Seguici e condividi:

Eroica Fenice

fiume di Charles Martin

Dove finisce il fiume di Charles Martin

Dove finisce il fiume è un romanzo di Charles Martin pubblicato nel 2008 dalla Corbaccio Editori. Si tratta di una storia d’amore travolgente che prende il lettore e lo trascina in un fiume di emozioni.

Abigail Grace Coleman e Doss Michaels. Lei figlia dell’aristocrazia, lui cresciuto nella povertà. Lei con un futuro brillante davanti a sé, lui un artista senza prospettive. 
Avevano, però, un sogno in comune: passare il resto della vita insieme ma, certe volte, tutti i giorni della vita non sono poi un tempo così lungo, non se il cancro decide di impossessarsi di uno dei due.

Charles Martin racconta una storia tra passato e presente

Una storia in cui si alternano passato e presente. Da un lato le pagine su come sia nato il loro amore, il contrasto con il padre di lei, un potente senatore della Carolina del Sud, il matrimonio celebrato da soli, all’insaputa di tutti, le risate, la speranza di una vita lunga e felice.
Dall’altro le pagine della scoperta della malattia, le visite dai migliori specialisti, la consapevolezza dell’impossibilità della guarigione e un foglio con una lista di alcuni desideri da realizzare prima di andare via per sempre:

1. Girare su una giostra di altri tempi
2. Fare un loopty loop su un vecchio aeroplano
3. Sorseggiare vino sulla spiaggia
4. Fare il bagno senza costume
5. Nuotare con i delfini
6. Pescare con la lenza
7. Posare nuda mentre mi ritrai
8. Ballare con mio marito
9. Ridere tanto da star male
10. Percorrere il fiume… l’intero corso da Moniac in canoa.

Un grande amore, dieci desideri da esaudire e una promessa da mantenere prima che sia troppo tardi.

Un’altra lotta, questa volta non contro un padre che desidera un avvenire d’oro per la sua unica figlia, ma contro qualcosa di più potente, di più distruttivo, di più malvagio. Un’altra lotta per salvare un amore di altri tempi, un uomo talmente innamorato di una donna che la rapisce da un ospedale pur di farla felice, pur sapendo i rischi a cui sarebbe andato incontro e una donna che decide di vivere, dopo aver saputo di dover morire.

Doss li realizza tutti quei desideri, uno alla volta fino a quell’ultimo folle viaggio in canoa per percorrere tutto il fiume.

«Quando ti svegli e scopri dove ti fa male, non correre. Immergi il tuo remo e scendi il fiume. Ogni volta, tuffati, lascia che il fiume ti prenda e mi troverai. Io sarò qui ad aspettarti, perciò seppelliscimi… dove finisce il fiume».

Così Doss realizzò anche quel desiderio che non era stato scritto e sparse le ceneri in quel fiume, la lasciò andare con i desideri esauditi e un pezzo di sé stesso e, quando vide le ceneri allontanarsi, quattro delfini guizzarono dall’acqua.
Prese il foglio e tracciò con la penna anche il quinto desiderio.

Ogni volta che sentiva dolore ritornava da lei come aveva promesso e lei lo aspettava proprio lì dove finisce il fiume.

Dove finisce il fiume di Charles Martin

 

Print Friendly, PDF & Email