: è nato il Gragnano 2018 e Cantine Iovine vuole condividere questo momento emozionante e di festa con un vino che rappresenta la tradizione ed i momenti trascorsi a tavola con la famiglia riunita. Recentemente, il Gragnano è stato definito un vino alla moda perché semplice, snello e in linea con i trend del gusto internazionale sempre più alla ricerca di vini profumati, vivaci e dal grado alcolico contenuto. Il Gragnano Penisola Sorrentina DOC  viene proposto all’intenditore per la gioia di ritrovare l’antico vino campano. Ha sapore fresco e vivace, spuma esuberante, colore rosso intenso, con netto sentore di viola ed un sottile fondo fruttato. ALLA VISTA: Rosso Spumoso AL NASO:Fresco con sentore di viola AL GUSTO: Vivace, fresco, fruttato GRADAZIONE: 12,5°C. Piacevolmente, il Gragnano, accompagna cibi come: la pizza, la pasta con il pomodoro, il pesce all’acqua pazza e soprattutto piatti natalizi della tradizione napoletana. Recentemente il Gragnano ha raggiunto, secondo VINOUS, il punteggio 92/100 ed il giornalista Ian D’Agata ne ha descritto le sue caratteristiche: “Gragnano DOC Penisola Sorrentina rosso frizzante annata 2017 Premiato Vinous con punteggio 92/100: Vino mosso dal colore Rosso rubino con riflessi violacei. Aromi Ricchi e densi dal sapore di mirtillo e amarena matura. Al gusto risulta dolce e vibrante, dal finale lungo e persistente. Qualità eccezionale per il prezzo, ma devono piacere i vini rossi con una piccola effervescenza. Perfetto con hamburger e pizza.” Iovine è la più antica famiglia produttrice di vini, con vigneti che si estendono sul territorio della Penisola Sorrentina. Una realtà presente sui Monti Lattari grazie al nonno Aniello che cominciò con la produzione di botti di castagno utilizzate per il trasporto e vendita del vino e fu anche mediatore. Il mercato, quasi fisiologicamente, li indirizzò al vino ed è proprio così che nacque la scelta definitiva del padre Luigi, negli anni ’60, di dedicarsi alla cantina ed impiantare vigne a Pimonte, proprio dove si trova l’azienda, e nella frazione di Micciano. Le vigne, che hanno un’età media di 40 anni, godono di un’ottima esposizione verso il mare, ma ciò che le rende speciali, oltre ai terreni vulcanici di Pimonte, è la percentuale di pendenza che sfiora il 40%. Le quattro generazioni succedutesi, consentono alla selezione dei vini Iovine di rappresentare, con le Aziende agricole del Vesuvio del Sannio e dell’Irpinia l’essenza dei vini campani. Le iniziali 20.000 bottiglie prodotte sono cresciute di anno in anno,con riscontri entusiastici. L’attento mercato enologico, colloca Iovine all’apice dei produttori Campani. Una scrupolosa conduzione familiare, la passione e l’esperienza di uomini completamente coinvolti nelle decisioni aziendali, un clima di sincera spontaneità, prodotti controllati e selezionati caratterizzano la produzione vinicola aziendale della famiglia Iovine. Oggi sono proprio i figli di Luigi Iovine che continuano questa grande tradizione: Aniello si occupa dell’aspetto enologico, Giuseppe responsabile della produzione e Raffaele dell’aspetto commerciale. Prodotti controllati e selezionati caratterizzano la produzione vinicola aziendale di “Cantine Iovine dal 1890”. Aperta alle sfide del mercato globale puntando sulla qualità del prodotto, i vini […]

... continua la lettura
Comunicati stampa

Pre… gustando il Natale, il 30 novembre da Sciardac

Venerdì 30 novembre Sciardac, la storica bottega di Bacoli, apre le porte per uno speciale percorso di degustazione. Appuntamento alle 20 in via Roma 126  a Bacoli (Na), dove Peppino Scamardella lascerà scoprire i segreti della sua cantina con una degustazione, tra racconti  e aneddoti, dei formaggi da lui affinati prodotti da latte vaccino, caprino e ovino  spesso protagonisti di processi di aromatizzazione con spezie, erbe, frutta e foglie . Sarà l’occasione per presentare le novità per la tavola di Natale. La degustazione continuerà in sala dove dalla cucina guidata da Rosa, moglie di Peppino, arriveranno due specialità locali: la pizza di scarole e la pizza di farinellatipiche di questo periodo.  In abbinamento saranno serviti i vini di Porto di Mola. Il percorso di degustazione si concluderà con i panettoni di Tobia, figlio maggiore di Rosa e Peppino, che tre anni fa ha inaugurato la sua bakery mediterranea, con laboratorio annesso, al primo piano della elegante palazzina quartier generale delle attività di famiglia. Ad accompagnare i panettoni  il Nocino ‘Sciardac’. Per info e prenotazioni:  3334730081 Ticket di partecipazione: 20€ Sciardac, via Roma 126, Bacoli (Na)

