Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Penny Dreadful: l'horror d'autore cambia look

Penny Dreadful: l’horror d’autore cambia look

Penny Dreadful è un serie televisiva di produzione anglo-americana di genere horror, divisa in tre stagioni. Nel 2013 lo sceneggiatore John Logan riceve l’incarico da Showtime per scrivere e dirigere una serie tv ambienta a Londra durante l’età vittoriana. Logan, fan accanito dei mostri della letteratura inglese, prepara in poco tempo uno spec-script delle prime otto puntate. Dopo un anno, l’11 maggio 2014,  va in onda la prima puntata  sul canale Showtime.

Da dove nasce l’idea di Penny Dreadful?

 Il titolo della serie e le vicende narrate sono da ricercarsi attraverso un piccolo salto nel passato. Nella seconda metà del XIX secolo in Inghilterra si diffonde la vendita dei cosidetti penny dreadful– ovvero pubblicazioni periodiche di piccoli fascicoli dal costo di un penny – in cui si raccontano storie di genere horror. Trame semplici e immagini grossolane corredano questi “spaventi da un penny” che, tuttavia, incontrano i favori del pubblico  più giovane e della media borghesia.

Una prima stagione al “sangue”

La prima stagione della serie tv Penny Dreadful si concentra sulla lotta intrapresa da Vanessa Ives e Sir Malcom Murray contro i vampiri e nel disperato tentativo di ritrovare Mina, la figlia di Malcom, caduta nelle grinfie delle spietate creature della notte. Al fianco dei protagonisti accorrono: l’avventuriero Ethan Chandler, Victor Frankestein e il cacciatore africano Sembene. Effetti speciali notevoli e una scrupolosa scenografia di stampo teatrale catapultano lo spettatore nel plumbeo e misterioso paesaggio urbano della capitale inglese in un periodo  di grandi cambiamenti storico-culturali.

Il Cast di Penny Dreadful è d’elite

L’assoluta originalità della serie Penny Dreadful è l’aver rielaborato i grandi classici della letteratura horror/gotica.  Come ad esempio:  Dracula, Dorian Gray, Frankenstein, creando un punto di vista alterativo. Il mondo fisico ed il mondo metafisico si fondono, creando un plot che, nel susseguirsi delle puntate, si trasforma in vera e propria indagine speculativa sulle emozioni umane. Il punto di forza assoluto di Penny Dreadful è la presenza di un cast formidabile, in cui spiccano: Eva Green (Vanessa Ives), Timothy Dalton (Sir Malcom Murray), Josh Hartnett (Ethan Chandler) e Rory Kinnear (la Creatura del dr. Frankenstein).

Eva Green e Rory Kinnear da brividi

Ancora una volta Eva Green si dimostra sontuosa e diabolica nei panni dell’affascinante Vanessa Ives, interpretando meticolosamente il suo personaggio diviso tra luci ed ombre.  La donna è l’oggetto dei desideri del Diavolo, che brama di averla al suo fianco, nonostante l’opposizione della giovane cattolica. Il dramma interiore di Vanessa si consuma nel corso della storia,  lasciando spazio ai dubbi e alla tentazione di cedere al male.

Altra nota positiva è la forte carica introspettiva dei protagonisti, mai banali e lontani da stereotipi di genere. Ogni personaggio ha un personalità ben distinta, corredata da un intero ventaglio di emozioni e tormenti. Strepitoso è il talento  di Rory Kinnear nel ruolo della Creatura del dr. Frankestein. Il personaggio di Kinnear non è solo un freddo ammasso di carne, ma anche un sensibile intellettuale, promotore  della cultura romantica inglese e della filosofia materialista. La Creatura è l’emblema della fragilità e dell’alienazione umana. Una vita da immortale, vissuta in un perenne stato di emarginazione, forgiano un essere in piena lotta tra istinti omicidi e ricerca dell’amore.

Quindi, riassumendo: azione, intrighi, violenza, esoterismo, elementi sovrannaturali, sesso e approfondimenti piscologici. Per gli appassionati del genere e per chi cerca qualcosa di nuovo rispetto alle solite vampire stories il consiglio è di fiondarsi su Netflix e assaporare pienamente Penny Dreadful.