Seguici e condividi:

Eroica Fenice

La categoria Comunicati stampa contiene 319 articoli

Comunicati stampa

LABELON EXPERIENCE BEACH CLUB, una nuova luxury experience a Bacoli

Bacoli, Napoli – Nasce LABELON EXPERIENCE BEACH CLUB. Non un semplice lido balneare ma un’esperienza da vivere limitless che combina lusso e gioia di vivere, premium services, eventi, alta cucina e buon bere. Un luogo che cambia pelle e atmosfera con il passare delle ore: dal mattino presto a tarda notte. LABELON come la belon, l’ostrica nativa del Mediterraneo dalla rinomata madreperla piatta, diventata una leggenda gastronomica per la sua rarità. La regina delle ostriche racchiude nella sua conchiglia tutto l’immaginario del bien vivre: lusso, benessere, fine cuisine& wines, design e confort. Fonte creativa del naming e del logo firmati Wstaff, il prezioso mollusco  era allevato proprio qui, nel vicino Lago di Fusaro, dagli antichi Romani come racconta Plinio il Vecchio. E sempre qui Ferdinando IV di Borbone avviò la più importante coltura ostricola del regno. Non è dunque un caso se LABELON nasce qui, in questa terra di miti e leggende dal forte potere evocativo connotando il brand d’identità di marca, valori e status symbols. Una struttura architettonica di ispirazione razionalista, 28 mila metri quadrati di superficie, 200 metri lineari di fronte mare e il più bel tramonto della costa: questi gli spazi dell’ambizioso progetto che propone la più completa e coinvolgente esperienza di lusso, relax e benessere mai offerta fino ad ora da un beach club campano. Un sistema offerta studiato per un target premium che raccoglie un apparato coerente di eccellenze basato su servizi esclusivi che strizzano l’occhio ai competitor internazionali: dallo Champagne&Cocktail bar all’area beauty. Due i ristoranti d’alta gamma per una offerta gastronomica completa che va dalla cucina mediterranea a un selezionato menu di crudités di pesce e molluschi provenienti da tutto il mondo. Tra i servizi esclusivi, anche un eliporto e un attracco per chi arriva via mare. Un universo valoriale gestito in modo armonico, con determinate caratteristiche e associato ad un immaginario forte, con una qualità senza compromessi e una comunicazione d’élite. L’obiettivo è creare un’esperienza memorabile, offrire servizi che vanno a cogliere bisogni latenti  per generare valore intangibile e simbolico. Concept e restyling portano la firma dell’architetto Giuseppe Falconio che ha enfatizzato l’architettura total white originaria aggiungendo una allure internazionale al progetto: via il cotto tradizionale, poco coerente con l’architettura, e spazio a pavimentazioni materiche color grigio cemento; doghe di legno Ipe per i grandi dock esterni che segnano lo spazio intorno alle piscine, palme ed altre essenze. Luci a scomparsa e un sistema di illuminazione dimmerabile. Pagode e letti king size per la spiaggia. LABELON EXPERIENCES DAY EXPERIENCE. Labelon è beach club: l’indirizzo perfetto dove concedersi momenti di relax e benessere baciati dal sole e dalle acque cristalline del litorale. La spiaggia con i suoi servizi luxury è stata pensata per diverse esigenze: per chi desidera esclusività e privacy e per chi è in famiglia con i figli. DINING EXPERIENCE. Labelon è ristorante con molteplici proposte di cucina: con Champagne Bar e Lounge; Ristorante Mediterraneo à la carte con la cucina firmata da Fenesta Verde: una cucina di tradizione campana, fresca, […]