... continua la lettura
Comunicati stampa

La Lanterna Magica, la stagione teatrale per i più piccoli al Sancarluccio

Si è svolta nella sala eventi della libreria Feltrinelli a Chiaia, la presentazione della prima edizione de “La lanterna magica”, una rassegna, o, meglio, una vera e propria stagione teatrale dedicata al teatro per l’infanzia, che avrà luogo presso il Nuovo Teatro Sancarluccio, per la direzione artistica e l’organizzazione de Il Teatro nel balue, compagni leader nel teatro per i più giovani, composta dagli artisti Sebastiano Coticelli, Simona Di Maio e Luca Di Tommaso, che vantano formazioni individuali e collettive presso scuole di grande prestigio, con maestri del calibro di  Michele Monetta , Family Floz, Claudia Contini Arlecchino e Vladimir Olshansky del Cirque de Solei. In scena in questi giorni al Teatro Piccolo Bellini, gli instancabili artisti hanno messo insieme un interessantissimo cartellone di sei spettacoli che illustriamo qui nel dettaglio 23 dicembre, “Storia di uno schiaccianoci”, spettacolo del Teatro nel Baule che prende spunto dalla celebre favola natalizia che ispirò Dumas e Tchaikovsky, con protagonista Di Tommaso, per la regia di Coticelli e Di Maio. 6 gennaio, la compagnia Trasformazione Animata di Ciro Arancini e Claudia Riccardo, che vanta tra l’altro, un’importante collaborazione con il Teatro San Carlo, porta in scena  “Un mare di desideri” che racconta in maniera inedita la coppia di Pulcinella e Zeza, in un connubio tra classicità e innovazione, in un impianto scenografico che cita il pop-up. 3 febbraio, la compagnia Babajaga con “Le briciole di Pollicino“, ispirato alla celebre favola di Perrault, per raccontare con delicatezza il dramma della fame 10 marzo sempre il “Teatro nel baule” per  “Dov’è finito il principe azzurro”, un gioco teatrale interattivo sul rapporto uomo-donna nelle fiabe. 28 aprile la compagnia Botteghe Invisibili con “Liombruno”, ispirato alla lucana delle “Fiabe italiane” raccontate da Italo Calvino con cui i registi Francesco D’Atena e Maria Letizia Lazzarotto uniscono Commedia dell’Arte e teatro orientale. 19 maggio, compagnia Teatro Bertolt Brecht con i “Racconti di Fernando” un suggestivo one man show sulla storia italiana degli ultimi settanta anni. Orario degli spettacoli 17,30, costo del biglietto per i bambini è di € 8,00, per gli adulti 10,00€, info e prenotazioni presso il botteghino del Nuovo Teatro Sancarluccio.

... continua la lettura
Comunicati stampa

Una cena “Autentica”, venerdì 30 novembre a Marigliano

UNA CENA “AUTENTICA” UNA CENA “AUTENTICA”, questo il nome dell’evento organizzato da Angela Merolla che si terrà venerdì 30 novembre ore 20.30, presso il Ristorante “Autentica” di Marigliano in provincia di Napoli. Un locale dinamico ed elegante, toni pastello, salottini, angoli riservati e oggetti del cuore. “Autentica” nasce dall’idea dell’imprenditore Vincenzo Damiano e del ristoratore Shehta Abdel Salam, di creare un rifugio d’élite dove, attraverso un percorso di gusto, poter trasmettere i ricordi, gli affetti, le tradizioni. La Chef Giusy Di Castiglia, realizzerà per la serata alcuni dei piatti di mare del nuovo menù invernale “Autentica”, utilizzando diverse tipologie tra i pomodori Solania. E proprio per tener fede al nome della location, in abbinamento ai piatti ci sarà una bevanda oltre frontiera, ovvero il Gin Puerto De Indias che sarà degustato nelle sue tre tipologie in versione Cocktail, per un abbinamento ”autentico” studiato dall’antipasto al secondo. Poi bollicine all’aperitivo, in alternativa ai cocktail ci sarà il vino  “Erbaceo” Bianco Igp Puglia di Colli della Murgia e infine, accompagnerà il dolce Amarè, liquore alle erbe dell’Antica Distilleria Petrone. Menu  Aperitivo: -Polpettina di friarielli su pomo d’oro -Baccalà croccante in puttanesca -Montanara -Cubotto di maialino con demi-glace arancia e   zenzero   Antipasto:  Baccalà su cremoso di pomodoro In abbinamento: Cocktail Gin Puerto de Indias “Classsic” Pane Filippo Cascone: Francesina alle olive   Primo:  Mezzo pacchero al doppio datterino, colatura di alici e provolone del Monaco Dop In abbinamento: Cocktail Gin Puerto de Indias “Pure Black Edition”  Secondo: Millefoglie di pesce bandiera e consistenze di scarole In abbinamento: Cocktail Gin Puerto de Indias “Strawberry” Pane Filippo Cascone: Ciabattina ai cereali Pre-dessert: Pralinerie Dessert:  Mousse di ricotta con cappero candito e strausel di nocciola Panettone Artigianale: “Oro Nero” Mastro Fornaio Filippo Cascone Costo della cena Euro 35 (Bevande incluse) Partner: Luigi Castaldi Group S.r.l.-Casoria NA Gin Puerto De Indias- Spagna Colli della Murgia-Gravina in Puglia BA Solania S.r.l.-Nocera Inferiore SA Frantoio Muraglia (Olio EVO monocultivar Peranzana)-Andria Arte & Pasta-Boscoreale NA Antica Distilleria Petrone- Montagrone CE Panificio Filippo Cascone-Lettere NA Fattoria Casale Alpega-Sarno SA   Per Info e Prenotazioni: Ristorante Autentica Corso Umberto I n.416 Marigliano NA MOBILE: 081 014 76 07 CELL:      331 443 21 19

