Seguici e condividi:

Eroica Fenice

La categoria Comunicati stampa contiene 577 articoli

Comunicati stampa

Palcoscenico e platea diventano un set TV per la trasmissione “E che teatro!” scritta e condotta da Lino D’Angio e Alan De Luca

Voluto e sostenuto dal pubblico, a cui si sono poi uniti tanti artisti e esponenti del mondo della cultura e dello spettacolo, “E che teatro!”, format tv ideato e condotto da Lino D’Angiò e Alan De Luca, rappresenta un inedito puro e, al tempo stesso, un’azione concreta in un momento lunghissimo di paralisi del settore. «Sui nostri canali social, durante le dirette che abbiamo organizzato in questo tempo assurdo, il pubblico ci chiedeva di tornare in tv, ci dichiarava amore e sostegno concreto, lanciando l’idea di un crowdfunding – raccontano Lino D’Angiò e Alan De Luca –. Ci abbiamo voluto credere. Abbiamo lanciato la raccolta fondi, scritto il programma e poi abbiamo messo insieme altri pezzi straordinari di questo puzzle di arte e solidarietà. Prima l’incontro con Francesco Scarano, direttore del Teatro Lendi, che ha messo a disposizione il teatro e ha coinvolto i partner che lo seguono nelle sue stagioni sin dall’inizio, quindi il dialogo propositivo con Televomero, storica emittente campana, che ci dà l’opportunità di portare in tv “E che teatro!” ogni lunedì, mercoledì e venerdì alle 23.30 e il sabato, con una puntata speciale, alle 21.00. E dobbiamo dire grazie a tutti! A questo esperimento riuscito di network professionale e di azione popolare, a cui si sono uniti tanti colleghi artisti e altri esponenti del mondo dello spettacolo con cui abbiamo collaborato in passato. L’unione fa la forza davvero. Ne abbiamo le prove!». Per Francesco Scarano, direttore del Teatro Lendi, questo progetto diventa occasione per tirare su il sipario e anche per lanciare un messaggio positivo e propositivo: solleviamo il sipario, accendiamo le luci e risolleviamo anche le nostre vite, intorpidite, frastornate, lontanissime dalla quotidianità che conosciamo tutti e alla quale siamo abituati. «Dopo 300 spettacoli portati sul palcoscenico del Teatro Lendi in sei anni, si è tutto paralizzato, senza una visione, una prospettiva di apertura. Vedere il teatro così, senza cartellone, senza luci, senza movimento nei camerini e senza l’energia del pubblico in platea è una tristezza paralizzante. Accogliere sul palcoscenico Lino D’Angiò e Alan De Luca, coppia amata e affermata del mondo dello spettacolo, vuol dire, per me, dare un segnale di vita al luogo che amo e che è diventato un importante punto di riferimento culturale in un territorio difficile. Quindi, benvenuto sia “E che teatro!”. Palcoscenico e platea diventano temporaneamente studio televisivo e questo è stato reso possibile dall’unione di energie e volontà», afferma Francesco Scarano. «Abbiamo voluto dare la massima visibilità, tramite la nostra emittente, a questo progetto a sostegno dei lavoratori di un settore professionale duramente colpito dall’attuale pandemia e, nel contempo, offrire ai telespettatori una nuova produzione, dando continuità alla programmazione, già in essere da oltre due anni, di “Palcoscenico Napoletano”, un format che riscuote grande successo portando in tv il teatro napoletano, e che, purtroppo, si era dovuto fermare, proprio per l’impossibilità degli attori di poter andare in scena», dichiara Antonio Tajani, amministratore di Televomero. Lino D’Angiò e Alan De Luca, sono una coppia di fatto ormai più che […]

... continua la lettura
Comunicati stampa

“Giovanni Capurro. L’eredità, l’antologia”