... continua la lettura
Comunicati stampa

Apre Coce, la fucina del vulcano

Nasce da qualche mese a San Sebastiano al Vesuvio, alle falde del grande vulcano, una struttura elegante e dall’interessante design, con spazi distinti che accolgono Ristorante-Pizzeria-Coctelleria e Tapas bar: COCE La fucina del vulcano La leggenda racconta che il dio Vulcano, nella sua fucina, forgiasse armi per gli dei e per gli eroi. COCE nella sua fucina, forgia sapori nuovi, per difendere il valore del territorio e creare piatti leggendari. In questo impegnativo progetto ai fuochi sono impegnati gli chef Antonio Borriello e Fabio Ometo che utilizzano i loro ingredienti preferiti, ovvero passione per il territorio campano, creatività, correttezza, etica e solidarietà. La loro è una cucina che sceglie di custodire la memoria della cultura e delle origini partenopee e di nutrire, privilegiando materie prime sane, nel rispetto del lento scorrere delle stagioni. Una cucina anche in grado di innovare, creando grandi piatti adatti alla vita dei nostri giorni. Inoltre al COCE, la grande selezione di carni da tagli pregiati, terrà viva la fucina i fuochi dello spazio braceria. Per il piacere dei migliori abbinamenti, un’ampia selezione di vini nazionale ed internazionali completa l’armonia della proposta ristorativa del COCE. E con l’estate gli chef Borriello e Ometo forgeranno sapori ed emozioni. Di seguito i loro piatti…. Degustazione di Tartare Tartare di Tonno rosso con cremoso di peperoncini verdi di fiume, Tartare di Gambero viola con emulsione al passion fruit Tartare di Ricciola con salsa di peperoni arrosto Il Crudo Imperiale Tartare di Tonno rosso, Tartare di Gambero viola, Tartare di Ricciola, Scampi, Gamberoni, Julienne  di Calamari Carpaccio di Pescato, Ostriche e Tartufi pesce servito crudo, come da regolamenti vigenti, viene abbattuto a-24° per 24ore. Baccalà Morro Grimsey In tempura di ceci e finocchietto su salsa alla Puttanesca Alici con crema di bufala Ai sentori della costiera con salsa di zucchine alla scapece   Vedi Napoli e poi… Sformatino di zucchine, scamorza, pomodorini, grana e salsa al basilico Piccolo gattoncino di patata Ricciona napoletana con salsa al provolone del monaco Millefoglie Caprese con Bufala Aversana e pomodori di Sorrento   PRIMI La Zuppa di Pesce XXL Scorfano, Gallinella, Triglia, Scampo, Mazzancolle e Tartufi Non chiamatemi Raviolo…. Bottoncini farciti ricotta e limone di Sorrento con crema di zucchine, gambero rosso, burrata e olio limonato Le Bavette Gragnanesi con Cannelli paesani ed emulsione di ricci di mare Le Fettuccelle di grano duro Astice e pomodorini del piennolo Il Risotto con crema di papaccelle, salsiccia di maialino,  olive nere e finocchietto Lo Spaghettone Cacio, Pepe e Piennolo SECONDI Il nostro Pescato secondo disponibilità del mercato Per le preparazioni di pesci e crostacei lo Chef consiglia: Guazzetto, Agrumi, Scottato, Crosta di sale, al Vapore, cartoccio, gratinato   Calamari Triglie e Gamberi Fritti con cipolla stufata al vino rosso e arancia candita DESSERT Mezza Sfera fondente con cuore di cassata Il Babà Napoletano cuore di bufala e frutti di bosco Cremoso ai tre cioccolati Tartelletta alle fragoline con crema al passito polvere di cocco e menta Bouquet di frutti di stagione PER INFO E PRENOTAZIONI: COCE […]