... continua la lettura
Comunicati stampa

In orbita con la XII Edizione di Wine&Thecity 2019

In orbita con Wine&Thecity 2019 XII Edizione: dal 9 al 18 maggio follia, seduzione e poesia celebrando la luna NAPOLI – La luna è il tema della Dodicesima edizione di Wine&Thecity la rassegna napoletana che celebra l’ebbrezza creativa e il buon vino con una staffetta urbana di eventi diffusi sul territorio: la luna come fonte di ispirazione per scrittori e poeti, come desiderio di scoperta, come emblema della mutevolezza, simbolo di femminilità e vita, la luna che nei secoli ha ammaliato grandi filosofi, conquistato cineasti e sedotto scienziati di tutto il mondo. La luna che da millenni guida i lavori in vigna. La luna come anelito e conquista nell’anno che celebra i 50 anni dallo storico allunaggio.  Dal 9 al 18 maggio 2019 Wine&Thecity torna dunque in città, ma in una veste inedita: per la prima volta, infatti, il calendario della manifestazione si articolerà in appuntamenti verticali pensati per scandire ogni momento della giornata e accompagnare i partecipanti alla scoperta di oltre 100 etichette di vini italiani da degustare in luoghi insoliti o poco conosciuti di Napoli: dalla prima colazione alla cena, dall’aperitivo all’after dinner, in ogni momento della giornata avranno luogo reading letterari, incursioni d’arte, performance, cene itineranti in palazzi storici e musei, incontri con i produttori, momenti di approfondimento sull’universo vino, installazioni e azioni di street art che vedranno protagonista la luna nelle sue innumerevoli declinazioni. Ogni appuntamento di Wine&Thecity 2019 sarà infatti un’ode al magico satellite della Terra che ha affascinato generazioni di artisti in tutto il mondo e dalle cui ispirazioni sono nati veri e propri capolavori come il “Canto notturno di un pastore errante dell’Asia” del poeta Giacomo Leopardi, il celebre brano musicale “Moon River” composto da Johnny Mercer e Henry Mancini, l’ultimo romanzo dello scrittore Cesare Pavese “La luna e i falò”, il capolavoro cinematografico “Le Voyage dans la lune” di Georges Méliès con cui si è aperto il Rubamatic che Wine&Thecity ha realizzato e proiettato al PAN Palazzo delle Arti di Napoli il 22 novembre per presentare il tema 2019 della rassegna. A destare tanto interesse il valore metaforico della luna, il buio notturno che l’avvolge e il mistero che nasconde capace di liberare l’immaginazione e lasciare spazio ai sogni e alle emozioni più viscerali dell’essere umano. <Sarà la luna, questa volta, a guidare la nostra ebbrezza creativa e il ritmo della rassegna. Inizieremo il 9 maggio con la luna crescente e concluderemo il 18 celebrando la luna piena in un luogo speciale. La call pubblica è aperta, fino al 31 dicembre è possibile presentare le proprie idee creative per partecipare a Wine&Thecity 2019. Crediamo nell’azione collettiva e per questo valuteremo idee, progetti e proposte per fare una grande edizione>, anticipa Donatella Bernabò Silorata curatrice di Wine&Thecity dal 2008. Wine&Thecity terminerà dunque il 18 maggio, sera di plenilunio, con un Gran finale per celebrare i 50 anni dalla Missione Apollo 11 e lo storico sbarco sulla luna quando, nel 1969, gli statunitensi Neil Armstrong e Buzz Aldrin poggiarono piede sulla superficie lunare. «Un […]

... continua la lettura
Comunicati stampa

Tesori d’Italia Magazine, parte il Tour alla scoperta della storia della pizza napoletana