Un docufilm realizzato dall’associazione Giano Bifronte L’associazione Giano Bifronte ha coinvolto esperti, musicisti, performer, dj, appassionati del linguaggio e della poetica di Capurro per realizzare lo straordinario documento “Giovanni Capurro. L’eredità, l’antologia”, che sarà trasmesso in anteprima in una diretta Facebook sui canali dell’associazione venerdì 23 aprile alle 20.30. Poi, inizierà il tour di proiezione del lavoro nell’ambito di festival tematici italiani ed Europei. «Aver realizzato questo progetto ci inorgoglisce – dichiara Paolo Nappi dell’associazione Giano Bifronte –, perché vogliamo regalare alle nuove generazioni un tesoro prezioso e raro quale è quello di Capurro. Un cristallino autore e poeta. Credo sia imprescindibile che i più giovani abbiano coscienza delle radici creative che diventano la nostra cultura contemporanea». Giovanni Capurro è l’essenza del patrimonio culturale napoletano. Poesia, canzone, storie, novelle. Lo è nel suo modo di intendere la vita, con leggerezza, senza farsi mai trascinare nell’abisso dalle proprie miserie. Quasi un vademecum introspettivo, quello dell’istrionico e geniale poeta, autore – fra le altre composizioni – della celeberrima ‘O sole mio, e di Lilì Kangy – testimonianza di una Napoli povera ma fiera – o del ritratto metropolitano Totonno ‘e Quagliarella. Naturalmente sono decine, i memorabili brani da lui firmati che una schiera infinita di cantanti ha interpretato in oltre un secolo di spettacoli, album, recital. Con i suoi versi, Capurro cattura e illumina continue fotografie della Napoli dell’Ottocento/Novecento, proprio a partire da suggestioni urbane che nel tempo hanno ispirato pure il suo “figlioccio” d’arte, Raffaele Viviani. È da queste intuizioni che durante il 2020, anno del centenario dalla sua morte, l’associazione Giano Bifronte ha ideato un docufilm intitolato “Giovanni Capurro. L’eredità, l’antologia”, curato nella regia di Fabiana Fazio e realizzato con il sostegno della Regione Campania. L’approfondimento d’autore è stato fatto dagli studiosi Ciro Daniele e Antonio Raspaolo, raccogliendo memorabilia dell’artista sia grazie ad archivi privati che per gentile concessione della Fondazione Bideri. Numerosi, altrettanti, sono i contributi artistici girati ad hoc: il trio Suonno d’Ajere ha interpretato le canzoni Ammore che gira e ‘A vongola. Lo scrittore e performer Gianni Valentino ha recitato le poesie Sfratto ‘e casa e Scunferenza. Luigi Scialdone ha eseguito col suo mandolino l’iconica ‘O sole mio. Nel docufilm “Giovanni Capurro. L’eredità, l’antologia” c’è anche il dj-producer Uncino che ha creato un mashup, tratto dal progetto Neapolitan Classic Beat Making, un’immersione nel battito e nel groove di Partenope, la cui fonte oscilla dall’Ottocento ai giorni nostri. Neapolitan Classic Beat Making è un altro progetto che si muove nella stessa direzione e con le stesse intenzioni del docufilm dedicato a Capurro: «fare ascoltare alle giovani generazioni quei capolavori della musica napoletana che, in epoca di streaming feroce, consumo inconsapevole attraverso le piattaforme, utilizzo cieco del patrimonio culturale, fa scivolare nel dimenticatoio tante perle composte in due secoli di canzoni», come spiega Paolo Nappi, che sempre con l’associazione Giano Bifronte, ha setacciato il roster urbano del golfo sino ad assoldare una compagine all star, in collaborazione con Ammontone Production. Su etichetta Sponda Sud arriva, così, su tutte le […]

... continua la lettura
Comunicati stampa

Intenti comuni nell’Agroalimentare: A.I.C.A.N.: l’unione fa la forza!

