Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Ebook or Book? Tra innovazione e nostalgia

L’ebook nasce ufficialmente nel 1971, quando vede la luce il Progetto Gutenberg, che prevedeva l’istituzione di una enorme biblioteca elettronica, nella quale sarebbero state raccolte versioni elettroniche di libri stampati, in pratica quelli che oggi noi chiamiamo ebooks.

Negli anni ’90 le versioni digitali dei libri, iniziano a circolare in modo più diffuso: nasce l’ebook così come lo intendiamo oggi. Sono, addirittura, tanti gli scrittori che scrivono libri che saranno destinati a rimanere per sempre solo in formato digitale. Negli anni 2000, la diffusione degli ebook cresce in maniere esponenziale, così il mercato tecnologico mette a punto dei dispositivi, gli e-reader, che servono esclusivamente solo a leggere ebooks.

Nel 2011, per la prima volta nella storia, in America vengono venduti più ebooks che libri cartacei.

Così, nel corso degli anni è sorta una diatriba tra i puritani del libro cartaceo, coloro i quali non si azzarderebbero mai a comprare un ebook, e chi invece ormai acquista solo ebooks.

Ma quali sono i vantaggi degli ebook?

Innanzitutto il costo. Comprando un ebook, piuttosto che la sua versione cartacea, si può risparmiare anche fino all’80%, questo perché un ebook non ha costi di stampa, di trasporto, di messa in vendita e quant’altro. Inoltre, oggi tanti classici della letteratura mondiale sono trovabili, legalmente in rete, a prezzo zero.

Un altro vantaggio è la comodità. In un e-reader o in un tablet, possiamo trasportare anche centinaia, se non migliaia, di libri insieme, senza doverci affaticare.

Comunque questi sono solo i due vantaggi principali, ne potremmo citare ancora altri.

Così spinto dalla curiosità e dall’opportunità datami da Sony di provare in anteprima uno dei suoi ultimi e-reader, ho preso tra le mani un e-reader e l’ho iniziato ad usare.

L’e-reader da me provato è il magnifico SONY PRS-T3.

Sony ha pensato bene di ricalcare lo stile di un libro tascabile, così il reader si presenta in maniera molto elegante, dotato di una propria “copertina” proprio come un libro vero, le sue dimensioni sono davvero molto comode, lo schermo è di ottima fattura e al tatto sembra quasi di sfiorare un foglio di carta vero. La comodità è il punto di forza di questo reader, perché esso possiede anche dei tasti fisici che permettono la navigazione tra le pagine e altre comode funzioni, quindi oltre al touch è possibile sfruttare anche tasti fisici.

Il reader è dotato anche di un software molto comodo per PC (collegabile tramite USB), con il quale possiamo organizzare tutta la nostra biblioteca elettronica, che grazie allo slot per una microSD, potrà essere davvero infinita. Un altro punto di forza è dato dalla batteria, che può garantire quasi due mesi di vita!

La lettura degli ebook risulta molto piacevole, lo schermo da 6 pollici non è retroilluminato, quindi non stanca la vista, e dona la sensazione di trovarsi davanti ad un vero foglio di carta. Sono tante le funzioni che possono coadiuvare la nostra lettura, possiamo sottolineare, evidenziare, copiare, incollare, prendere appunti mentre leggiamo e condividere tutto su Facebook o incollare il tutto su una nota di Evernote. Inoltre le dimensioni rendono la lettura davvero molto piacevole, in tutte le evenienze, quando si è a letto, sul divano, alla scrivania, in treno, in auto ecc.

Il reader è dotato anche di connessione Wi-Fi e di browser interno, di grande comodità.

Insomma, è davvero ben fatto, non è nulla lasciato al caso, e rende la lettura degli ebook davvero comoda e divertente.

Un “ma” però lo si trova sempre: per chi come me è cresciuto con l’odore dei libri sotto al naso, per chi come me è cresciuto con quel suono di fogli che vanno avanti e indietro, per chi come me è cresciuto con quella sensazione data dalla carta ruvida tra le dita, è difficile riuscire a passare completamente al digitale.

Purtroppo l’unica cosa che gli e-reader e gli ebook non riescono a riprodurre è la sensazione di aver un libro, sì proprio un libro vero tra le mani. Quell’odore, quelle sensazioni non sono riproducibili tecnologicamente. E allora è per questo che alla navigazione in una biblioteca digitale, preferirò sempre una passeggiata in una biblioteca reale, immerso tra i mille colori di mille copertine e in quell’odore che da secoli fa sognare i lettori.

– Ebook or Book? Tra innovazione e nostalgia – 

Print Friendly, PDF & Email