... continua la lettura
Comunicati stampa

BORGHI INCANTATI CHOIR FESTIVAL, dal 22 giugno a Riardo

BORGHI INCANTATI CHOIR FESTIVAL è un Festival dedicato a Cori e Gruppi Vocali appartenenti a ogni genere musicale. Giunge alla sua sesta edizione, ottenendo negli anni numerosi e crescenti consensi di pubblico e critica. Quest’anno il Festival è inserito a pieno titolo nel progetto POC CAMPANIA 14/20 Riardo: Borgo Festival, sotto la direzione artistica di Renato Maffei e il patrocinio del Comune di Riardo e del sindaco Armando Fusco. Il Festival si svolge in una cornice unica e suggestiva, il Borgo Medievale di Riardo (Caserta) ed ha lo scopo di valorizzarne il valore storico, artistico e culturale, portandolo alla conoscenza di un pubblico sempre in aumento. Borghi Incantati è ideato, realizzato e sostenuto dal Soulshine Gospel di Riardo (Caserta), Coro Gospel nato da un gruppo di musicisti dell’alto casertano con la voglia e l’entusiasmo di trasmettere la gioia del far musica attraverso il canto, che si riconferma promotore di un’idea di rivalutazione artistica e musicale del territorio dell’alto casertano. La Direzione Artistica è a cura del M° Maria Nunzia Piscitelli. Durante la serata si avvicendano Cori e Gruppi Vocali provenienti da tutta la Campania e dalle Regioni limitrofe, inframmezzati da interventi artistici di vario genere (poesia, teatro, arte, cantautori…), tutto teso alla creazione di una serata all’insegna della cultura. Questi i cori della sesta edizione: Soulshine Gospel – Riardo direttore M° Maria Nunzia Piscitelli NP Lab – Salerno direttore M° Alessandro Tino Peter’s Gospel Choir – Napoli direttore M° Fausta Molfini Orchestra Vocale Numeri Primi – Salerno direttore M° Alessandro Tino Flowin’ Gospel – Napoli direttore M° Rita Ciccarelli OSPITE DELLA SERATA Carlo Contocalakis, cantautore e compositore Il Festival patrocina l’Associazione Carmine Gallo per il bambino emopatico e oncoematologico dell’Ospedale Pausilipon di Napoli. Introduce il Festival Don Alfonso De Cristofaro. Contatti: Associazione Culturale Note di Cultura – Via De Gasperi, 16 – Riardo (CE) Direttore Artistico M° Maria Nunzia Piscitelli 339 73 73 592 Presidente Ass. Note di Cultura Tonia Cauto 334 28 26 279 Segreteria Sabrina Santillo 329 01 65 706

... continua la lettura
Comunicati stampa

“Gran Galà di Beneficenza”, una cena spettacolo da non perdere!

Il “Club Lions Portici Miglio d’Oro”, associazione attenta e proattiva sul territorio nel perseguire la nobile filosofia del “We Serve” – che accomuna il mondo Lionistico a livello internazionale – per l’ottavo  anno consecutivo affiancherà l’A.v.e.p.-Associazione Volontari Ematologia Pascale, realizzando l’oramai tradizionale ed atteso “Gran Galà di Beneficenza” in programma il prossimo venerdì 21 giugno 2019 – alle ore 20 – nell’ormai insostituibile ed incantevole settecentesca “Villa Signorini” di Ercolano che è anche sede del Club Lions organizzatore. Notevolmente cresciuto negli anni in termini di partecipazione di pubblico e di qualità artistica, il “Gran Galà” è un appuntamento atteso dall’A.v.e.p. e dall’istituto Pascale, nonché dall’associazione Lionistica che riconosce  questo “service” come uno – se non il più importante – realizzato sul territorio allo scopo di raccogliere fondi destinati all’Associazione Volontari Ematologia Pascale che li utilizzerà appunto a favore del reparto di Ematologia dell’Istituto Tumori di Napoli impegnandoli in assistenza medica domiciliare, ricerca, acquisto farmaci per le famiglie bisognose, assistenza psicologica agli ammalati ed ai loro familiari, gestione segreteria e, non ultimo, nel mantenimento perenne di abbonamenti “Sky” nelle stanze del reparto per una più confortevole degenza ospedaliera dei malati ricoverati. Numerosi gli artisti di fama nazionale ed internazionale che, negli anni, si sono alternati nello splendido scenario di “Villa Signorini” per affiancare questa lodevole iniziativa. Anche la prossima edizione continuerà sulla scia delle precedenti,   proponendo un cartellone di altissimo contenuto artistico. Sotto l’attenta e professionale regia di SERGIO STRIANO, e l’impeccabile conduzione degli affermati presentatori GAETANO GAUDIERO e MARIASILVIA MALVONE, si esibiranno – donando il loro straordinario ed amichevole contributo – la cantante MONICA SARNELLI; le splendide voci di MASSIMO MASIELLO, GIANFRANCO CALIENDO E FLORA CONTENTO;  i popolarissimi ed acclamati attori MASSIMO CARRINO e MASSIMO BURGADA con la loro esilarante comicità; l’attesissima sfilata dell’Atelier MALIBU’ di Elena Ippolito con le nuove proposte moda-donna; IRMA CARDANO con gli allievi della sua pluri-premiata (anche a livello internazionale) scuola di danza “IVIR DANZA” a far da cornice coreografica all’intero spettacolo. All’evento ci sarà anche l’autore LELLO MARANGIO che presenterà il suo ultimo libro “Al mio segnale scatenate l’infermo” edito da “Homo Scrivens”. Annunciata nel corso della serata anche la presenza di alcuni “OSPITI A SORPRESA”. Gli scatti di ROMINA ROMANO e le videoriprese di COMUNI-CARE di Ivan Scognamiglio, fisseranno le immagini di una serata che si prospetta essere indimenticabile per il contenuto artistico e per la nobile causa per la quale viene realizzata. Le frequenze di RADIO AMORE consolideranno un duraturo rapporto di media-partner della serata. L’ormai vincente formula della “cena-spettacolo” con servizio al tavolo sarà riproposta ancora quest’anno e la partecipazione prevede un ticket dal contributo minimo di euro 50 a persona. Novità di quest’anno, sempre nel segno della solidarietà e della sensibilizzazione alle nobili cause proposte dal Club Lions Portici Miglio d’Oro, è quella di aver integrato un gruppo di giovani diversamente abili appartenenti all’associazione SI PUO’ DARE DI PIU’ nel servizio di welcome drink-aperitivo che sarà offerto agli ospiti all’arrivo a “Villa Signorini”. L’associazione è impegnata da anni al progetto […]