Seguitissima presentazione agli organi d’Informazione,  dell’Associazione Imprenditori Commercio Agroalimentare Napoli, che nasce sotto i migliori auspici. Sì è abita Location nella sede della neonata AI.C.A.N., ospitata dal C.A.A.N., a Volla. Scelta quale presidente, per la sua considerevole operatività e la sua competenza, l’avv. Ilaria Renna, già attiva nel CGON. Tra i rappresentanti, nomi storici. Fra essi: Francesco Solina, terza generazione di imprenditori fondatori delle aree mercatali, in rappresentanza del settore Ho.Re.Ca.; Salvatore Calce, per i lavoratori C.N.L., cooperativa servizi e logistica; Stefano Luciano, pres. Consorzio Terra Italiana e C.N.L.; nell’ortofrutta, Clemente Festa, commissario, e Pasquale Luciano, dettaglianti; nell’Ittica, Gennaro Cozzolino e Fabio Maraucci; Rosa Praticò, referente esterna sindacati e comunicazione, che ha moderato la conferenza, trasmesso in diretta streaming, alla quale hanno presi parte anche il presidente Centro Agro Alimentare di Napoli CAAN, Carmine Giordano, Amedeo D’Alessio, segr gen FILT – CGIL; Stefano Luciano, pres. CNL; Salvatore Ferriero, Amministratore delegato Agrifood. L’associazione riunisce in maniera trasversale i vari ambiti operativi del comparto. Innanzitutto, si prefigge d’istituire una linea diretta ed efficiente con le istituzioni, offrire nuove opportunità di crescita imprenditoriale – dando spazio ai giovani e alle loro potenzialità – servizi alle imprese, consulenza legale e fiscale, convenzioni, internazionalizzazioni, formazione e aggiornamento, sicurezza sul lavoro. Si è partiti con i ringraziamenti a Luigi de Magistris sindaco del Comune di Napoli che rappresenta il socio di maggioranza del centro agroalimentare. “Molto spesso le frammentazioni sono quelle che poi ci portano a non fare, noi invece abbiamo messo insieme vari mondi perché siamo convinti che insieme si è più forti. A.I.C.A.N. rappresenta molte realtà che insieme faranno sicuramente la differenza” ha detto là moderatrice Rosa Praticò. Ha quindi introdotto il presidente del CdA del C.A.A.N., Carmine Giordano “Per la prima volta, da quando esiste il C.A.A.N., viene creata un’associazione trasversale, della quale accolgo con piacere la nascita, che racchiude tutti gli attori principali del mercato. Ora si comincia finalmente a lavorare tutti insieme in maniera sinergica, per provare a trovare soluzioni che possano essere utili al mercato, affinché diventi il più grande del Mezzogiorno, non solo per la dimensione e la movimentazione della merce, ma soprattutto per la logistica e per tutto quello che ancora possiamo raccontare. Non più, quindi, richieste di interventi per i singoli settori“ – ha annunciato Giordano. “Rivalorizzare l’intero settore agroalimentare partendo da questa struttura: questo l’obiettivo primario di A.I.C.A.N. Si porrà in sinergia con la presidenza del C.A.A.N.. Ci preme realizzare nuove opportunità per i nostri associati e per l’intero centro. Ho l’orgoglio di dire che si propone come prima associazione in Italia nella quale sono racchiusi grossisti e acquirenti: frutterie, pescherie, operatori del settore Ho.Re.Ca. E si pone per la prima volta in sintonia con i lavoratori. Nel nostro direttivo abbiamo una rappresentanza di lavoratori della cooperativa dei servizi e di logistica, perché vogliamo il benessere di tutti. È necessario trovare nuovi accordi e A.I.C.A.N. si pone nell’ottica di realizzare nuove sinergie con le istituzioni, con la presidenza del C.A.A.N. e con i comparti dell’ortofrutta e dell’ittico” – ha precisato la […]