Il 18 luglio Tesori d’Italia Magazine ha inaugurato a Napoli il Tdi-Tour 2018 – viaggio in camper alla scoperta dei Tesori d’Italia, in partnership con la Laika Caravans e l’APC – Associazione Produttori Caravan e Camper. Dal 21 al 26 novembre, in collaborazione con L’Antica Pizzeria da Michele in The World e la UNPS – l’Unione Pizzerie Storiche Napoletane “Le Centenarie” e con il patrocinio del Comune di Napoli, il Laika camper di Tesori d’Italia sarà impegnato in un insolito percorso che vede protagonista la Pizza Napoletana. “Indagare come, pur nella sua assoluta semplicità, questo prodotto sia entrato nella vita quotidiana degli italiani e degli abitanti di molteplici regioni del mondo e abbia contribuito a costruire il valore del Made in Italy a livello globale. Questo il significato del nostro nuovo viaggio” – Riccardo D’Urso, Direttore Responsabile di Tesori d’Italia Magazine.Il 21 novembre si parte da dove tutto è iniziato, da Piazza Trieste e Trento a Napoli, con inaugurazione in programma alle ore 11:00. Tesori d’Italia, accompagnato da Alessandro Condurro, General Manager dell’Antica Pizzeria da Michele in The World, incontrerà alcuni dei protagonisti delle pizzerie “Le Centenarie” tra Napoli e Gaeta – recentemente insignite del Premio della Stampa Estera-Gruppo del Gusto 2018 – e una giovane realtà nata nel solco di una eredità imprenditoriale e familiare della tradizione della pizza.Il tour proseguirà per Roma, Firenze e, infine, Milano, per approfondire l’origine e lo sviluppo de L’Antica Pizzeria da Michele in The World attraverso le sue sedi in Italia.

... continua la lettura
Comunicati stampa

“Anatomia del miracolo” di Alessandra Celesia si appresta al debutto ad AstraDoc

Dopo la prima serata da sold out, la rassegna “AstraDoc – Viaggio nel Cinema del Reale” prosegue il suo ciclo di anteprime della X Edizione con il secondo appuntamento venerdì 23 novembre alle ore 20.30 al Cinema Astra con “Anatomia del miracolo” diretto da Alessandra Celesia. Anatomia del miracolo (Francia Italia 2017 – 83’) è stato presentato al 70° Festival Internazionale del Film di Locarno ed ha partecipato poi a numerosi festival internazionali, tra cui il 58° Festival dei popoli. Il documentario è incentrato su tre donne legate al culto della Madonna dell’Arco e sarà presentato in esclusiva al Cinema Astra per AstraDoc dalla regista Alessandra Celesia e dalle protagoniste del film con Giusy Orbinato, Fabiana Matarese e Sue Song, accompagnate da un intervento canoro del cantante Pino Santoro “Questo film – dice la regista – è nato come una soap opera senza copione e senza storyboard di partenza, dove lasciando spazio all’improvvisazione della vita vera, i personaggi hanno finito per trovare da soli la rotta. Se ha l’impianto di una commedia, perché a Napoli non si può sfuggire al genere, è con la freddezza del cinema danese che ho abbordato il soggetto. De Filippo è stato il mio punto di riferimento, l’oscillazione continua tra veglia e sonno, realtà incarnata nelle nostre aspirazioni più intime. Se poi sono riuscita a portare un po’ di Chechov nei dialoghi sospesi e nei silenzi, i miei sogni nel cassetto sarebbero definitivamente esauditi. Protagonista assoluta è La Vergine dell’Arco, con il suo livido e il suo dolore: lei fa da filo conduttore al film, appare e scompare diventando simbolo o presenza magmatica secondo le esigenze. Gli altri sono comparse con aspirazioni da protagonisti e il ruolo principale se lo meritano tutti: rappresentano a pieno titolo le sfaccettature di un paese intero che in quella città si rispecchia. Ogni personaggio è metafora, ogni vita è un tassello del puzzle.” SINOSSI Napoli. Una Vergine con un livido sulla guancia che genera miracoli. Intorno a lei ruotano tre personaggi femminili che non si incontrano mai, ma che di lividi interni se ne intendono. Giusy, una ragazza in sedia a rotelle che non ha mai ottenuto il miracolo ed è diventata atea, libera di spirito e antropologa esperta in culti mariani. Fabiana, una transessuale a capo di un gruppo di fedeli della Vergine in un quartiere popolare del centro città. E Sue, una pianista coreana in cerca di una nuova direzione da dare alla propria vita, insegnando la musica ai bambini in difficoltà in un luogo città così distante dalla sua cultura di origine. Ognuna con le proprie ferite intime e la loro personale ricerca del “miracolo”. Biografia Alessandra Celesia Alessandra Celesia, dopo la laurea in lettere moderne all’Università di Milano, lavora a lungo nel teatro, come attrice e regista.  Dalla Valle d’Aosta si trasferisce a Parigi dove frequenta le scuole di teatro di Philippe Gaulier e Jacques Lecoq.  Fa parte di numerosi gruppi di prosa in Italia e in Francia ed è direttrice artistica della compagnia “Sinequanon”. Collabora con diverse compagnie di Teatro in Irlanda […]