... continua la lettura
Comunicati stampa

Gusto e solidarietà nell’estate di Ciro Savarese ad Arzano

Sarà un’estate all’insegna del gusto e della solidarietà per Ciro Savarese, pizzaiolo-patron della pizzeria omonima di Arzano conosciuta anche col precedente nome di Anema & Pizza. Con l’entrata a regime del menu estivo, infatti, parte anche un’iniziativa benefica in favore dell’Associazione “Matteo 25” Onlus di Arzano che già da diversi anni opera sia in strada sia presso le famiglie del territorio in difficoltà distribuendo cibo, medicinali, indumenti e pacchi alimentari mensili. Dal 19 giugno al 30 settembre per ogni pizza Nerano ordinata verrà donato un euro alla Onlus presieduta da Anna Maria Ambrosino per l’acquisto di pacchi alimentari. La Nerano “solidale” è stata realizzata in collaborazione con Gena Iodice, lady chef del ristorante La Marchesella di Giugliano. Inoltre nei mesi estivi inizieranno le selezioni di giovani provenienti da famiglie a basso reddito a cui Savarese insegnerà l’arte della pizza per aprire loro la strada a un inserimento nel mondo del lavoro. Le novità di Savarese riguardano ovviamente anche l’aspetto prettamente gastronomico. Tra gli sfizi fanno il loro ingresso in carta gli intriganti Rocher al baccalà, mentre tra le pizze, accanto alla Nerano con provolone del monaco, zucchine, ricotta e menta, arriva la freschezza della Profumi d’estate, una focaccia multicereali condita a freddo con stracciata di bufala, battuto di pomodoro cuore di bue, olive verdi, alici marinate e scarola riccia. Altra novità nel menu è l’introduzione di due cavalli di battaglia di Gena Iodice come la Fresellina con burrata di mozzarella di bufala, baccalà scottato in oliocottura con rosmarino e pepe rosa, pomodorini gialli e rossi e basilico e la Millefoglie scomposta di straordinaria leggerezza. Ciro Savarese proviene da una delle famiglie di pizzaioli più antiche di Napoli, gli Oliva. Si è avvicinato al mondo dell’arte bianca sin da bambino seguendo le orme del nonno Ciro e del padre Giuseppe che gli hanno trasmesso la tradizione della pizza napoletana. Nel novembre del 2002 Savarese apre Anema & Pizza ad Arzano che inizialmente offre solo il servizio da asporto. Nel tempo si aggiungono altre due sale che consentono a Savarese di diventare un importante riferimento non solo per Arzano ma anche per i paesi limitrofi. A novembre del 2018 inizia il totale restyling del locale che alla riapertura prende il nome del titolare. Pizzeria Ciro Savarese Via Napoli 208 Arzano (Na) Tel. 081 5732673

... continua la lettura
Comunicati stampa

White Summer, è tempo di festeggiare l’estate!