... continua la lettura
Comunicati stampa

#InsiemeperilTerritorio: “Cuore d’Oro” per gli ultimi

Sempre in attività nel nome del Bene, la squadra solidale d’eccellenza di #InsiemeperilTerritorio, che non si è fermata mai, nonostante i rigori della pandemia e per assicurare beni di prima necessità a chi è in grande difficoltà, ha promosso raccolte e contest internazionali benefici. Fondata dalla giornalista enogastronomica napoletana Teresa Lucianelli, ne fanno parte chef, produttori, artisti, professionisti della salute, del benessere, dell’informazione, italiani ed esteri. Attualmente è in corso la charity mission internazionale del “Cuore d’Oro”, dedicata agli “ultimi”, a coloro che non hanno voce. Obiettivo dell’iniziativa solidale, che terminerà domenica prossima, 11 aprile, è garantire generi di prima necessità ai bambini – orfani, senzatetto e vittime di conflitti e gravi problematiche – alle famiglie in notevoli difficoltà e ai clochard, nel Progetto AbitiAmo, assistiti dai volontari della Parrocchia di San Gennaro al Vomero, guidata da Padre Massimo Ghezzi, che operano sul territorio della Campania e nella missione in Albania. A loro è rivolto innanzitutto l’impegno della Squadra. Per chi volesse partecipare, possono essere consegnati ai centri di raccolta di Villa Domi, Salita Scudillo, 19, Napoli (081 5922233 -311) e di Sapori di Napoli, via Capua, 2, Nola (081 8263633), giocattoli, abiti, scarpe, coperte asciugamani, conserve, prodotti per l’igiene, ecc.. Per donazioni: Postepay 5333 1711 1071 6343, c.f. FRNPLA73E61L845V – o bonifico: Paola Fiorentino IBAN: IT61D3608105138275713175781) La mission promossa da #InsiemeperilTerritorio, sostituisce la consueta manifestazione charity d’eccellenza dedicata alla Santa Pasqua – tra le tante promosse abitualmente dall’ organizzazione benefica – vietata dalle normative anticovid vigenti. In occasione delle festività, la Squadra ha già assicurato colombe pasquali, uova di cioccolato, dolci e varie specialità, provviste alimentari per la Mensa solidale, vestiario ecc. e altri rifornimenti sono in arrivo, destinati alla Mensa Solidale e al Centro di riferimento di San Gennaro al Vomero, ininterrottamente presenti sul territorio della Campania, oltre che in Albania, per tanti bambini e adulti indigenti. Impegnati in prima linea nella Charity Mission:  da Napoli, gli storici del gusto: Arfè Gastronomia da 150 anni, Mattozzi dal 1833, Umberto 1916, Donna Luisella, Benvenuti al Sud, Cantine Mediterranee, Mariella Di Meglio, Assostato con Silvano Barrella, Emanuele De Cicco; da Castellammare di Stabia, Francesco & Co e Chefmania; da Vico Equense, Cerasè e Pizza Therapy; da Casoria, Ileana Mandile Estetica e Benessere; da Volla, Officina delle Idee; da Nola, Raffaele Caldarelli Pasticciere, Sapori di Napoli, Pizza & Fritti; da Brusciano Amor Mio; da Positano, Paola Fiorentino e Josephine Passerotti; da Nocera Inferiore, Solania Srl; da Lauro, Caseificio Caracciolo; da San Giorgio del Sannio, La Cucina di Cappa; da Lusciano, Benvenuti al Sud; da Monticchio, Lago Grande; da Ripacandida Agricola Donatello Chiarito; da Monaco di Baviera, Vinni Dorta; da Londra, Vincenzo Napoletano; da Tolosa, Alessandra Fabbroni. A loro fianco, tanti altri componenti dell’affiatata Squadra di #InsiemeperilTerritorio, che offrono il loro supporto a favore di coloro che si trovano in difficoltà.

... continua la lettura
Comunicati stampa

Giochi e dolciumi per i bambini del Santobono Pusilipon dall’associazione “Tra Cielo e Mare”