... continua la lettura
Comunicati stampa

“V per vendetta”, un convegno sul ruolo del vendicatore a San Domenico

Il 22 e 23 novembre 2018 a Napoli nella Sala del Capitolo del Complesso Monumentale di San Domenico Maggiore (vico San Domenico Maggiore, 18) si terrà il convegno “V PER VENDETTA” organizzato da Università di Napoli “L’Orientale” Dipartimento di Studi Letterari, Linguistici, da Argo – Centro di Ricerca Interuniversitario Dipartimento di Studi Umanistici. di Argomentazione, Pragmatica e Stilistica Lettere, Beni Culturali, Scienze della Formazione, dall’Università di Foggia Dipartimento di Studi Umanistici, Lettere, beni Culturali scienze della formazione con il patrocinio del Comune di Napoli. In collaborazione con Arci Movie. “Si tratta del terzo convegno di un gruppo di giovani ricercatori – dice Roberto D’Avascio membro del consiglio direttivo e di quello scientifico –  che ha dato vita ad un gruppo di ricerca dal nome ARGO, che quest’ anno affronta il tema del vendicatore tra teatro e letteratura con tanti studiosi illustri da tutta Italia. Ancora a Napoli, attenta al modo della ricerca e dell’innovazione, appoggiati dal comune di Napoli e dall’Orientale. Con un ospite di riguardo, l’attrice Cristina Donadio che per il convegno farà un speciale performance”. Nella giornata del 22 è prevista una performance dell’attore Fabrizio Nevola mentre il 23 ci sarà l’attrice Cristina Donadio che farà un monologo su Clitemnestra scritto per lei da Valeria Parrella. Il motivo della vendetta, in letteratura, è da sempre un potente attivatore di trama. In relazione al personaggio, esso ha rappresentato invece uno strumento elettivo per entrare nell’universo della soggettività e, contiguamente, nel rapporto fra individuo e società, con le sue implicazioni di carattere normativo, etico e giuridico. Articolato in tre sessioni, il convegno V per Vendetta si propone di analizzare da diverse angolature la figura del vendicatore, le sue modalità di espressione così come le istanze e le assiologie di cui, direttamente o indirettamente, questo personaggio si fa veicolo e pietra di paragone. Le sessioni saranno dedicate a tre ambiti fra loro distinti ma variamente interrelati: il teatro europeo del Cinque-Seicento e i suoi modelli classici, la narrativa e il teatro moderni, i nuovi linguaggi della contemporaneità. Comitato Scientifico Tommaso Continisio, Roberto D’Avascio, Bianca Del Villano, Angela Di Benedetto, Paolo Pepe, Savina Stevanato Comitato Organizzativo Roberto D’Avascio, Bianca Del Villano, Augusto Guarino Roberto Esposito, Chiara Ghezzi, Giusy Letizia, Rosa Punzo, Valentina Rossi PROGRAMMA 22 novembre ore 9.00 / Saluti  Luigi De Magistris Sindaco di Napoli Augusto Guarino  Augusto Guarino  Linguistici e Comparati dell’Università di Napoli “L’Orientale” ore 9.45 / Apertura dei lavori | Sessione Fra Cinque e Seicento: il teatro europeo e le sue radici classiche ore 10.00 / Presiede e introduce Piero Capelli Università Ca’ Foscari Venezia Relazioni Leonardo Fiorentini Università eCampus Il vendicatore di Atreo. Appunti su Clitemestra e Oreste e sulle loro riapparizioni Bianca Del Villano Università di Napoli “L’Orientale”  Off-record impoliteness: Amleto, vendicatore scortese Elena Marcello Università di Roma Tre Raffigurazioni calderoniane del vengador Pausa caffè Silvia Bigliazzi Università di Verona Vendetta e giustizia selvaggia: Ecuba in Titus Andronicus Francesco Fiorentino Università di Bari “Aldo Moro” La vendetta e i suoi antidoti in Racine Il Sessione Il personaggio vendicatore nella narrativa e […]