Ritorna White Summer, la festa più glamour dedicata al solstizio d’estate firmata Gambero Rosso. Un benvenuto all’estate con l’evento all’insegna del colore bianco: da bere, da gustare e da ascoltare. Torna WHITE SUMMER l’evento dedicato al solstizio d’estate firmato CITTA’ DEL GUSTO NAPOLI GAMBERO ROSSO, La festa esclusiva che apre la stagione estiva dei grandi eventi del famoso network partenopeo del Gambero Rosso. Il 20 giugno alle ore 20:00 Città del gusto Napoli celebra l’undicesimo appuntamento con il bianco: bianco da bere, bianco da gustare, bianco da ascoltare presso la Terrazza Angiò del Renaissance Naples Hotel Mediterraneo. Sulla terrazza raffinata del centro storico partenopeo, si daranno appuntamento le eccellenze italiane del food e del Wine: da Corrado Tenace di Oyster Oasis con le sue ostriche che proporrà un’esperienza sensoriale a tutti gli ospiti, a Massimiliano, Daniele e Adriano Malafronte ed i loro lievitati artigianali per far godere ai presenti “Il gusto del vero pane” fino ad arrivare ad un altro prodotto “white” tipico della Campania, il baccalà della nota azienda specialistica Scanfish Stoccafisso e Baccalà, associata Unci Agroalimentare, che sarà interpretato in purezza grazie al lavoro dello chef De Simone Executive del Renaissance Naples Hotel Mediterraneo e declinato da Luca Esposito, chef de La Locanda del Testardo di Bacoli e docente della Gambero Rosso Academy Napoli . Il percorso salato continuerà con il maestro casaro Mimmo La Vecchia del Caseificio Il Casolare con la sua mozzarella di bufala campana DOP e tanti latticini. Spazio per la frutta al White Summer con i fichi secchi del Cilento de I Sapori Della Terra, che farà degustare agli ospiti non solo il frutto, ma anche un aceto di fichi in un insolito abbinamento che sarà svelato solo durante la serata. Grande attesa anche per un momento da brivido proposto dal maître Glacier Tre coni 2019 Manuele Presenti della Gelateria Chiccheria di Marina di Grosseto con il suo gelato sempre sui temi del bianco: pane, burro e marmellata di albicocche bio. La nota dolce di White Summer saranno le creazioni belle, buone e golose di Giuseppe Ratto, del Gran Caffè Ratto di Frattamaggiore, un maestro pasticcere riconosciuto a livello nazionale. Non solo bianco da mangiare, ma, ai banchi d’assaggio i sommelier dell’AIS Napoli accompagnati dai produttori presenti, anche bianco da bere con un’ampia selezione di vini bianchi e bollicine, pilastri dell’enologia italiana e uno dei prodotti italiani più apprezzati nel mondo con un seminario alle 18.30 tenuto da Tommaso Luongo e Franco De Luca dell’AIS sui vini bianchi ed i loro abbinamenti. Ma White Summer sarà sopratutto una festa glamour con la musica di gran classe firmata Lunare Project DJ SET, con special guest Dj Roberto Barone in consolle, un mix di atmosfera ecochic nel mood sofisticato e lounge che si amalgamerà perfettamente nella splendida cornice. Il White sarà total con un dress code bianco! L’esperienza multisensoriale si completa con speciali allestimenti a tema. Costo ingresso degustazione: intero € 25,00 ridotto (soci AIS) €20,00 Costo ingresso seminario: € 5,00