Alfonsina Longobardi, presidente dell’Associazione “Tra Cielo e Mare” e organizzatrice della kermesse “Cenando sotto un Cielo Diverso”, e Ciro Torlo, modello e attore napoletano, hanno consegnato all’ospedale pediatrico Santobono Pausilipon, nella persona del prof. Carmine Pecoraro, giocattoli e dolciumi destinati ai bambini ricoverati.  Sono stati accolti, all’esterno de presidio sanitario, dai medici per il rito di consegna nel pieno rispetto delle norme anti – Covid19. Sono numerose le iniziative di solidarietà che questa Pasqua vedono coinvolti i piccoli pazienti del nosocomio napoletano, tra queste quella dell’associazione “Tra Cielo e Mare” rappresenta il completamente della scorsa edizione di “Cenando sotto un Cielo Diverso”, che si è svolta il 28 settembre scorso e che ha raccolto fondi sia per la costituzione di un laboratorio ludico – didattico per malati schizofrenici (finalità storica della kermesse) sia per l’acquisto dei doni destinati ai bambini ricoverati nel reparto di nefrologia del nosocomio napoletano. “Le restrizioni legate al contrasto del virus hanno rallentato la consegna dei giocattoli e dei dolciumi ai bambini ricoverati presso il Santobono Pausilipon – dichiara Alfonsina Longobardi -. Attualmente siamo impegnati nell’organizzazione di un tour solidale nelle mense sociali ove gli chef stellati testimonial di “Cenando sotto un Cielo Diverso” cucineranno per le persone in difficoltà. Restrizioni permettendo, pensiamo di realizzarlo nei mesi di aprile e maggio”.

... continua la lettura
Comunicati stampa

Undicesima edizione del torneo letterario IoScrittore: aperte le iscrizioni

Al via le iscrizioni all’undicesima edizione del torneo letterario IoScrittore, che con un numero di iscritti in continua crescita conferma il successo di una formula vincente  Gruppo editoriale Mauri Spagnol Per gli aspiranti scrittori sono di nuovo aperte le porte di IoScrittore, il torneo letterario online gratuito promosso dal Gruppo editoriale Mauri Spagnol in partnership con ilLibraio.it, IBS.it, Ubik e a cui si aggiunge da quest’anno Taobuk – Taormina International Book Festival. Arrivato all’undicesima edizione, nel 2020 il torneo ha festeggiato il suo decimo compleanno con la partecipazione di oltre 5.600 iscritti sul sito www.ioscrittore.it. Negli ultimi tre anni IoScrittore ha dimostrando una crescita importante fino a stabilire un record assoluto nel 2020 riconfermandosi quindi un punto di riferimento per chi desidera mettere alla prova il proprio talento. IoScrittore è organizzato dalle case editrici di GeMS, il più grande gruppo editoriale indipendente italiano (astoria, Bollati Boringhieri, Chiarelettere, Corbaccio, Garzanti, Guanda, Longanesi, Newton Compton, Nord, Ponte alle Grazie, Salani, TEA, Tre60, Vallardi). Un progetto che unisce lo scouting editoriale, mettendo in contatto da più di dieci anni aspiranti autori con professionisti dell’editoria sempre alla ricerca di storie da pubblicare e di voci nuove e originali, a una vera e propria palestra di scrittura. La sua formula inedita infatti, coinvolge attivamente i partecipanti che, iscritti sotto pseudonimo, sono impegnati sia nella veste di scrittori che in quella di lettori, valutando le opere degli altri partecipanti e ricevendo a loro volta utili giudizi per migliorare la qualità della propria storia. Ne sono un fortunato esempio, tra gli altri, Ilaria Tuti che, scoperta da Longanesi durante l’edizione 2017, è stata l’esordiente più letta in Italia nel 2018 con Fiori sopra l’inferno e ancora nelle classifiche dei libri più venduti con il recente Luce della notte, e Gianluca Antoni, tra i vincitori dell’edizione 2017, in libreria da poche settimane per Salani con il romanzo Io non ti lascio solo salutato con entusiasmo dalla critica. “Quello che viene premiato a IoScrittore è soprattutto l’originalità. GeMS si distingue da altri gruppi editoriali proprio per la grande e attenta ricerca dei talenti. Ricordo che recentemente abbiamo accompagnato al successo Stefania Auci con I leoni di Sicilia, Renata Raimondi con La casa sull’argine, Toshikazu Kawaguchi con Finché il caffè è caldo, per fare qualche esempio. Così come fu il romanzo di Ilaria Tuti, scoperta proprio grazie a IoScrittore. Questo per dire a tutti i partecipanti che con noi siete in buone mani. Avrete molto tempo per scrivere e leggere, che sono attività certamente terapeutiche in un momento come questo. Il successo della lettura in molti Paesi Occidentali negli ultimi tempi lo sta dimostrando”. Stefano Mauri, presidente e amministratore delegato di GeMS Il calendario di IoScrittore 2021: in questa prima fase che termina l’8 aprile i partecipanti sono chiamati a caricare sulla piattaforma online l’incipit della propria opera. Sabato 19 giugno sarà Taobuk a ospitare in streaming, e se possibile in presenza, l’evento in cui saranno annunciati i finalisti che potranno accedere alla seconda fase del torneo caricando l’intero testo e che quest’anno, per rispondere alla grande richiesta di partecipazione al torneo, passeranno da 300 a 400. L’evento di proclamazione dei dieci romanzi vincitori si svolgerà a novembre in occasione di Bookcity Milano. IoScrittore premia ogni anno 10 opere con la pubblicazione in e-book e cartaceo on demand, e saranno distribuite in tutti i principali negozi online italiani e internazionali. Inoltre, a insindacabile giudizio delle direzioni editoriali, uno o più romanzi […]