... continua la lettura
Comunicati stampa

“Gruppo di Fuoco a Villa di Bacco”, la cena da non perdere il 23 novembre

Villa di Bacco, location esclusiva per eventi a Boscoreale, rievoca uno stile pompeiano e fiabesco, la sua elegante sala interna volge lo sguardo sul parco ed ai viali fioriti, attraverso le ampie vetrate. Villa di Bacco, ospiterà venerdì 23 novembre alle ore 20.30 “GRUPPO DI FUOCO a Villa di Bacco”, l’evento organizzato da Angela Merolla, prevede una raffinata cena di mare realizzata da 10 rinomati chef campani: Stella Michelin Chef Giovanni De Vivo Chef Antonio Tecchia Chef Fabio Ometo Chef Ciro Campanile Chef Tommaso Di Palma Chef Antonio Borriello Chef Gennaro Battiloro Chef Alberto Amatruda Chef  Carlo Verde Chef Giovanni Ambrosino La serata, allietata dalle note del pianoforte del Maestro Antonio Di Palma, propone il seguente menù: Aperitivo a cura della polpetteria Petit Bon Polpettine di yogurt greco e pesto genovese Polpettine di salsiccia e friarielli Polpettine di pesce spada alla puttanesca Del Mastro Fornaio Filippo Cascone “Il Panettiello” Vino in abbinamento: Villa Venier- Prosecco Superiore Docg Conegliano Valdobbiadene Stella Michelin Chef Giovanni De Vivo-Chef Ciro Campanile Gambero di Mazzara con vinaigrette al lampone, creme fraiche ai friarielli e semi di quinoa Vino in abbinamento: Gianni Tessari-36 mesi Lessini Durello Metodo Classico Chef Antonio Tecchia-Chef Giovanni Ambrosino Riso, friarielli, limone fermentato, seppia e nero di seppia Vino in abbinamento: Gianni Tessari–Monte Tenda Soave Classico annata 2017 Chef Fabio Ometo-Chef Antonio Borriello Agnolotti ripieni, cavolfiore, cipollina novella e guanciale, crudo e cotto di baccalà, macedonia di zucca e patate e polvere di olive taggiasche Vino in abbinamento: Tenute Casoli-Le Crete Greco di Tufo Docg annata 2017 Chef Alberto Amatruda-Chef Tommaso Di Palma Perla di mare con cuore di patate e colatura di alici, su salsa di broccolo calabrese emulsionato all’acqua di vongole veraci e chips di alghe marine Vino in abbinamento: Fratelli Follo-Gioia Irpinia Rosato Doc annata 2017 Chef Carlo Verde-Chef Gennaro Battiloro Ananas caramellato, cremoso di mango, yogurt di bufala e chantilly al sedano verde Distillato in abbinamento: La Grappa-Villa Venier Liquore in abbinamento: Guappa-Antica Distilleria Petrone Mastro Fornaio Filippo Cascone Grissini: Cereali, bianco e pomodoro Mastro Fornaio Domenico Fioretti Pani: bun aneto e finocchietto, cafoncello, bun al limone A fine serata un cadeau per ogni ospite “Il panettoncino classico” del Mastro Fornaio Domenico Fioretti PARTNER“GRUPPO DI FUOCO a Villa di Bacco” Petit Bon- Polpetteria-Castellammare di Stabia NA Azienda Agricola Salera(Riso Carnaroli invecchiato 5 anni)- Garlasco PV Frantoio Muraglia (Olio EVO monocultivar Peranzana)-Andria Melius Catering  SPA-S.Egidio M. Albino SA Panificio Cascone-Lettere NA Panificio Fioretti-Carinaro CE Villa Venier-Treviso TV Gianni Tessari-Roncà VR Tenute Casoli–Candida AV Fratelli Follo-Castelvetere sul Calore AV Antica Distilleria Petrone-Mondragone CE Goeldlin Chef – Abiti da lavoro – Sedi: Cis di Nola, Benevento, Nocera Superiore, Torrette di Mercogliano, Napoli, Nola, Milano, Salerno Costo della cena 70 euro (vini inclusi) Per info e prenotazioni: Villa di Bacco Via Settetermini-Boscoreale NA Mobile-331 226 1642

... continua la lettura
Comunicati stampa

Nasce il nuovo HUB culturale del Kesté: Abbash. Sabato si inaugura la scuola di musica!