... continua la lettura
Comunicati stampa

Torna la Rassegna inebriante all’Opera Taste Factory

A Napoli arriva Il rito del caffè aromatizzato a bordo dell’Ape coffee. Continua la “Rassegna inebriante” di Opera Taste Factory, venerdì 21 giugno dalle 10 nel bistrot di Piazza degli Artisti sono chiamati a raccolta i “coffee lover” della città. Tutto pronto per la seconda tappa della manifestazione che prevede la degustazione di tre speciali miscele di caffè aromatizzato e tostato al momento. Saranno servite tre diverse tazzine di caffè nero bollente: al cioccolato, all’arancia e alla nocciola accompagnate dalla “goccia di Opera”, bocconcino goloso al pistacchio, alla zuppa inglese e al caffè. Durante l’incontro saranno anche illustrate le tecniche per assaporarlo al meglio. Come per il vino o la birra infatti, anche per il caffè vi sono alcune tecniche che permettono di degustarlo per decifrarne le caratteristiche organolettiche. Continua così il progetto dei tre fondatori di Opera, Guido Guida, Vincenzo D’Agosto, Ciro Zambardino a cui poi si è aggiunto Marcello Frungillo, di creare accanto alle birre anche il proprio caffè artigianale, frutto dell’incessante ricerca di prodotti genuini, che si distinguano da quelli industriali. Di qui l’incontro con la Torrefazione Cutelli di Salerno, che ha creato le miscele aromatizzate “Opera”. Le gocce invece sono realizzate in esclusiva dalla Pasticceria Peluso di Pompei. Eccellenze regionali in un concept dall’atmosfera internazionale, che si differenzia in tutto: cocktail, food, stile e musica. Nel bistrot aperto dalla mattina alla notte fonda si gusta e si beve un’ottima selezione di prodotti artigianali provenienti da tutto il mondo. Tutto quello che si mangia si può anche acquistare. All’ora dell’aperitivo si può scegliere vino da una selezionata cantina con oltre cinquanta etichette e la sera special drink accompagnati da finger food cucinati con prodotti di stagione. Il progetto “Opera” continua ad ampliarsi: in estate sempre al Vomero aprirà a breve Opera Restaurant e in Piazza Borsa all’interno di un hub con libreria e postazioni coworking il terzo Opera Taste Factory. A luglio inoltre ci sará la terza degustazione della “Rassegna inebriante” con le bollicine.

... continua la lettura
Comunicati stampa

‘Li cunti’ di un cilentano di Raffaele Scorziello venerdì alla libreria IOCISTO

‘Li cunti’ di un cilentano di Raffaele Scorziello, Edizioni Magna Graecia, sarà presentato questo venerdì alla libreria IOCISTO di piazza Fuga a Napoli. Ne parlano Nunzia Gionfriddo (scrittrice e rappresentante Iplac per la Campania) e Prospero Albertini (fisico) tra le letture dell’attore Mario Mauro. Modera lo scrittore Luciano Galassi. Il tema di  ‘Li cunti’ di un cilentano, pubblicato postumo a cura di Vanda Riccio Scorziello, libro suddiviso per argomento in cinque parti, trae linfa dalla usanze e le abitudini di vita delle popolazioni cilentane dalla metà degli anni ’30 ai primi ’60 del secolo scorso. Non sono racconti di fantasia, dunque, ma più che uno spaccato di vita vissuta, e di memoria, in un arco di tempo che comprende il periodo del secondo conflitto mondiale e il suo Dopoguerra. L’autore, Raffaele Scorziello di origine cilentana, nato e vissuto a Roccadaspide, non ha mai spezzato il profondo legame con la sua gente e con il suo territorio nonostante da adulto fosse vissuto a Napoli. “Questi racconti, che l’autore avrebbe voluto ampliare, sono stati scritti a mano”, spiega la curatrice dell’opera, “solo pochi erano già stati trascritti sul PC. È toccato a me quindi mettere ordine tra i fogli, iniziando dai più autobiografici che riguardano la vita dei giovani di allora in quei luoghi, partendo proprio dalla sua esperienza; ecco così la sezione iniziale, Roccadaspide: la storia di uno di qua che comprende i primi dieci capitoli di cui l’ultimo, I bagni nel Calore, relativo ai ragazzi che, ormai adolescenti, si cimentano con i primi “contatti” con l’altro sesso”. Usi e costumi cilentani secondo Raffaele Scorziello La seconda parte riguarda gli usi e i costumi dei paesi cilentani, soprattutto nel mondo degli adulti, come il matrimonio e tutto ciò che concerne i preliminari e il fidanzamento nel modo in cui avvenivano in quel contesto. Rituali dimenticati, estranei alle nuove generazioni e, comunque, a chi ha sempre e solo abitato in zone metropolitane. “Seguono narrazioni un po’ più tecniche, relative a lavori di campagna e a quelli cosiddetti preindustriali”, continua Vanda Riccio Scorziello. Fede e credenze popolari è la parte in cui la fede è espressa in modo collettivo attraverso la Tredicina di Sant’Antonio e le Compagnie in pellegrinaggio al Sacro monte di Novi Velia. “In tempi difficili come quelli della guerra”, chiarisce Riccio Scorziello, “era facile passare dalla fede a credenze popolari a cui potersi “appigliare”, si credeva quindi alle cosiddette maare, benefiche fattucchiere sempre pronte a dare informazioni rassicuranti a quelle persone che attendevano notizie dei propri cari dal fronte da cui era molto difficile inviare lettere”. Così, come inizia con una nascita a Roccadaspide, il volume termina con Ritorno a Roccadaspide per la morte di un uomo, il Patriarca, il più anziano della sua contrada, che “aveva fatto del lavoro la sua fede”. “L’utilità di questo libro riguarda tutti noi”, tiene a precisare la curatrice della raccolta. “Gli anziani ritroveranno un po’ della loro esistenza da bambini e la potranno rapportare, nel bene e nel male, alla vita attuale. I […]