... continua la lettura
Comunicati stampa

“Noi insieme per la salute”: cure domiciliari per salvaguardare la salute dei soggetti fragili ed evitare la saturazione degli ospedali

“Noi insieme per la salute”: un pool di medici, infermieri ed assistenti socio sanitari campani hanno dato vita a questo sodalizio per incrementare l’assistenza medico – infermieristica domiciliare a alleviare il carico dei servizi d’emergenza del sistema sanitario pubblico. Un progetto assistenziale innovativo rivolto soprattutto a coloro che per età, condizione fisica, mentale e socio – culturale vivono mille difficoltà. Ecco i principali servizi offerti: servizio di assistenza domiciliare medica (visite mediche per l’esecuzione di esami diagnostici domiciliari come radiografie, ecografie, elettrocardiogrammi, etc.); servizio di assistenza infermieristica (esecuzione di prelievi ematici, terapie iniettive, etc.); servizio di assistenza socio sanitaria  nei confronti di persone non autosufficienti (anche h24); esecuzione del tampone naso faringeo molecolare e del tampone antigenico per Covid19; ricerca degli anticorpi anti proteina S del Covid19. In assistenza domiciliare il paziente riceve prestazioni mediche, infermieristiche, riabilitative e socio – assistenziali programmate secondo piani individuali e definiti con la partecipazione di tutte le figure professionali interessate al caso specifico. Questo tipo di supporto consente, ad esempio, l’agevolazione della permanenza in famiglia e a domicilio degli anziani in condizioni di fragilità, così da evitare la loro ospedalizzazione e, dunque, l’esposizione ad ulteriori rischi (di natura virale, ad esempio la possibilità di contrarre il nuovo Coronavirus, e di natura psicologica, in quanto è risaputo che l’anziano non digerisce bene l’allontanamento dal proprio focolare in quanto percepisce l’ospedale come un luogo asettico e freddo). “Il nostro interesse comune è proteso alla creazione di benessere e coesione sociale – spiegano gli ideatori dell’iniziativa (Giuseppe Palmieri, Antonio Gargiulo e Augusto Rivellini) – con una particolare attenzione alla qualità di vita del paziente. Disponiamo di un’equipe costituita da figure professionali esperte e preparate sia sul piano relazionale che su quello tecnico”.