Da locale a laboratorio culturale: il Kestè si evolve e diventa centro di produzione. Sabato 17 stage di batteria che inaugura la scuola di musica. Una vera e propria rivoluzione copernicana al Kestè grazie all’apertura di “Abbash”. Le storiche stalle del palazzo del ‘700 dove ha sede il Kestè, sono state recuperate e trasformate in un hub culturale che ospiterà teatro, arte, musica e eventi colturali e sociali. LA produzione artistica del Kestè dunque trova una nuova, eccellente casa. Sabato 17 si inaugurerà la scuola di musica con lo stage del maestro Sergio Quagliarella Nel centro antico di Napoli, in Largo San Giovanni Maggiore Pignatelli, ha sede da 21 anni il Kestè, cocktail bar e locale artistico noto anche oltre i confini cittadini per la sua produzione di eventi culturali ma anche per il suo impegno sociale. il Kestè realizza un importante traguardo, un sogno inseguito per più di un decennio: le meravigliose sale sotterranee, una volta stalle e cisterne del palazzo settecentesco che ospita il Kestè, sono state ristrutturate e trasformate in un hub culturale dove ha sede la neonata associazione culturale “Abbash”. L’associazione dedicherà gli spazi esclusivamente al teatro, all’arte e alla musica. Sono state realizzate una sala con palco che sará dedicata al teatro e alla musica, una sala galleria, dedicata alle arti visive e una sala meeting. La struttura e’particolarmente affascinante, come sempre quando si tratta di andare a scoprire i tesori della Napoli antica. La direzione del nuovo spazio è affidata a Fabrizio Caliendo (fondatore del Kestè), Luciano Labrano (fondatore del Cellar Theory) un connubio importante, che mette insieme due tra i piu’appassionati e intraprendenti produttori di eventi musicali e culturali di Napoli. Al momento Abbash accoglie tre progetti espositivi: la mostra dell’archivio Carbone “Muvimmece”, la personale dell’illustratore cubano Alejandro Gonzalez Exposito e i ritratti filosofici di Carmine Pistone. Fabrizio Caliendo, curatore di piu’di 200 mostre nella sua lunga carriera, si occupera’ principalmente proprio delle arti visive. Il progetto di “Abbash” rappresenta un valore aggiunto per la città di Napoli, con workshop musicali e fotografici, scuola di musica, una gallerie d’arte, concerti di artisti internazionali e locali, spettacoli di Stand Up Comedy, incontri multiculturali ma soprattutto l’importante capacitá di accogliere idee e portarle alla realizzazione. Scuola di musica: si parte col Workshop di Quagliarella sabato 17 novembre. Un palco per gli allievi La nuova Scuola di musica Abbash, sarà tenuta da musicisti affermati della scena napoletana (e non solo). Una scuola con un valore aggiunto: un palco dove tutti i mercoledì si tiene da anni una importante jam session. Dove per tre volte a settimana si esibiranno noti gruppi musicali. Una scuola laboratorio dunque, una unicità a Napoli che sino ad ora mancava. Gli studenti potranno dunque passare dalla lezione teorica al palco immediatamente, confrontandosi con una importante banco di prova : il pubblico. Il Workshop Il primo workshop sarà tenuto dal professor Diego Quagliarella, batterista di fama internazionale e di origini partenopee. Un curriculum lungo il suo, ma ci piace ricordarlo come fondatore dei […]

... continua la lettura
Comunicati stampa

Napoli Fashion Kids, il nuovo volto della moda

È stato il PAN Palazzo delle Arti Napoli a ospitare la presentazione di Napoli Fashion Kids, la prima edizione di un evento che racconta e mostra il mondo bimbi in modo inedito, partendo da Napoli ma già pronto ad approdare a Milano con l’edizione numero due. Napoli Fashion Kids ha il patrocinio dell’Assessorato ai Giovani, Politiche Giovanili, Creatività e Innovazione del Comune di Napoli. Venerdì 30 novembre, alle 19, a Palazzo Caracciolo, in via Carbonara 112, in un’atmosfera quasi surreale, diventerà concreto un lungo lavoro iniziato tre anni fa con la Factory Design, ideata e diretta da Viviana Falace, presidente dell’associazione ViGroup International Social Art Association e fondatrice di ViMagazine, un progetto editoriale studiato e diffuso sul social network Facebook, che ha poi trovato la sua duplicazione in ViMagazine Kids. Bambini e adulti protagonisti di flash moda con le creazioni Texture Design (evoluzione della Factory Design), risultato di un’attenta ricerca, che nel meraviglioso chiostro settecentesco di Palazzo Caracciolo si esprimerà anche in un set fotografico allestito con i prestigiosi divani di Epoque by Egon Furstenberg. In questa occasione, gli ospiti vedranno anche un’anteprima di “Celeblueation”, mostra antologica di tessuti e bozzetti di Renato Balestra, che il 6 dicembre arriverà in città. All’incontro con la stampa hanno partecipato Alessandra Clemente, assessore ai Giovani, Politiche Giovanili, Creatività e Innovazione del Comune di Napoli; Viviana Falace, ideatrice dell’evento Napoli Fashion Kids, presidente dell’associazione ViGroup, direttore creativo e designer del laboratorio creativo Factory Design e Texture Design; Enzo Merli, art director Egon Von Furstenberg; Elisabetta Capossela, imprenditrice; Simona Mazzei, blogger di moda bambini e stilista. Uno sguardo visionario e straordinario, quello di Viviana Falace. “Ho coinvolto bambini e ragazzi, rendendoli protagonisti di un fantastico mondo, fatto di luce e armonia – racconta Viviana Falace -. Il loro mondo, quello che va recuperato e protetto. Un mondo fatto di valori sani, colori, giochi semplici e, soprattutto, di arte, lontano dalla tecnologia che ha travolto le loro giornate, allontanandoli dal sogno. Al centro, piccoli talenti che esprimono, attraverso il disegno, la loro personale percezione della realtà. Da qui, il passo successivo: la creazione di Texture Design. Ho destrutturato, raccontato e rivisitato i disegni dei bambini e dei ragazzi impegnati nella Factory Design, estraendo, da quello che hanno riprodotto sui fogli bianchi, le linee stilistiche di conversione, che consentono di ottenere tessuti, stampe e oggetti. E poi Texture Design diventa un progetto in cui i tessuti pregiati si declinano nei linguaggi di design, moda e arte, coinvolgendo anche grandi realtà del panorama nazionale e internazionale, come Alviero Martini, testimonal del progetto, che firma i foulard limited edition; Egon Von Furstenberg, Ernesto Esposito, Sovrano Tricot; e stringendo partnership importanti come quella con Elisabetta Capossela, grazie alla quale, la creatività di Texture Designer viene stampata su tessuti pregiati”. “Per motivi di lavoro ho conosciuto la presidente dell’associazione ViGroup International Social Art Association, Viviana Falace, che mi ha chiesto una collaborazione nella realizzazione di un progetto che inizialmente ancora non era stato definito nei dettagli. Ma, quando ho valutato meglio […]