... continua la lettura
Comunicati stampa

Sunset [email protected], secondo appuntamento con Giovanni Block

Sunset [email protected]: rassegna di musica al tramonto al Museo Nitsch Il Sunset [email protected] giunge alla sua Quinta Edizione. Domenica 16 giugno ci sarà il concerto di Giovanni Block in quartetto presso l’incantevole terrazza del Museo Nitsch, in Vico Lungo Pontecorvo 29/d, nei pressi di Piazza Dante. L’ingresso è previsto alle ore 19:00 per la visita libera al museo e la degustazione di vino. L’inizio del concerto avrà luogo alle 19:30, all’imbrunire. N. B. La prenotazione è obbligatoria! Sunset [email protected]: Giovanni Block in 4et Giovanni Block: voce e chitarra Dario Maiello: basso elettrico Giuseppe Donato: batteria Eunice Petito: pianoforte Personalità irrequieta e imprevedibile, Giovanni Block, autore e compositore lontano da ogni clichè e, da sempre, in direzione “Ostinata a e Contraria”, come i suoi maestri gli hanno insegnato a essere. Con un pungo di canzoni, qualche storia e una chitarra, proverà a raccontare come la solitudine, per gli artisti (o presunti tali) o per i folli (o dichiarati tali), sia dietro ogni angolo, anche quando si è circondati da una folla festante o in compagnia, e come la dimensione social svanisca nel nulla quando si resta di fonte al quadro che nessuno vorrebbe mai davvero osservare: se stessi. Giovanni Block è un artista italiano. Laureato in Composizione e in Musica applicata ai contesti Multimediali al Conservatorio di Napoli, lavora da sempre tra la musica e il teatro prima come flautista, cantautore e compositore di scena e direttore artistico. Dopo molti premi nazionali ricevuti, nel novembre del 2008 Il Club Tenco (di cui diviene poi socio onorario) lo consacra alla critica consegnandogli la Targa Tenco come Migliore Autore Emergente. Nel giugno 2009 vince il primo premio assoluto al Festival Musicultura. La sua storia è ricca di riconoscimenti e collaborazioni con artisti del mondo musicale e teatrale italiano, tra cui Sergio Cammariere, Fabrizio Bosso e Arnoldo Foà. Il suo primo disco “Un Posto Ideale” è Premio Lunezia al valore letterario per il miglior album esordiente e secondo classificato alla Targa Tenco 2012 come miglior disco dell’anno. Nel 2016, produce artisticamente e arrangia il suo primo lavoro in lingua napoletana “SPOT”, che riceve il Premio al disco “Mia Martini”. Attualmente, è il direttore artistico dell’Ugo Calise Festival (Festival Molisano per la giovane canzone d’autore) ed è l’ideatore e il direttore artistico del “BeQuiet”, club di artisti del Sud, oramai laboratorio permanente di scambio e di idee nel mondo della canzone d’autore e non solo. Nell’estate del 2018 il BeQuiet talent show (format comico che ironizza sul mondo dei talent e della discografia) è per la prima volta in onda su Rai 2. Il costo del biglietto è di 15 euro, comprensivo dell’ingresso e della visita libera alla collezione museale, della degustazione di vino e del concerto. Per prenotare, invia un’e-mail a [email protected] o chiama al 328-3849804 specificando il numero di prenotazioni, i nominativi e i recapiti cellulari. In caso di disdetta, comunicare entro le 48 ore precedenti l’evento per consentire l’inserimento di persone in lista di attesa. N.B. Per accedere al Museo, il modo […]