... continua la lettura
Comunicati stampa

Capri Home: Le collezioni online per valorizzare il Made in Italy

Capri Home, il marchio tutto italiano che porta la bellezza delle maioliche capresi nelle case, presenta le sue novità grazie ad un e-commerce per valorizzare le produzioni hand-made. Dopo il lancio delle collezioni di porcellane e bomboniere (tessile e ceramiche), di alta moda e dei costumi da mare (maschile e femminile), il brand tutto Made in Italy, presenta al pubblico la collezione di asciugamani da bagno e da mare. Ed è così che ognuno può portare nella propria casa un pezzo di Capri, Amalfi, Positano, Vietri sul proprio arredo casa, nella propria attività o sulla propria barca che acquisirà un’anima sorprendente. La collezione porcellane e bomboniere Tra i prodotti spiccano i “Sacchetti dell’Amore” e i “Fiocchi della Fortuna”, dei porta confetti in tessuto 100% cotone con biglietto interno personalizzato in stile caprese e con una profumazione a scelta tra il gelsomino di Capri o i fiori d’arancio. Le trame dei tessuti sono tra le più diverse come la rosa in seta artificiale bianca, i limoncini in resina, il timone o la stella marina, il gessetto tra albero della vita, corallo o cuore o il peperoncino rosso. Ci sono poi le Candele Profumate con profumazione di mare o fiori di capri, ricoperte sempre con tessuti delle maioliche, le Tovagliette all’Americana, i Canovacci, le Pochette e i Cuscinetti profumati. Spiccano nella collezione le bottiglie vietresi artigianali dipinte a mano, di cui c’è anche una versione lusso che include un portabottiglie in tessuto. Per chi non può fare a meno di avere lo stile caprese in casa, ci sono poi le mattonelle con cornici esterne in gesso che possono fungere da quadretto, ma anche da sottobicchiere o sottobottiglia per arricchire la propria tavola insieme ai segnaposti a tema. Completano la collezione papillon, cravatte e taglieri. La collezione tessile bagno Spiccano nella collezione per il bagno, i prodotti in tessuto di spugna e 100% cotone che includono i set asciugamani, le vestaglie, parei ed accappatoi, ideali anche per chi ha una seconda casa al mare e vuole renderla esclusiva e lussuosa richiamando il Made in Italy. Il mercato del Made in Italy, si conferma anche per il 2021 un settore in forte e continua crescita, e per questo motivo è sempre di più presidiato dai principali “brand del lusso”, e Capri Home, sta cercando con i suoi prodotti, grazie ai servizi digital altamente specializzati, di entrare in uno dei segmenti più in crescita nel mercato internazionale come l’hand-made. Per la collezione 2021, il testimonial scelto è l’istruttore di Fitness e Top Model, Carlo Vecchione. Capri Home è una produzione artigianale, 100% hand-made mossa proprio dall’amore per il Made in Italy,       nata       dall’idea       di       Luis       Arsenio       che       racconta       sul       brand:       “                                            bellezze del territorio Campano come Capri, Amalfi, Positano, Vietri. Qui molti dei palazzi prestigiosi hanno queste trame che le rendono vivaci e lussureggianti con una intensa anima creativa“. Disponibile già la nuova linea tessile e quella costumi da bagno, ma già si è al lavoro per il lancio internazionale della nuova linea home design […]