... continua la lettura
Comunicati stampa

Degustì, “Le tappe del buon cibo e del bere bene”

“Le tappe del buon cibo e del bere bene” Arriva la Prima Edizione di DEGUSTI’, il tour degustativo enogastronomico per eccellenza in 18 tappe da degustare, promosso dalla Luigi Castaldi Group S.r.l.. Degustì nasce in uno scenario in cui l’arte enogastronomica fa da protagonista e si declina in una serie di eventi dedicati ai professionisti ed appassionati del settore, al mondo dei foodies, agli amanti del buon cibo e dei prodotti di qualità. Degustì vedrà 18 tappe da novembre 2018 a maggio del prossimo anno. Un vero e proprio viaggio tra sapori ed ingredienti, dove chef affermati e maestri pizzaioli di rinomati locali campani faranno vivere esperienze volte al piacere di scoprire, assaporare, promuovere e valorizzare le eccellenze territoriali. Luigi Castaldi Group da oltre 40 anni nella distribuzione Food&Beverage, fornirà ai locali partner alcuni tra i sui prodotti d’eccellenza, selezionati tra i migliori produttori e connotati da caratteristiche quali genuinità, qualità e ricercatezza. Il percorso dell’azienda Luigi Castaldi Group: 1970 Apre al  Centro Storico di Napoli 1990 Crescita del portafoglio clienti con nuova sede a Casoria 1998 Si amplia con deposito di 40.000 mq 2002 Sede di Pontecagnano specializzandosi in birra alla spina 2013 Sede di Tramonti per la Costiera Amalfitana Dal 2013 Inizia il Business nel ramo spirits, vini, spumanti ed alimentari In corso Prossima apertura a Cava De’ Tirreni come distributore presso i pdv e Cash&Carry specializzato Ho.Re.Ca Chef, pizzaioli, sommelier e bartender, grazie alla loro esperienza e creatività, celebreranno la ricchezza di ogni singolo ingrediente valorizzandone l’insieme, elaborando piatti e cocktail dai sapori a regola d’arte, per poi eleggere il prodotto vincitore Degustì. Tra le proposte figurano alcune delle eccellenze che l’azienda Luigi Castaldi Group offre quotidianamente ai suoi clienti: -Pomodori DiMè Coltivati nella Riserva Naturale del Sele, dal gusto unico per le loro splendide proprietà naturali ed i metodi di coltivazione totalmente biologici. –Birra Theresianer La miglior tradizione mitteleuropea dei mastri birrai, connotata  da elementi quali amore per la qualità, storia, conoscenza e passione. –Vini Colli della Murgia Rinomati per la combinazione unica di elementi e per il profondo legame con la propria terra, una riserva naturale nel territorio di Gravina in Puglia. –Vini della Romangia Una società cooperativa volta raccogliere le più nobili esperienze dei viticoltori del territorio di Sorso-Sennori e a valorizzare i vitigni che meglio esprimono la vocazione enologica della Romangia –Olio EVO DOP BIO DiMè Di produzione biologica, un prodotto naturale dal sapore unico ed inimitabile -Molini Pizzuti Da sempre impegnata nella ricerca e utilizzo delle migliori materie prime italiane ed estere, l’azienda coniuga esperienza e innovazione per proporre diverse linee di farine dalla elevata qualità –Birra Antoniana Craft e Slow Food Una serie di birre  che nascono dalla valorizzazione della tradizione agricola, dall’uso di materie prime di prima qualità, una fedele etica produttiva, una produzione che rispecchia l’ideale di filiera corta e che si sposa con i principi dello Slow Food. Votare è semplice! Ogni locale fornirà ai partecipanti un cavalierino da tavolo dotato di codice QR con rimando diretto alla […]

... continua la lettura