... continua la lettura
Comunicati stampa

NapoliCittàLibro nella prestigiosa rete di “Aldus. European bookfairs network”

“Aldus. European bookfairs network” raccoglie e promuove i più importanti festival europei dedicati ai libri e, oggi, nel suo network c’è anche NapoliCittàLibro. Nella rete Aldus ci sono Antwerp Book Fair, Bologna Children’s Book Fair, Bookfest (Romania), Frankfurt Buchmesse, Bokmässan (Göteborg – Scandinavia), Liber 17 (Madrid e Barcellona), Lisbon Book Fair, Feria del Libro (Madrid), Latvijas Grāmatu izstāde (Riga – Lettonia), Più libri Più liberi (Roma), SIBF Sofia International Book Fair, Tempo di Libri (Milano), The London Book Fair, Thessaloniki Book Fair (Salonicco – Grecia), Buch Wien (Vienna), Vilnius Book Fair (Lituania). L’inserimento di NapoliCittàLibro nella rete Aldus rappresenta un traguardo prestigioso e un grande riconoscimento a un lavoro svolto con cura e passione dagli editori Rosario Bianco (Rogiosi editore), Diego Guida (Guida editori), Alessandro Polidoro (Alessandro Polidoro Editore) e da Antonio Parlati, presidente della sezione “Editoria, Cultura e Spettacolo” dell’Unione Industriali di Napoli, riuniti nell’associazione [email protected] Nella presentazione di NapoliCittàLibro vengono raccontate le due edizioni, al Complesso di San Domenico Maggiore (2018) e a Castel Sant’Elmo (2019). NapoliCittàLibro è la nuova Fiera del libro in Italia, la cui prima edizione si è svolta a Napoli dal 24 al 27 maggio 2018, e nasce dall’incontro tra Ministero dei Beni Culturali, Museo del Centro Campania, Confindustria, AIE – Associazione Italiana Editori, Rai, la Televisione pubblica italiana, organizzata da Associazione [email protected], un’associazione tra tre piccoli editori. È un evento coinvolgente, progettato per far conoscere la città di Napoli anche da un punto di vista storico e culturale: la sede è scelta per valorizzare la storia della città.  A maggio del 2018, poco più di un anno dopo che l’idea ha cominciato a germogliare, sono state aperte le porte della prima edizione di Napoli Città Libro. Più di 20.000 visitatori che hanno partecipato, hanno scelto di leggere, e soprattutto di scrivere, una delle più belle pagine della città al Complesso monumentale di San Domenico Maggiore: 2.000 metri quadrati di spazio, 150 espositori tra case editrici, riviste, associazioni, biblioteche, librerie, enti pubblici, start-up, 200 appuntamenti, una lista ospiti di circa 300 autori, con grandi nomi della letteratura internazionale contemporanea e dei più rappresentativi italiani, sia di narrativa che di saggistica. Dal 4 al 7 aprile 2019 la seconda edizione, organizzata in un museo: a Castel Sant’Elmo a Napoli, per mantenere viva l’attenzione tra lettura e arte, tra il libro e la città, una sede non tradizionale, non  in un magazzino di un’industria chiusa, non in un centro congressi, ma in un museo. La promozione della lettura a Napoli ha raggiunto lo straordinario successo di oltre 28.000 presenze, 188 editori italiani, 250 eventi. “Approdi” evoca il movimento sul posto, l’origine, ma anche lo stato sul posto, l’accettazione, mettendo radici. Il porto è come una doppia porta che da un lato ti invita ad entrare e vivere in un luogo preciso e dall’altro si apre all’orizzonte, sfidandoti a partire.  

... continua la lettura