Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Genesi di un simpatico genio in autunno arriva Young Sheldon

Genesi di un simpatico genio: in arrivo Young Sheldon

Esistono due tipi di fans della rinomata sitcom statunitense The Big Bang Theory: chi è irrimediabilmente pazzo di Sheldon Cooper, e chi mente! Lo scienziato dallo stellare quoziente intellettivo è entrato nei cuori degli spettatori sin dalla puntata pilota e, tra un “bazinga!” e l’altro, non li ha mai abbandonati; al punto da portare l’ideatore della serie, Chuck Lorre, in collaborazione (tra gli altri) con Jim Parsons (l’attore che presta il volto al dottor Sheldon Cooper) a produrre uno spin-off sull’iconico personaggio: Young Sheldon.

Rilasciato il primo trailer di Young Sheldon: trama e prima occhiata al cast

“Every legend has a beginnig”: si legge durante il promo rilasciato il 18 maggio sulla pagina facebook della nuova serie tv, e il genio strambo star di Big Bang Theory non fa eccezione. Young Sheldon, che andrà in onda il prossimo autunno sulla CBS (la stessa rete della “serie madre”), esplora l’infanzia del personaggio che abbiamo imparato a conoscere già più che ventenne. Protagonista è, infatti, un giovanissimo Sheldon di appena nove anni e un’intelligenza abbondantemente superiore alla media: un bambino prodigio che verrà, per le sue straordinarie capacità, spedito direttamente dalle scuole elementari all’ultimo anno delle medie.

Siamo in una tranquilla cittadina dell’East Texas, nel 1989, quando il piccolo Sheldon dovrà imparare a tenere a freno la lingua e contenere la sua vena di acuto osservatore se vorrà sopravvivere tra le classi e corridoi di una scuola di predatori ben più grandi di lui. La nuova sitcom dirà tanto anche sulla famiglia del futuro fisico teorico, più volte nominata e comparsa a sorpresa nel corso delle dieci stagioni di The Big Bang Theory: Sheldon ha due fratelli, George, dal quale è e sempre sarà caratterialmente molto distante, e la prepotente gemella (si badi, eterozigote) Missy, che diverrà poi la donna attraente che farà perdere la testa agli amici Leonard, Raj e Howard. Se la serie rappresenta anche l’opportunità di conoscere l’amato padre che Sheldon perderà a soli 14 anni, figura imprescindibile resta la madre, donna semplice e fortemente credente, che non sarà più interpretata da Laurie Metcalfe come nella serie principale, bensì da sua figlia, Zoe Perry, che saprà ben rendere giustizia all’idea che ci siamo fatti della necessariamente paziente signora Cooper. Ovviamente però, indiscutibile star della serie sarà proprio il Young Sheldon del titolo, che porta il volto (e il papillon) dell’adorabile Iain Armitage, già visto in Big Little Lies.

La serie si preannuncia coperta dallo stesso velo di spensieratezza che ha reso vincente la formula di The Big Bang Theory: trattare con una brillante leggerezza la psicologia e i momenti degli uomini, si sa, non è da tutti, ma da un cast e una trama di questo tipo ci aspettiamo, ogni giovedì a partire da questo settembre, venti minuti di sorrisi e risate, in sottofondo e non solo.

 

Print Friendly, PDF & Email