... continua la lettura
Comunicati stampa

L’Oca nera apre a Chiaia e lancia il panino Mergellina che sa di birra e taralli

Arriva il panino alla birra e taralli ideato da Alessandro Conte e Francesco Trombetta, cuochi e proprietari de L’Oca nera Burger Station, che hanno aperto a Napoli, in zona Chiaia, una nuova stazione di street food con delivery e asporto. Il panino si chiama “Mergellina”: nell’impasto del bun artigianale ci sono la sugna e il pepe, la maionese è preparata con una riduzione di birra chiara doppio malto ed è farcito con salsiccia di maialino nero, provola impanata con mandorle e funghi spadellati. “Un panino del ricordo e un omaggio a Napoli – spiegano Conte e Trombetta – che rimanda ai chioschetti di Mergellina, dove si andava a comprare birra e taralli da gustare in compagnia guardando il mare”. Alessandro è lo Chef che realizza i panini da lui ideati dopo lunghe prove in cucina, in cui si diverte a creare nuove salse e a combinare ingredienti di ricette italiane a sapori internazionali. Francesco si occupa dei fritti e qui sperimenta le più diverse panature, che possono essere realizzate con cereali, mandorle, pistacchi, miele e altri ingredienti che però tiene segreti. Ricco il menù di panini, crostoni e fritti. Le materie prime sono di stagione, le carni esclusivamente italiane, le salse artigianali, le combinazioni di gusto indovinate ed elaborate. Le maionesi rigorosamente handmade, sono al limone, al basilico, alle noci, ai quattro pepi e al rosmarino. In ogni panino c’è una cucina regionale condita con un pizzico di ingredienti anglosassoni e ogni mese se ne sperimenta uno nuovo. A marzo dopo l’omaggio alla Campania con il panino “Mergellina”, tocca anche al Piemonte con il panino composto da: hamburger di podolica, formaggio toma croccante, rucola, pomodorini e marmellata di bacon. Sono tre le tipologie di bun utilizzati: artigianale con semi di sesamo per i panini più elaborati, il casereccio, più croccante all’esterno e morbido all’interno, per accogliere i ricchi contorni della cucina tradizionale partenopea e infine quello al carbone vegetale utilizzato per il panino “L’Oca nera” farcito con crema di parmigiana, hamburger di podolica, provola, noci e pesto di basilico. I fritti strizzano l’occhio agli States: originali i donuts di pollo, dove le ciambelle di Homer Simpson diventano salate e poi cheeseball, filetti di pollo Kentucky impanati con i Corn- FlaKes oppure con salsa barbecue e miele, nuggets di pollo, anelli di cipolla, patatine a volontà. Non manca un po’ di tradizione irlandese, proveniente dai panini dello storico L’Oca nera Irish Pub di via Bernini fondato da Francesco Morra. Nel 2018 Alessandro e Francesco hanno preso in gestione la sede take away, la burger station di Via Cilea, per poi approdare a Chiaia in Via Carducci. Anche qui si può gustare il “Donkey” con hamburger, cipolla caramellata, bacon e cheddar, da sempre il panino più richiesto e considerato il cavallo di battaglia. Spiccano anche il “Papen” con hamburger, mortadella, provola e crema di pistacchi di Bronte, il “Chives” con schiacciatina di patate alle erbe, hamburger, provola, maionese al limone e poi hamburger vegani, panini gluten free e delizioso crostoni, come il “Taco” con prosciutto cotto, provola e melanzane grigliate, “Epic” con porchetta, provola e friarielli e […]

... continua la lettura
Comunicati stampa

L’Antica Distilleria Petrone lancia gli “iMIX – Fresh Cocktail”

Nascono gli “iMIX – Fresh Cocktail” con ingredienti separati da miscelare e shakerare all’istante per poi sorseggiare il proprio drink preferito sulla spiaggia, durante un picnic, a casa con gli amici o dovunque lo si desideri. A lanciare questo nuovo modo di vivere i cocktail prêt-à-porter è l’Antica Distilleria Petrone, azienda casertana capitanata dal giovane manager Andrea Petrone, che ha puntato sull’innovativo mini shaker iMIX brevettato dalla start up napoletana 4.0 Smart Drinks. L’iMIX nella capsula superiore contiene i singoli ingredienti separati e nella parte inferiore presenta un bicchiere: ruotando la capsula, gli ingredienti scendono nel bicchiere e, grazie all’originale meccanismo brevettato, possono essere shakerati e miscelati all’istante per dare vita a un perfetto cocktail fresco. A differenza degli altri drink “pronti” disponibili sul mercato, che in genere sono dei premiscelati, gli “iMIX – Fresh Cocktail” presentano delle caratteristiche organolettiche superiori perché la miscelazione effettuata al momento del consumo fa aprire in modo ottimale le molecole e sprigionare al meglio il gusto dei vari ingredienti. Sei i cocktail attualmente disponibili, tutti firmati dal Bar Manager e mixologist Roberto Onorati, da scegliere tra gli internazionali Cosmopolitan, Daiquiri Passion e Sex on the Beach o tra i nuovissimi Limoncello Red, Amarè Crush e Guappa Rum e Pera che appartengono alla linea “Italian temptation” creata con i liquori di punta dell’Antica Distilleria Petrone.   Gli “iMIX – Fresh Cocktail” potranno essere acquistati dal 4 marzo sull’e-commerce dell’Antica Distilleria Petrone (www.distilleriapetrone.it) o presso lounge bar, stabilimenti balneari, locali sulla spiaggia, hotel e b&b.

... continua la lettura